CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Basket in carrozzina: impresa della Briantea, è in finale di Champions

Più informazioni su

La Mia-Briantea torna a giocarsi la Coppa dei Campioni di basket in carrozzina. Per il terzo anno consecutivo il club canturino ha scritto il suo nome tra le 8 formazioni più forti d’Europa. Un’elezione avvenuta a pieni voti ad Alba Adriatica, dove la Mia ha sbaragliato tutti gli avversari del Gruppo B, dal più innocuo Meaux ai dominatori turchi del Galatasaray, altra finalista attesa a Zwickau dal 5 all’8 maggio. Irresistibile, concreta, spietata e a tratti spettacolare. Questi gli ingredienti di un gruppo che sulla carta ha tutti i numeri per farsi sentire e ora sta anche iniziando a crederci.

Dopo la vittoria nel derby italiano contro i padroni di casa di Giulianova (69-77), la Mia ha archiviato la pratica Gran Canaria (78-68) nella giornata di venerdì. Il sabato è iniziato di buon mattino con la cavalcata sui turchi (59-65), che di fatto ha proiettato i canturini verso la qualificazione. Ciliegina sulla torta la netta affermazione sui francesi di Meaux per 80-54, con un Brian Bell che ha mostrato a tutti la sua classe, insieme al nazionale Francesco Santorelli. La Final 8 di Coppa dei Campioni parlerà molto italiano, dato che anche Santa Lucia e Porto Torres sono uscite vincenti dai loro rispettivi gironi. A conferma di una grande competitività del basket nazionale.

sagar al tiro

“Chiudiamo questa due giorni di basket con una grande prestazione – ha commentato il coach della Mia Marco Bergna -, sapevamo di non poter sbagliare nulla e così è stato, pur con tutti gli alti e bassi che una competizione così serrata comporta. La stanchezza, l’accumulo di tensione, le partite molto ravvicinate sono elementi che aggiungono difficoltà a un torneo che già di per sé non regala niente. In ogni caso, obiettivo Final8 centrato. Abbiamo visto una bella rotazione in campo, il feeling di squadra si è andato costruendo ma la prestazione di ognuno è stata di grande qualità e intensità. Ora la testa torna al campionato italiano, ci aspettano ancora tre incontri prima della fase playoff e comunque non è il momento di perdere la concentrazione”.

Più informazioni su