CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Pasqua amara per la Cassa Rurale (foto): passa Siena, ora Vibo ai play-off

Cassa Rurale Pasqua amara – L’ultima giornata di stagione regolare del campionato di A2 vede affrontarsi davanti al folto, caloroso e corretto pubblico del Parini la Cassa Rurale Cantù e la Emmas Villas Siena. Ne risulta una partita in crescendo, con un primo set a senso unico e secondo e terzo set molto combattuti e risolti solo con il minimo scarto. Alla fine è così Siena a festeggiare (0-3 finale), con Cantù che dovrà affrontare la capolista Vibo nei quarti di finale dei playoff. Nel corso della partita Alessandro Preti supera il muro dei 500 punti realizzati in campionato. Prima della partita viene osservato un minuto di silenzio in memoria delle vittime degli attentati di Bruxelles.

cassa rurale siena attacco

Il primo set vede Siena portarsi avanti subito grazie a un parziale di 4-0 favorito dal turno in battuta di Majdak (3-6). La Cassa Rurale non molla, e non permette agli avversari di allungare ulteriormente. Si va al tempo tecnico con gli ospiti avanti di 4 (8-12). Al rientro in campo la Emmas Villas continua a martellare, e Coach Della Rosa chiama il suo primo time-out discrezionale sull’8-14. Una veloce out di Monguzzi, e i toscani volano a +7 (10-17). La Libertas, però, non crolla definitivamente e continua a lottare su ogni palla. Sul 15-22 fa il suo ingresso in campo Matteo Riva per Alessandro Preti. I brianzoli rosicchiano un paio di punti, e, per non rischiare, Coach Caponeri chiama time-out (18-23). Chiude il primo set un attacco di seconda intenzione di Scappaticcio (19-25).

tiozzo attacco contro siena

Nel secondo set rientra Preti al posto di Riva, e la squadra lotta punto a punto con Siena. Il primo break di vantaggio è, però, degli ospiti grazie a un ace di Braga (4-6). Un bell’attacco di Preti e una diagonale stretta tirata fuori da Majdak riportano la situazione in parità (7-7). Un attacco di Krolis toccato dal muro di Siena, e la Libertas va avanti (8-7). La Emmas Villas riporta il pallino del gioco dalla sua parte, e va al time-out tecnico in vantaggio (11-12). Un muro di Di Marco su Monguzzi e il vantaggio senese è di due punti (12-14). Un muro di Robbiati su Raffaelli ed è di nuovo parità (16-16). Un pallonetto di Raffaelli e un ace di Di Marco riportano i toscani di nuovo avanti di due (16-18), e Coach Della Rosa ferma il gioco. Al rientro in campo Braga ferma a muro Preti per il +3 ospite. Il vantaggio esterno resiste agli assalti della Libertas, reattiva e costante nel provare a pareggiare e a ribaltare la situazione. Un muro di Preti su Majdak riporta sotto i canturini, e Coach Capoeri chiama time-out (23-24). Al rientro in campo un attacco mani out di Majdak consegna anche il secondo set ai toscani (23-25).

Il terzo set si apre con le due squadre che lottano punto su punto. Il primo doppio vantaggio è ancora esterno grazie a una veloce di Braga (4-6). La Libertas non molla, ribatte punto su punto agli attacchi degli avversari, ma è Siena ad andare al time-out tecnico in vantaggio (9-12). Al rientro in campo Siena allunga con Majdak (10-14). Un attacco out di Tiozzo manda Siena sul +5 (10-15), e Coach Della Rosa ci vuole parlare su. Al rientro in campo un attacco out di Krolis manda gli avversari sul +6 (10-16). Una veloce di Monguzzi e una bella parallela di Krolis, e Cantù si riavvicina (12-16), ma il solito Majdak ricaccia indietro gli avversari (12-17). La Cassa Rurale rosicchia ancora un punto con Preti (14-17). Si prosegue punto a punto, con Siena che prova a chiudere il set, e Cantù che non molla. Un’invasione in attacco riporta la Libertas sotto (17-19), e Coach Caponeri chiama time-out. Un muro di Groppi su Raffaelli riporta La Cassa Rurale al minimo scarto (19-20). Nel finale di set nessuna delle due squadre vuole mollare, e si prosegue punto su punto fino al pareggio sancito da un muro di Robbiati su Majdak (23-23). Un attacco di Noda Blanco consegna il match point ai suoi (23-24), ma una battuta fuori di poco di Scappaticcio e un muro di Preti sul cubano ribaltano la situazione (25-24) e si va ai vantaggi. Un muro a uno di Noda Blanco su Preti, e un attacco dell’ex di turno Vincenzo Tamburo, e il punteggio è di nuovo capovolto (25-26). Coach Della Rosa chiama il suo secondo time-out discrezionale, ma al rientro in campo Noda Blanco consegna set, partita e tre punti ai suoi con un ace (25-27).

pubblico parini cantù

Coach Della Rosa commenta così: “Abbiamo difeso poco, eravamo sempre e costantemente in difficoltà. Loro giocano veloce e lo sappiamo, noi siamo stati poco concentrati su quegli aspetti che avevamo preparato, e che sono la caratteristica del gioco di Siena. Per il resto, pur non brillando, abbiamo fatto la nostra partita. Guardando i numeri, abbiamo ricevuto come loro, abbiamo attaccato come loro, anche i muri non hanno fatto la differenza. Qualche palla in più da difendere c’era, soprattutto in qualche azione in cui dovevamo e non l’abbiamo fatto. Poi perdi 23-25 e 25-27, ripensi a quei palloni e ti mangi le mani”.