CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Maltempo sul Lario: ora una tregua, fiumi ingrossati e alberi caduti (foto e previsioni)

Maltempo sul Lario davvero senza sosta. Dopo la tanta pioggia caduta nella notte e in mattinata una breve tregua ad inizio pomeriggio in provincia. Ma poi è ripresa a cadere, copiosa, causando altri disagi oltre a quelli che già si sono verificati. Ed a metà pomeriggio nuova tregua: leggera schiarita sul cielo del comasco anche se restano allagamenti, rami caduti e poi fiumi ingrossati e con notevole portata di acqua.

LA PAURA MAGGIORE A LOMAZZO: ECCO L’ALBERO FINITO SULLA SCUOLA

lomazzo_albero caduto su scuola

Un faggio secolare è caduto nella notte sulle scuole elementari di via Giovane Italia a Lomazzo. Con ogni probabilità la causa sarebbe da attribuire ad un fungo impossibile da identificare ad occhio nudo che si sarebbe insediato nel tronco. I danni sono comunque limitati: sono state danneggiate parte di una gronda e alcune tegole del tetto. La pianta si è praticamente adagiata sul retro del tetto del plesso scolastico rendendo inagibile una classe. Al mattino, all’inizio dell’attività didattica, i bambini sono stati subito trasferiti in un’altra ala e le lezioni svolte regolarmente I Vigili del fuoco si sono subito dati da fare per rimuovere l’enorme pianta utilizzando anche una gru di un’impresa privata.

LE PREVISIONI DI METEOCOMO

Previsione fino a venerdì sera:

Giovedì molto nuvoloso con rovesci sparsi e anche qualche timida schiarita: neve oltre 2000-2300 metri.

Venerdì molto nuvoloso con solo qualche rovescio isolato, nevoso oltre i 2200-2500 metri e timide schiarite nella seconda parte della giornata.

Temperatura minima compresa tra 8 e 15 gradi; massima venerdì tra 17 e 21; zero termico in rialzo venerdì a 2600 metri.

Previsione per sabato:

Fino al mattino ancora molto nuvoloso, in seguito tra poco e parzialmente nuvoloso con sviluppo di cumuli pomeridiani. Temperatura minima compresa tra 9 e 15 gradi, massima tra 19 e 22; zero termico a 2500 metri.