CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Ospedale di Cantù: inaugurata la riabilitazione specialistica 2

Più informazioni su

Nuova sede per la Riabilitazione Specialistica 2 “P. Giancola” a indirizzo cardiorespiratorio. L’Unità Operativa, trasferita un mese fa dal presidio “Felice Villa” di Mariano Comense all’ospedale Sant’Antonio Abate di Cantù, è stata inaugurata stamattina alla presenza della Direzione strategica dell’Azienda sociosanitaria territoriale Lariana, delle autorità locali e del personale della struttura.

Il reparto, diretto da Antonio Paddeu, è stato collocato nell’edificio P e, a pochi giorni dal trasloco, ha ripreso subito le attività a pieno regime. L’area di degenza, dotata di 16 posti letto, è stata collocata al terzo piano, gli ambulatori e la palestra al secondo.

“Lo spostamento del reparto di Riabilitazione Cardiorespiratoria – ha sottolineato il direttore generale dell’Asst Lariana Marco Onofri – rappresenta uno dei tasselli principali della riorganizzazione dell’ospedale di Cantù, perseguita con grande impegno negli ultimi anni. Gli spazi più ampi, la presenza nel presidio del supporto di specialità quali la Rianimazione, la Radiologia, la Cardiologia e la Medicina rendono la nuova collocazione più adatta per il ricovero di pazienti post-acuti con patologie complesse, nonché per i pazienti con problematica respiratorie e quelli affetti da Sla, la sclerosi laterale amiotrofica per cui la riabilitazione è un centro di riferimento.

Desidero ringraziare tutti coloro che hanno contribuito a portare a termine il trasferimento e gli spostamenti propedeutici a creare gli spazi per accogliere il reparto nell’ottica di un miglioramento di quanto possiamo offrire ai malati e ai loro familiari”.

La Riabilitazione Specialistica 2

Il reparto diretto dal dottor Paddeu, aperto nel 2004 a Mariano, è una riabilitazione cardiorespiratoria che si avvale di 16 posti letto (15 di ricovero ordinario e uno di Mac per prestazioni ambulatoriali avanzate) ed effettua circa 350 ricoveri all’anno, Circa 20mila sono invece le prestazioni ambulatoriali erogate ogni anno, comprese quelle della Medicina Toracica collocata in via Napoleona, servizio che afferisce al reparto canturino.

Nel reparto vengono ricoverati pazienti per riabilitazione cardiorespiratoria provenienti dal domicilio o da reparti ospedalieri quali rianimazioni, cardiochirurgie, ecc. I pazienti con problematiche cardiologiche sono monitorati costantemente con ECG in telemetria. Vengono gestiti anche pazienti in ventiloterapia invasiva che necessitano di svezzamento dal ventilatore e dalla cannula tracheale.

L’Unità  Operativa, inoltre, è riconosciuta centro di riferimento per la gestione dei pazienti con sclerosi laterale amiotrofica (SLA) – ne sono stati seguiti finora 122 – e per la diagnosi e terapia dei disturbi respiratori sonno-correlati in età infantile e adulta. In quest’ultimo ambito vengono effettuate 10 tra polisonnografie o saturimetrie notturne – per valutare il livello di ossigeno presente nel sangue – al giorno.

“In una logica di consolidamento del presidio – ha sottolineato il direttore sanitario dell’Asst Lariana Fabio Banfi – con il trasferimento di questo reparto dal presidio di Mariano abbiamo perfezionato l’offerta ospedaliera nel presidio di Cantù. Per Cantù, inoltre, abbiamo nominato il primario della Radiologia, la dottoressa Muraca, e si stanno chiudendo le procedure per il primariato della Pediatria”.

Più informazioni su