CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Da oggi a domenica un calendario pieno di eventi

Più informazioni su

Un appuntamento dietro l’altro da oggi a domenica tra la città e il territorio. Musica, arte, cinema, libri c’è una grande vitalità in vista della primavera

DAI CAMPI DI CALCIO ALLA MUSICA: IL CHITARRISTA GIULIO TAMPALINI RACCONTA LA SUA STORIA

Sarà la sede di Espansione Tv a Como a ospitare giovedì 17 marzo il primo degli eventi speciali della quarta stagione di Como Classica, il festival che intende rendere accessibile a tutti – e non solo a chi già è esperto – la musica classica.

Alle 18 Giulio Tampalini, uno dei più grandi, conosciuti e carismatici chitarristi classici europei, presenterà “Finalmente ho perso tutto” (Infinito edizioni, 2015), libro che racconta la sua storia.

Giulio Tampalini

Giulio Tampalini è oggi uno dei maggiori virtuosi della chitarra sulla scena internazionale. Vincitore del Premio delle Arti e della Cultura (2014), oltre 25 dischi solistici all’attivo, un sorriso magnetico, una tecnica unica, una cattedra al conservatorio e l’onore di aver suonato per il Papa in Vaticano. I suoi concerti sono sempre tutti esauriti, la sua musica affascina e fa sognare. Ma dietro alla chitarra, in pochi conoscono l’uomo.

Il libro “Finalmente ho perso tutto” traccia con leggerezza il percorso di vita e professionale del musicista, da quando la chitarra era un sogno e Giulio era una promessa del calcio giovanile italiano, conteso da Brescia e Cremonese e con un futuro che sembrava già scritto. “L’energia di Giulio Tampalini è rock infuocato lungo tutto l’arco appassionato di questo libro, qualunque cosa egli stia pensando, suonando o facendo in quel momento” scrive Omar Pedrini nella prefazione, mentre il musicista Angelo Gilardino definisce il libro di Tampalini come compiere un viaggio in auto o in aereo con l’artista sempre disposto a parlare con voi, e con lo sguardo rivolto al prossimo concerto. Sorvegliando l’orizzonte, vi darà tutto quello che ha.

L’ingresso è gratuito ma riservato ai soci che hanno sottoscritto o sottoscriveranno la tessera annuale al costo di 20 euro. È possibile associarsi a Como Classica prima dell’inizio degli eventi della stagione; per ulteriori informazioni su come e dove è possibile sottoscrivere la tessera scrivere a comoclassica@gmail.com.

eventi como piccolo

CLAUDIO GENTILE PRESENTA IL SUO LIBRO ALLA UBIK

Si intitola “E sono stato Gentile” il primo libro di Claudio Gentile, scritto con il giornalista  Alberto Cerruti, che venerdì 18 marzo alle ore 18 verrà presentato alla libreria Ubik in piazza San Fedele a Como. Ingresso libero

A dialogare con il granitico difensore della Juventus e della Nazionale sarà proprio il giornalista della Gazzetta dello Sport Alberto Cerruti e Riccardo Bianchi  del quotidiano La Provincia di Como.

libro di gentile e cerruti copertinaChissà se nel 1961, quando a soli otto anni lasciava la Libia anticipando l’esilio di massa a cui Gheddafi avrebbe costretto tanti italiani, Claudio Gentile immaginava anche solo lontanamente che cosa gli avrebbe riservato la vita e la carriera calcistica. Chissà se immaginava che a vent’anni si sarebbe trasferito dal Varese alla Juventus per 250 milioni pagati in motorini per frigoriferi, diventando in poco tempo un perno inamovibile e un jolly capace di giocare da mediano, da terzino su entrambe le fasce, da stopper, all’occorrenza persino con la maglia numero 10. Chissà se immaginava di vincere sei Scudetti, due Coppe Italia, una Coppa Uefa e una Coppa delle Coppe in undici anni bianconeri. Chissà se immaginava di trionfare al Mundial ’82 contro tutto e contro tutti: contro i giornalisti, contro chi in Italia aveva già preparato i pomodori, contro avversari del calibro di Maradona e Zico, annullati con una marcatura ruvida e a volte dura ma mai sleale (tanto da non essere mai stato espulso in carriera per gioco violento). Chissà se immaginava, Claudio, quel giorno sul ponte della nave, che avrebbe fatto da vice al suo maestro Trapattoni alla guida della Nazionale, poi allenato l’Under 21, vinto l’Europeo 2004 e una medaglia olimpica che mancava dal 1936, prima di sentirsi tradito dalla Federazione e messo frettolosamente ai margini del campo. Chissà se immaginava che la sua promettente carriera di allenatore sarebbe finita così presto. Di tutto quello che non poteva immaginare e molto altro ancora Claudio racconta nelle pagine di E sono stato Gentile, scritto in collaborazione con la storica firma della «Gazzetta dello Sport» Alberto Cerruti. In bilico tra grinta e nostalgia e senza rinunciare a qualche entrata decisa come quelle dei bei tempi.

