CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Nuoto disabili: Marco Dolfin senza rivali, è record italiano nei 100 misti

La BLM si riconferma tra le grandi. Al Centro Sportivo Italcementi di Bergamo, il team guidato da Carlo Capararo ha chiuso in quinta posizione il XVIII Meeting PHB, tradizionale appuntamento in vasca corta Finp-Fin: 22 società partecipanti (20 le formazioni Finp) e 128 atleti, numeri che rendono l’idea dell’ottimo risultato della manifestazione. Sul podio di giornata sono salite PolHa Varese, PHB Bergamo e Polisportiva Bresciana.

A rappresentare la BLM, Elena Pietroni, Ruggero Colombo, Luca Demarco, Simone Frigerio, Cristian Marson e Marco Dolfin, fresco di convocazione al Campionato Europeo IPC di Funchal (Portogallo, 1-7 maggio 2016). A Bergamo, Dolfin è ancora record italiano nei 100 misti SM6 (atleti con disabilità): con il tempo di 1’32”62 il portacolori canturino della Briantea 84 ha riscritto il precedente (e già suo) 1’43”11 registrato nel 2013. Buono il 6’08”89 nei 400 stile S6.

Con Dolfin sono scesi in vasca altri 6 dei 17 atleti chiamati a rappresentare l’Italia a Funchal: Efrem Morelli (Bresciana no Frontiere), Giulia Ghiretti (Ego nuoto – Fiamme Oro), Alessia Berra (Pol.Ha Varese), Federico Morlacchi (Pol.Ha Varese), Andrea Massussi (Bresciana no Frontiere) e Arjola Trimi (Bresciana no Frontiere).

Prova brillante per Elena Pietroni nei 50 farfalla: il 54”84 di ieri migliora le prestazioni registrate negli appuntamenti precedenti. Una progressione positiva per la canturina che, dopo lo stop dall’attività e i problemi alla spalla, è alla ricerca di risultati importanti. Ottima prestazione nei 50 rana per Simone Frigerio: l’1’37”65 si avvicina al suo personal best e promette ancora buoni margini di miglioramento. Nei suoi tempi attuali anche la prova nei 50 dorso (1’32”6), nonostante qualche problema nella virata.

Ancora alla ricerca del tempo per i Campionati italiani Cristian Marson che, a Bergamo, non è riuscito a far meglio di 1’08”51 nei 50 stile (1’08” il tempo limite per la qualificazione). Sulla via del pieno recupero Luca Demarco, dopo l’operazione alla mano subita lo scorso mese. Buono il 37”38 nei 50 stile, ancora qualcosina da limare nei 100 stile, nuotati in 1’29”71. Ruggero Colombo classe S4, penalizzato da una classificazione molto severa, ha chiuso i 50 stile in 2’12”11 e i 100 stile in 5’22”31.