CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Hilary Hahn per l’ultima della stagione concertistica del Teatro Sociale di Como

Più informazioni su

Sabato 14 maggio alle ore 20.30 si conclude la stagione concertistica 2015/16 del Teatro Sociale di Como, che anche quest’anno ha contato su interpreti e programmi originali e apprezzati dal pubblico comasco.

Per l’ultima data in cartellone salirà sul palcoscenico la giovane, talentuosa, nonché affascinante, violinista americana HILARY HAHN, 37 anni da Lexington (Virginia), in tournee da quando,  a 16 anni, debuttò come solista alla Carnegie Hall di New York con l’Orchestra di Filadelfia. Da allora si lascia alle spalle 1437 concerti eseguiti, di cui 945 con l’orchestra. 311 recitals. 288 città, nelle quali ha suonatoin 42 paesi, 5 continenti. 193 direttori d’orchestra con i quali ha lavorato e, almeno 786 camere d’albergo nelle quali ha dormito. Se la matematica non è un’opinione, anche questi numeri ci raccontano la splendida musicista quale è Hilary Hahn, il suo talento precoce, le sue interpretazioni espansive, le sue scelte di repertorio creative, rivolte ad un pubblico globale senza età o confini. Premiata con ben due Grammy Awards, Hilary è musicista del presente: avida scrittrice e viaggiatrice, trova anche il tempo per scrivere articoli e post sul suo sito, sul suo canale YouTube pubblica regolarmente sue spassose interviste a musicisti di tutto il mondo. E la custodia del suo prezioso violino è la sua migliore compagna di viaggio…

Hilary_Hahn_by_Michael_Patrick_OLeary 2016 3

Ai suoi concerti propone sempre un repertorio che spazia senza difficoltà dal barocco alla musica contemporanea e dal romanticismo alle miniature con cui stuzzica un pubblico diversificato, compresi una larga fetta di giovani che seguono la Hahn come una pop star.  Non mancherà di fare così anche a Como, affrontando un programma che scorre pagine di Bach, Mozart, Copland e di Tina Davidson. Nei titoli con pianoforte, Hilary sarà accompagnata da Cory Smythe.

 

Teatro Sociale di Como

sabato, 14 maggio – ore 20.30

HILARY HAHN

Recital violino e pianoforte

 

Wolfgang Amadeus Mozart

Sonata n. 27 in sol maggiore per violino e pianoforte K. 379

Adagio – Allegro

Andantino cantabile

Allegretto

 

Johann Sebastian Bach

Sonata n. 3 in do maggiore per violino solo BWV 1005

Adagio

Fuga

Largo

Allegro assai

 

Antón García Abril

Partita n. 1 dalle Sei partite per violino solo

 

Aaron Copland

Sonata per violino e pianoforte

Andante semplice – Allegro

Lento

Allegretto giusto

 

Tina Davidson

Blue Curve of the Earth per violino e pianoforte

 

Violino

Hilary Hahn

Pianoforte

Cory Smythe

 

in collaborazione con

Circolo Vincenzo Bellini, Moltrasio

Cinema Teatro di Chiasso

Biglietti in vendita presso la biglietteria del Teatro e online su www.teatrosocialecomo.it
Prezzi da 25€ + prevendita.

 

La violinista Hilary Hahn, vincitrice di tre Grammy Award, è famosa per il suo virtuosismo, le intense interpretazioni e la creatività dei programmi proposti. Il suo approccio sempre originale ed il suo impegno nel condividere le esperienze musicali con un’ampia comunità globale hanno fatto di lei uno dei personaggi preferiti dal pubblico.

Per la stagione 2015/2016, Hilary Hahn focalizza le proprie interpretazioni sulle musiche del suo ultimo album “Mozart 5, Vieuxtemps 4 – Violin Concertos”, interpretando tali brani in diverse occasioni sia negli Stati Uniti sia in Europa. Entrambi i Concerti significano molto per lei, poiché hanno giocato un ruolo fondamentale nel suo repertorio per 25 anni. Hilary Hahn ha presentato il Quinto Concerto di Mozart a Vienna con la Camerata Salzburg e il Quarto Concerto di Vieuxtemps con la Philadelphia Orchestra, nonché con le Filarmoniche di Los Angeles e Vienna e l’Orchestra Sinfonica NDR di Hannover.

