CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Battiston porta in scena “Morte di Danton” al LAC di Lugano

Più informazioni su

George Jacques Danton fu uno dei protagonisti della Rivoluzione francese che rimasero impressi a fuoco vivo nell’immaginario collettivo. A lui, ghigliottinato nel 1794 durante il periodo del Terrore, oggi, presta il volto e il corpo l’attore  Giuseppe Battiston diretto da Mario Martone nella piece teatrale “Morte di Danton” in prima internazionale nella Sala Teatro del LAC di Lugano martedì e mercoledì prossimi.  

Tratto da “La morte di Danton” dello scrittore e anatomista Georg Büchner, morto a ventiquattro anni dopo un’appassionata e tormentata esistenza nella quale ci ha lasciato alcuni tra i testi più significativi del teatro moderno, come “Woyzeck” e “Leonce e Lena”, il testo scritto in sole cinque settimane, tra il gennaio ed il febbraio del 1835 descrive l’atmosfera degli ultimi giorni del Terrore, la caduta di Georges Jacques Danton  e l’antagonismo che lo contrappone a Maximilien de Robespierre.

morte di danton

Il discorso drammatico è concentrato proprio sulla contrapposizione tra i due alfieri della Rivoluzione francese, compagni prima e avversari in seguito, entrambi destinati alla ghigliottina a pochi giorni di distanza l’uno dall’altro. Danton non crede alla necessità del Terrore e difende una visione del mondo liberale e tollerante, anche se consapevole dei limiti dell’azione rivoluzionaria; il suo antagonista, invece, incarna la linea giacobina, stoica, intransigente e furiosa. La fatica di Danton, che si contrappone con lucida razionalità al fanatismo di Robespierre, altro non è che la sfiducia nella possibilità di trasformare il mondo, una visione del reale che tuttavia non incrina la volontà di lotta e la coscienza di trovarsi dalla parte giusta della storia.

Capace di esercitare ancora oggi una potente attrazione, Büchner nutre “La morte di Danton” di una serie di temi tutti rilevanti per il nostro tempo: la natura della rivoluzione, il rapporto tra uomini e donne, l’amicizia, la classe, il determinismo, il materialismo e il ruolo del teatro stesso

LAC  Sala Teatro – Riva Vincenzo Vela, Lugano

martedì 15 e mercoledì 16 marzo, inizio ore 20.00

Morte di Danton

Di: Georg Büchner
Regia di: Mario Martone
Con: Giuseppe Battiston, Paolo Pierobon e cast in via di definizione
Produzione: Teatro Stabile di Torino – Teatro Nazionale

biglietto

Intero da CHF 30.-

Maggiori informazioni: www.luganoinscena.ch

Più informazioni su