CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Como: segnali positivi dalla meccanica, opportunità dall’industria

Più informazioni su

Segnali positivi arrivano dalla meccanica e dalla subfornitura lombarde, punto di riferimento per l’industria manifatturiera regionale, che hanno visto chiudersi il 2015 con fatturati in crescita (per il 47,4%), ordinativi adeguati (67,1%) e una crescente soddisfazione (il 61% degli imprenditori è ampiamente soddisfatto). Anche sul fronte dell’occupazione si registrano importanti risultati. Nel 2015 se 5 imprese su 10 hanno mantenuto stabile il proprio personale (50,7%), oltre un terzo (35,2%) lo ha aumentato; per l’anno in corso son oltre tre su dieci (31,9%) a prospettare nuove assunzioni mentre oltre sei su dieci (63,8%) non prevedono variazioni. Questo quanto emerge dall’Osservatorio MECSPE realizzato da Senaf in occasione di MECSPE, la fiera internazionale delle tecnologie per l’innovazione (Fiere di Parma, 17-19 marzo 2016) che  – con quasi 1.600 espositori presenti nei 10 saloni tematici, 24 unità dimostrative e isole di lavorazione, 6 piazze d’eccellenza e 72 convegni tecnici – sarà l’occasione per trovare soluzioni e processi che ottimizzino la propria produzione e incontrare partner con cui sviluppare concrete occasioni di business.

“I numeri emersi dall’Osservatorio MECSPE non fanno che confermare che ci troviamo di fronte a un comparto in forte ripresa e che mette al centro il capitale umano, grazie anche al Jobs Act che per le imprese è un strumento efficace per trovare nuove risorse – afferma Emilio Bianchi, Direttore di Senaf – Eppure questo non è sufficiente. Per essere competitivi e avere successo, bisogna avere, oggi più che mai, personale formato: investire in formazione costa, ma porta a performance migliori”

Tornando ai dati dell’Osservatorio MECSPE si vede come nel 2015, il 34,3% ha dedicato alla formazione dei propri dipendenti “fino a 10 ore all’anno”, ben il 25,7% “tra le 11 e le 20” e il 30% “oltre le 21 ore”, mentre solo il 10% non ha fornito formazione. Per il 2016, oltre otto imprenditori su dieci (85,3%) investiranno nell’aggiornamento dei propri dipendenti, e il 16,2% aumenterà il budget dedicato rispetto all’anno precedente.

Nella provincia di Como, secondo i dati Excelsior-Unioncamere ed elaborati da Senaf in occasione di MECSPE (Fiere di Parma, 17 – 19 marzo 2016), nel primo trimestre 2016 si prevedono 1.310 assunzioni di dipendenti, anche se questo non significa un incremento di occupazione sul territorio perché non considera le cessazioni di rapporti lavorativi. Di queste il 28%, pari a 360, riguardano l’industria, con contratti che saranno prevalentemente a tempo determinato (per il 60%).

Nello specifico: le industrie metalmeccaniche ed elettroniche prevedono di assumere, in questi primi tre mesi dell’anno, 140 operatori (39% del totale industria); le Industrie tessili, dell’abbigliamento, del cuoio e delle calzature 80 (22%); le Industrie del legno e del mobile 40 (11%); le “Altre industrie” 100 (28%). I profili più ricercati sono quelli di operai specializzati (65%) e il 68% richiede in generale esperienza specifica.

 

Più informazioni su