Altri appuntamenti principali della stagione prevedono la ‘residenza’ presso la Konzerthaus di Vienna, una tournée in Francia, Germania, Austria e Svizzera con la Sinfonica di Vienna, oltre a un ritorno alla Carnegie Hall con l’Orchestra del Minnesota. In primavera, stagione che la vede impegnata nella sua tournée di recital, si esibisce nelle prime esecuzioni di tre Partite per solista composte per lei dal celebre compositore spagnolo Antón Gracía Abril, con programmi che includono opere di Tina Davidson, Bach, Mozart e Copland.

hilary hahn2

Hilary Hahn ha ricevuto le prime lezioni di violino nel Programma Suzuki all’età di tre anni nella sua città natale, Baltimora. A dieci anni è stata ammessa al “Curtis Institute of Music” di Filadelfia. Ha completato gli studi musicali all’età di sedici anni, in seguito ai debutti con le Orchestre Sinfoniche di Baltimora, Pittsburgh e dello Utah, oltre che con le orchestre di Filadelfia, Cleveland e con la New York Philharmonic. Ha deciso di posticipare il diploma di qualche anno per poter seguire altri corsi di lingue, letteratura e scrittura; poi ha ricevuto il suo Bachelor’s Degree a diciannove anni. Per quattro estati ha frequentato il Marlboro Music Festival e per altre quattro ha approfondito la conoscenza del tedesco, del francese e del giapponese presso il Middlebury College; tale istituzione e la Ball State University le hanno conferito dottorati onorari.

Hilary Hahn ha registrato sedici album per le etichette discografiche Deutsche Grammophon e Sony, oltre a tre DVD, una colonna sonora che ha ricevuto una ‘nomination’ agli Orcar, un’elogiatissima registrazione dedicata ai bambini e diverse compilation. Con un repertorio estremamente ampio che include opere di Bach, Stravinsky, Elgar, Beethoven, Vaughan Williams, Mozart, Schoenberg, Paganini, Spohr, Barber, Bernstein, Ives, Higdon, e Tchaikovsky, le sue registrazioni hanno ricevuto ogni genere di premio, riconoscimento di critica e successo di pubblico. Tutte hanno debuttato nella ‘top ten’ della classifica di musica classica della rivista Billboard. Le nette scelte stilistiche di Hilary Hahn rendono omaggio alla tradizionale letteratura violinistica, ma sempre con un tocco di inatteso. Il primo ‘Grammy’ è arrivato nel 2003 per l’album con Concerti di Brahms e Stravinsky. I Concerti di Schoenberg e Sibelius sono rimasti nelle classifiche per 23 settimane e le sono valsi il secondo ‘Grammy’. Nel 2010 è stato pubblicato un album con il Concerto per violino di Jennifer Higdon (scritto per Hilary Hahn e vincitore di un Premio Pulitzer) e il Concerto di Tchaikovsky.

Nel 2012 Hilary Hahn ha presentato Silfra, realizzato con il pianista sperimentale Hauschka. L’opera è stata prodotta da Valgeir Sigurðsson e consta interamente di un’improvvisazione da parte di Hilary Hahn e Hauschka, frutto di un inteso periodo di sviluppo. Nel 2013 è stato pubblicato In 27 Pieces: the Hilary Hahn Encores, il culmine di un progetto commissionato e durato diversi anni al fine di rinnovare il genere ‘encore’. L’album ha vinto un Grammy come ‘miglior registrazione di musica da camera/esibizione di ensemble ristretto’.

Hilary Hahn è molto appassionata di scrittura: sul suo sito hilaryhahn.com ha pubblicato post giornalmente per quasi venti anni ed ha pubblicato articoli su noti portali come Slate.com. Sul suo canale YouTube, youtube.com/hilaryhahnvideos, l’artista intervista colleghi riguardo alle loro esperienze musicali. La sua custodia da violino propone commenti sulla vita come fosse una compagna di viaggio su Twitter ed Instagram all’account @violincase. Nel 2001 Hilary Hahn è stata nominata “America’s Best Young Classical Musician” dalla rivista Time. Nel gennaio 2010 è apparsa come artista ospite a The Tonight Show con Conan O’Brien; ha inoltre partecipato alla realizzazione della colonna sonora di The Village, la quale ha ricevuto una ‘nomination’ agli Oscar, ed ha partecipato a due registrazioni e numerose produzioni di generi musicali diversi, collaborando a due registrazioni del gruppo alt-rock “…And You Will Know Us By The Trail of Dead”, all’album “Grand Forks” di Tom Brosseau e a un tour del cantautore folk-rock Josh Ritter.

 

Più informazioni su