CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Tavernerio: domenica lo Usa Car Show a Villa Santa Maria

Tavernerio: domenica lo USA Car Show a Villa Santa Maria. Mattinata nel segno dei motori e del mito americano domenica 13 marzo. Il Centro di Tavernerio, specializzato nella cura e riabilitazione di bambini e ragazzi affetti da autismo e patologie neuropsichiatriche, ospiterà infatti il raduno di auto americane “Usa Car Show” organizzato dal Gruppo Nightcruisers.
A partire dalle 11 e fino alle 12.30 davanti all’ingresso della struttura, in via IV Novembre, saranno in esposizione una ventina di gioielli dell’industria automobilistica americana. Tra questi anche modelli che hanno fatto la storia delle quattro ruote a stelle strisce come la Chevrolet Corvette e la Ford Mustang, veri propri oggetti di culto per gli amanti dei motori.
Un evento aperto non solo agli ospiti del Centro e ai loro famigliari, ma a tutti gli appassionati, nel corso del quale il Gruppo Nightcruisers donerà a Villa Santa Maria un contributo frutto dell’iniziativa benefica realizzata nei mesi scorsi. Grazie all’impegno della madre di uno dei ragazzi in cura presso la struttura, tra gennaio e febbraio il gruppo ha infatti raccolto fondi a favore delle attività del Centro attraverso la vendita di un calendario sul quale, oltre alle foto degli esemplari più pregiati della produzione americana, sono state pubblicate citazioni dei più celebri piloti e appassionati di automobilismo a livello mondiale. Da Gilles Villeneuve ad Ayrton Senna, da Juan Manuel Fangio a Michael Schumacher, da Steve McQueen a Colin McRae, solo per citarne alcuni.
“Un contributo generoso che verrà utilizzato per l’acquisto di attrezzature per la nuova palestra che stiamo realizzando accanto alla Centro”, spiega la dottoressa Gaetana Mariani, presidente e direttore generale di Villa Santa Maria “e per il quale siamo molto grati a questi nostri amici. Il loro impegno garantirà un sostegno prezioso alle nostre attività e, con l’evento di domenica, anche un importante momento di divertimento e svago per i nostri ragazzi da condividere con le famiglie e con la comunità”.