CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Beethoven 7 al Teatro Sociale di Como

Più informazioni su

Il ciclo Beethoveniano della stagione del Teatro Sociale di Como si concluderà mercoledì 16 marzo alle ore 20.30, con la Settima sinfonia eseguita dall’Orchestra Haydn di Bolzano e Trento sotto la direzione del Maestro Alessandro Cadario, che – nonostante la giovane età – fa già parlare molto bene di sé.

Cadario, che è spesso ospite di importanti orchestre italiane, è salito per la prima volta sul podio dell’Orchestra Haydn martedì 8 marzo a Cles (TN), e da lì è partito questo mini tour che arriverà anche a Como. In programma la Sinfonia n. 94 di Haydn “La sorpresa” (una delle “londinesi”, le dodici sinfonie che il compositore scrisse fra il ’91 e il ’95 in occasione delle sue tournees in Inghilterra), la Sinfonia dal Matrimonio Segreto di Domenico Cimarosa e la Settima Sinfonia di Beethoven. Quest’ultima, fu terminata nel 1812 e venne eseguita all’Universitätssaal di Vienna durante un concerto benefico a vantaggio dei soldati austriaci e bavaresi feriti nella battaglia napoleonica di Hanau. Dato lo scopo patriottico, i migliori strumentisti allora presenti a Vienna vollero far parte dell’orchestra, che era diretta dallo stesso autore: in un clima di comprensibile entusiasmo, la nuova opera ebbe un battesimo felicissimo, coronato da un successo che sarebbe rimasto senza eccezioni presso i pubblici di tutto il mondo e di tutte le età.

Teatro Sociale di Como

BEETHOVEN 7

mercoledì, 16 marzo  – ore 20.30

Programma

Domenico Cimarosa

da Il matrimonio segreto

Sinfonia 

Franz Joseph Haydn

Sinfonia n. 94 in sol maggiore Hob. I/94 La sorpresa

Adagio. Vivace assai

Andante

Minuetto e Trio

Allegro molto 

Ludwig Van Beethoven

Sinfonia n. 7 in fa maggiore op. 92

Poco sostenuto. Vivace

Allegretto

Presto

Allegro con brio 

 Direttore

Alessandro Cadario

Orchestra Haydn di Bolzano e Trento 

Biglietti in vendita presso la biglietteria del Teatro e online su www.teatrosocialecomo.it
Prezzi da 20€ + prevendita.

hydin locandina

 

ALESSANDRO CADARIO

hydin Cadario ph Daverio

 Direttore d’orchestra dal gesto raffinato ed espressivo Alessandro Cadario ha saputo affermarsi per la sua presenza carismatica e le convincenti interpretazioni sia nel repertorio sinfonico che operistico.

Nel 2006 debutta al Lincoln Center di New York con grande successo, presentando una delle sue opere per coro e orchestra.

Dopo aver vinto il concorso internazionale di direzione d’orchestra “Peter Maag” ha rapidamente attirato l’attenzione internazionale presentandosi come uno dei più interessanti direttori d’orchestra italiani della nuova generazione.

Nell’aprile 2015 è stato invitato a dirigere al Teatro Petruzzelli di Bari. Il concerto ha ricevuto ottimi consensi da parte della stampa che ha soprattutto apprezzato l’interpretazione rossiniana: “Stabat Mater: con Cadario è un gran Rossini”.

Ha collaborato finora con importanti orchestre fra le quali: Orchestra e Coro del Teatro Petruzzelli di Bari, Orchestra Filarmonica di Monte-Carlo, Orchestra Filarmonica della Fenice, Orchestra e Coro del Teatro Lirico di Cagliari, Concerto Budapest, Cameristi della Scala, Orchestra I Pomeriggi Musicali di Milano, Orchestra di Padova e del Veneto, Camerata Strumentale Pratese, Orchestra Filarmonica di Torino, Sofia Festival Orchestra.

Ha inoltre collaborato con solisti come Mario Brunello, Vittorio Grigolo, Alessandro Carbonare.