 

eventi como piccolo

..DI VINO E DI CALORE.. serata a sostegno dello SPAZIO GLORIA VENERDI’ 18 MARZO ore 21

 SHOW COOKING – La pasta fresca una storia nostra
Con i cuochi de IL CIBO RACCONTATO e la musica dei THREE WHEELS

arci xanadu serata pastaE’ un progetto multimediale di Corto Circuito in cui si mescolano affabulazioni, musica ruvida, cucina e racconti popolari.
Musica dal vivo, cucina dal vivo in uno spettacolo che coinvolge tutti i sensi: udito con i classici rock suonati unplugged, con strumenti acustici e voci, senza nessun effetto, per riscoprirne l’energia e la bellezza, nella loro essenza; olfatto e vista con i colori e con i profumi del cucinato.
Per questa serata l’assoluta protagonista è la Pasta. Ma non la solita pasta. Si parte da farina, acqua e sale. Ingredienti buoni, biologici, prodotti in filiera corta e che hanno il prezzo giusto e trasparente. Perché un’altra tavola si può fare! Senza OGM, sfruttamento, senza troppi fast e poco food.
Le storie sono quelle della gente, delle persone che viaggiano, si mescolano. La cucina non è fusion è integrazione. E lo spettacolo diventa una riflessione, alle volte nostalgica, altre volte militante ma sempre ancorata nella nostra cultura, da quella cisalpina a quella mediterranea.
Cucina vera, musica vera e veri i cuochi “clandestini” che vi accompagneranno nei due atti della serata: il primo dentro il cinema ma il secondo al di fuori per un dopo spettacolo conviviale in cui si parlerà proprio di tutto. Lo spettacolo scende dal palco ed entra in mezzo alla gente con racconti e degustazione.

Ingresso 10 € (comprensivo di una bottiglia di ROSSO XANADU’ – vino bio 100% da Valli Unite – e assaggi di cucina creativa vegana a fine serata)
Tutto il ricavato della serata andrà a sostegno dei progetti di adeguamento dello Spazio Gloria.
La serata è promossa dalla Cooperativa Sociale Corto Circuito, Xanadù Circolo Arci e i cuochi de Il cibo raccontato.

 

eventi como piccolo

FESTA D’IRLANDA CON LA CELTIC HARP ORCHESTRA AL CIRCOLO

celtic harp

Venerdì 18 Marzo in occasione della festa nazionale irlandese di San Patrizio IL CIRCOLO di Mariano Comense propone una serata in onore di uno dei simboli dell’Irlanda: l’arpa celtica. Sarà Fabius Constable & Celtic Harp Orchestra il tramite per un’immersione nel verde dei prati e nello scuso della guinness con un concerto che saprà regalare emozioni a tema

La Celtic Harp Orchestra è, dopo dieci anni di attività e quasi 1000 concerti (901 a Dicembre 2011) disseminati in Europa e in Asia, l’orchestra d’arpe più popolare al mondo.
5 Cd ufficiali e innumerevoli presenze su compilation di musica etnica e ambient hanno visto lo stile dell’Orchestra, da sempre guidata da Fabius Constable, spaziare dalla musica celtica al barocco veneziano, dal jazz al minimalismo, dal progressive rock alla musica antica.

Per entrare al Circolo non serve nessuna tessera
Prenotazioni: 3318168756 o prenotazionicircolo@gmail.com
INGRESSO GRATUITO

Il Circolo si trova a Mariano Comense (CO) in via E. d’Adda 13
INFOLINE EVENTI: 3394499616
Web site: www.circolocircolo.it

 

eventi como piccolo

CONCERTO DI PASQUA alla Basilica di San Teodoro

chiesa san teodoro cantùSabato 19 marzo alle 21 concerto di Pasqua con Orchestra Sinfonica del Lario e Corale San Pietro al Monte di Civate.

