CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Attacco al sindaco di Cantù:”Il suo è vilipendio allo Stato, va fermato” foto

Nota di Rifondazione Comunista contro Bizzozero. Dure bordate alla sua campagna anti-tasse. Le foto della sua auto.

Comportamento inqualificabile, da vilipendio dello stato. La denuncia di queste ore è dei vertici di Rifondazione comunista che attacca in modo frontale il sindaco di Cantù Claudio Bizzozero per la sua battaglia contro le tasse dello Stato. Ecco la nota ufficiale arrivata in redazione. Attacco diretto al primo cittadino brianzolo ed alla sua campagna contro le tasse, in evidenza sulla sua auto con la quale gira in questi giorni.

claudio bizzozero como caffè
bizzozero-movimento

Passa il tempo, e più si va avanti il sindaco Bizzozero ,sempre più in difficoltà nella amministrazione della sua città e sempre più a caccia di popolarità, si erge a paladino del fantomatico fronte di liberazione fiscale, andando in giro per gli autovelox con la sua fiammante autovettura griffata in stile anti tasse.
Sulla sua macchina, signor sindaco, vi è scritto:«il primo ladro è lo Stato, basta rapina fiscale!»
Ma scusi , allora anche lei è un ladro! E’ il primo cittadino di un comune, è il sindaco, è il rappresentante dello Stato che lei denuncia di furto, è stipendiato dallo Stato ladro!

Pagare le tasse non è piacevole per nessuno, ma le tasse servono, servono ad erogare servizi pubblici, ad evitare le privatizzazioni , e se le tasse sono alte è colpa soprattutto di chi le tasse non le paga.

Lo Stato è un ladro? Bene, forse può dirlo come privato cittadino, ma non come rappresentante dello Stato stesso, essendo sindaco forse non ha capito bene il ruolo che la sua carica le impone.

Non vuole far pagare le tasse? Benissimo, incominciamo anche da Cantù, eliminiamo i parcheggi a pagamento, eliminiamo gli autovelox ( sono strumenti per fare soldi e cassa ).

La giunta LIC a guida Bizzozero è stata un totale fallimento per Cantù nonostante le promesse , le dichiarazioni; Cantù da diversi anni è statica, abulica, dal sindaco “faccio tutto io” si è passati al sindaco populista senza amore per la città che governa e senza rispetto per i canturini.

Doveva essere la svolta di Cantù, invece Cantù è peggio di prima, una volta la città era famosa per il basket, le botteghe artigiane e i merletti, adesso è famosa per il buco del palazzetto, per le botteghe che non ci sono più, e per il raduno xenofobo nazifascista da lei legittimato!

Basta tasse! Sì, basta tasse da far pagare sempre ai soliti poveracci!

Ruggero Arnaboldi – Segretario Circolo PRC/SE Bassa Brianza “Alessandro Natta”
Giulio Russo – Coordinatore PRC/SE Mariano C.se