Tra gli impegni più rilevanti della scorsa stagione il suo debutto operistico al Maggio Musicale Fiorentino, oltre alla direzione di repertorio sinfonico e lirico all’ Arena di Verona, al Teatro alla Scala di Milano, al Teatro Nazionale dell’Opera e del Balletto di Albania e alla Società del Quartetto di Milano.

E’ inoltre collaboratore nella preparazione di FuturOrchestra, Orchestra Giovanile Lombarda, e dell’ Orchestra Nazionale del Sistema delle Orchestre e dei Cori Giovanili in Italia, progetto fortemente voluto dal M° Claudio Abbado.

Oltre al repertorio classico Alessandro Cadario rivolge la sua attenzione alla musica contemporanea che interpreta con particolare dedizione vista la sua duplice natura di direttore e compositore.
Nella stagione 2013-2014 ha presentato il suo ultimo lavoro sinfonico per attore e orchestra su testi di Rilke presso il Teatro dell’ Opera di Darmstadt.

Alessandro Cadario ha compiuto gli studi di direzione d’orchestra con il massimo dei voti al Conservatorio G. Verdi di Milano perfezionandosi, con due diplomi di merito, presso l’Accademia Musicale Chigiana di Siena. Ha inoltre conseguito il diploma di violino, la laurea in direzione di coro ed in composizione, entrambe con il massimo dei voti e la lode.

ORCHESTRA HAYDN DI BOLZANO E TRENTO

haydn-30

L’Orchestra Haydn si è costituita nel 1960 per iniziativa dei Comuni e delle Province di Bolzano e di Trento e gode dei finanziamenti ministeriali del Fondo unico per lo spettacolo (fus). Il suo repertorio spazia dal barocco ai contemporanei; in più occasioni autori come Luigi Dallapiccola, Luigi Nono, Luciano Berio, Franco Donatoni, Giorgio Battistelli, Matteo D’Amico e Giovanni Sollima le hanno affidato dei loro lavori in prima esecuzione assoluta.

L’Orchestra Haydn ha preso parte a diversi festivals internazionali, apparendo in Austria (a Bregenz, Erl, al Mozarteum di Salisburgo e al Musikverein di Vienna), Germania, Giappone (a Otsu e Tokio), Italia (in numerose sale da concerto, da Firenze a Milano, alla Sagra Musicale Umbra di Perugia e al Rossini Opera Festival di Pesaro), nei Paesi Bassi, negli Stati Uniti d’America, in Svizzera e in Ungheria.

Sul suo podio sono saliti, fra gli altri, Claudio Abbado, Rinaldo Alessandrini, Riccardo Chailly, Ottavio Dantone, Eliahu Inbal, Alain Lombard, Jesús López-Cobos, Neville Marriner, Riccardo Muti, Daniel Oren, José Serebrier e Alberto Zedda; dopo il fondatore Antonio Pedrotti si sono avvicendati come direttori stabili Hermann Michael, Alun Francis, Christian Mandeal e Ola Rudner. Dopo la quasi trentennale guida di Andrea Mascagni, alla direzione artistica si sono avvicendati Hubert Stuppner, Gustav Kuhn (2003-2012) e Daniele Spini (dal 2013); dal 2014 Arvo Volmer è il nuovo direttore principale dell’Orchestra.

Moltissime sono le registrazioni radiofoniche e televisive per la rai; ampio il catalogo di cd e dvd realizzati per Agorá (l’Oratorio San Francesco dell’altoatesino Padre Hartmann), Amadeus (il Triplo Concerto di Beethoven con il Trio di Parma), Arts, Camerata Tokyo (Concerti per flauto con Wolfgang Schulz), col legno (i cicli completi delle Sinfonie di Beethoven, Schumann e Brahms con Gustav Kuhn), Concerto, cpo (musiche di Domenico Cimarosa, Alfredo Casella e Riccardo Zandonai nonché del bolzanino Ludwig Thuille), Dynamic (Concerti per violino di Henri Vieuxtemps con Massimo Quarta), Multigram, Naxos (diverse opere di Rossini), Opus Arte, rca (Adelia di Donizetti), Unitel (Alzira di Verdi), Universal (arie d’opera con il tenore Saimir Pirgu), vmc Classic e Zecchini.

Più informazioni su