direttore Pierangelo Gelmini

maestro del coro Cornelia Dell’Oro 

Molti musicisti del ‘700 intrapresero viaggi di formazione al seguito o su invito di nobili o membri delle gerarchie ecclesiastiche. Assai pochi, invece, realizzarono tali viaggi autonomamente, obbedendo a una sorta di “vocazione” alla conoscenza. Uno dei casi più interessanti su questo fronte è quello di Haendel, che creò uno stile e un patrimonio di musica sacra inglese sulla base delle sue radici sassoni – e quindi con un chiaro riferimento al mondo musica luterano – illuminate e arricchite dal tripudio del barocco italiano nelle sue diverse manifestazioni, che conobbe durante il viaggio che compì in Italia nel primo decennio del secolo, prima del suo definitivo trasferimento a Londra. Qui il suo nome – Haendel o Händel – venne naturalizzato, perdendo la dieresi e divenendo semplicemente “Handel”; allo stesso modo la sua musica, inizialmente percepita come straniera, fu progressivamente assimilata fino a divenire il cuore e il riferimento della musica inglese, e il modello per i secoli a venire. Con un decreto parlamentare del febbraio 1727 venne concessa a Handel la cittadinanza inglese, che poté così dichiararsi britannico quanto il re d’Inghilterra Giorgio I, in realtà come lui tedesco di nascita (Hannover), e ricevere finalmente l’ambita carica di compositore della Cappella Reale, altrimenti preclusagli. Per l’incoronazione del nuovo re Giorgio II e della regina Carolina, avvenuta l’11 ottobre 1727 nell’Abbazia di Westminster, Haendel rappresentò la scelta ovvia per la composizione dei grandi inni, i Coronation Anthems, che dovevano costituire la colonna sonora della funzione. Haendel padroneggiava uno stile in grado di adattarsi felicemente al teatro, alla chiesa, alle celebrazioni nazionali, o a una combinazione delle tre cose, com’era una funzione per l’incoronazione.

Questa consacrazione a compositore ufficiale procurò a Haendel un uditorio potenzialmente vastissimo e una incredibile popolarità: la sua musica dilagò, venendo eseguita in tutti i teatri più importanti, nelle cattedrali delle diverse confessioni, addirittura sulle chiatte del Tamigi, e il suo Messiah è ancora oggi un’opera simbolo dell’identità musicale anglofona nel mondo.

PROGRAMMA

Georg Friedrich Haendel (1685 – 1759)

Arie, cori e sinfonie per solo, coro e orchestra

Estratti da:

“Joshua”

“Semele”

“Coronation Anthems”

“Radamisto”

“Messiah”

INGRESSO LIBERO

 

eventi como piccolo

APERITIVO CON MICHELANGELO 

Sabato 19 marzo, dalle ore 19.00, presso la Sala della Musica del Grand Hotel Victoria di Menaggio, si terrà la serata letteraria “L’Enigma Michelangelo“, ospite la scrittrice Daniela Piazza. Momenti di approfondimento ci faranno riscoprire la figura del genio del rinascimento: Michelangelo Buonarroti. Il ritmo incalzante del romanzo di Daniela Piazza ci porterà a scoprire le più belle corti rinascimentali e le più grandi personalità di quell’affascinante periodo storico.

libro michelangeloBologna, 1494. Gli ospiti di palazzetto Aldrovandi hanno occhi solo per lui, un giovane artista schivo e irrequieto. Ha il naso schiacciato, da lottatore, e le labbra carnose di chi non sa trattenere un pensiero in bocca: di nome fa Michelangelo Buonarroti e la parlata tradisce la sua provenienza da Firenze. A meno di vent’anni è già uno dei favoriti alla corte medicea, dove l’ha voluto il Magnifico, ma ha lasciato la città prima dell’ondata di terrore dei roghi del Savonarola. E ora, libero dai capricci di un committente, sta realizzando una scultura marmorea che è destinata a cambiargli la vita. Il Cupido dormiente è un omaggio ai maestri dell’antichità, ma se in tempi così duri mettere un tozzo di pane in tavola è un’impresa anche per un astro nascente come lui, affidarlo a un apprezzato mercante d’arte come Baldassarre del Milanese è quasi una necessità. E così, mentre il suo autore è ostaggio di una passione da cui non sa se farsi travolgere, l’Amorino inizia un viaggio per le corti italiane che si trasforma presto in una vera e propria caccia. Da Caterina Sforza, pericolosa alchimista, allo spietato Cesare Borgia, ognuno è disposto a pagare la statua con il sangue. Per arrivare al cuore più segreto del Rinascimento, un luogo dove ogni cosa che l’uomo abbia mai sognato diventa possibile.

Moderatore della serata il classicista Alessandro Cerioli.

Il dopo presentazione sarà caratterizzato dal consueto Aperitivo con l’Autrice (su prenotazione), a partire dalle ore 20.30, presso La buvette del Grand Hotel Victoria.

Il costo dell’aperitivo sarà di € 20
Info & Prenotazioni al numero +39 0344 32003 o al contatto e-mail info@grandhotelvictoria.it

L’Enigma Michelangelo è edito da Rizzoli

 

eventi como piccolo

ALESSANDRO SIPOLO live

alessandro sipolo
Chi sono oggi gli eretici? Sembra chiedersi questo Alessandro Sipolo in “Eresie”, disco uscito lo scorso novembre trainato dal singolo “Le mani sulla città” le cui canzoni faranno da ossatura al concerto che il cantautore bresciano, accompagnato da Omar Ghazouli alla chitarra, terrà sabato 19 marzo al Wizard Rock Pub di Cantù via Ariberto 3 (ingresso libero, inizio ore 21.30, in apertura Michela Chimi).
[su_youtube url=”https://www.youtube.com/watch?v=r4IkNMOb34w&feature=youtu.be”]
eventi como piccolo

CAMERA CON MUSICA
Appuntamento con la rassegna cameristica del Teatro Sociale di Como
20 marzo in Sala Bianca alle ore 11.00. Ingresso libero

Continua la stagione cameristica del Teatro Sociale di Como, nell’elegante cornice della Sala Bianca. Domenica 20 marzo alle ore 11.00 vi aspetta IL GARDELLINO, concerto di pezzi vivaldiani barocchi messi insieme da Paolo Beschi, docente di musica d’insieme a Como e da molto tempo grande studioso della prassi esecutiva antica su strumenti originali.

vivaldi

Questo ensemble, nato come laboratorio d’orchestra da camera all’interno del Conservatorio G. Verdi di Como, è formato da studenti e ex-studenti interessati all’approfondimento della prassi esecutiva barocca per organico orchestrale.  I concerti da camera di Vivaldi, scritti per più strumenti (da tre a sei) e continuo, sono un raro esempio di composizioni con un organico così eterogeneo e ben bilanciato. In un concerto da camera tutte le parti sono obbligate e presentano un fitto intreccio, suonando all’unisono solo per produrre effetti particolari. Le qualità che maggiormente possiamo ammirare nei concerti da camera di Vivaldi, a parte il pregio di rarità costituito dal loro numero ridotto, sono le raffinatezze timbriche e l’intuizione del linguaggio naturale di ogni strumento. Questi concerti sono più prossimi alla moderna concezione della musica da camera di qualunque altra composizione vivaldiana.

Flauto Giacomo Micheli Oboe Federico Sacco Violino Matilde Tosetti Fagotto Marco Bottet Violoncello       Riccardo Marelli Contrabbasso  Gang Seung Liuto Marco Baronchelli Clavicembalo  Mattia Marelli

I concerti di Camera con musica sono tutti ad ingresso libero.

 

eventi como piccolo

CONCERTO D’ORGANO A MARIANO COMENSE
In occasione della Giornata Fai di primavera edizione 2016 l’Amministrazione Comunale di Mariano Comense ha organizzato un concerto  del maestro Roberto Mucci sull’organo Prestinari – Bernasconi della chiesa di S Stefano a Mariano Comense domenica 20 marzo alle ore 21.00.
concerto mariano locandina

 

eventi como piccolo

CONCERTO JAZZ DI PASQUA AD ALBAVILLA

Domenica 20 marzo alle ore 21.00 presso il Cineteatro della Rosa di Albavilla si terrà il concerto di Pasqua “Swing Era” – Grass’ Big Band insieme a Paolo Tomelleri e Emilio Soana.

tomelleri grass-big-band_0

La Grass’ Big Band è un’orchestra composta da 18 elementi nata nel 2007 per spontanea iniziativa dei docenti del corso musicale della scuola media Puecher.
L’orchestra lavora con l’organico tradizionale di 5 sax, 4 tromboni, 4 trombe e sezione ritmica.
Nel corso degli anni ha affrontato diversi repertori appartenenti ai diversi stili del jazz (tradizionale, swing, blues, latin fino al repertorio arrangiato dal saxofonista e arrangiatore e band leader americano Bob Mintzer).
Il concerto in programma è incentrato sulla Swing Era, cioè lo stile jazzistico che spopolò durante gli anni ’30 a New York e in generale negli Stati Uniti, con le grandi orchestre bianche e nere, tra cui le più celebri furono quelle di Ellington, Basie, Lunceford, Goodman, Shaw, Webb. Lo swing è sopravvissuto fino i nostri giorni, anche se il periodo di massimo successo come musica da ballo tramontò con la seconda guerra mondiale e l’ingresso in guerra degli USA, che sacrificò le sorti delle grandi orchestre.
La Grass’ Big Band ha l’onore di ospitare per questo concerto due grandi solisti: Paolo Tomelleri (clarinetto) e Emilio Soana (tromba).

Costo dei biglietti: 12,00 € per gli adulti, 8,00 € per i ragazzi sino ai 14 anni e over 65 anni

eventi como piccolo

Domenica 20 marzo dalle 19.30 in avanti Serata Band di NOTA SU NOTA All’UnaeTrentacinqueCirca di Cantù in via Papa Giovanni XXIII. Si esibiranno allievi e docenti. Ingresso gratuito

nota su nota

 

 

 

Più informazioni su