CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Como Classica: stasera al Sociale la Milano Chamber Orchestra

Più informazioni su

Dopo il grande successo della prima serata, torna per il secondo appuntamento  Como Classica edizione 2016. Quesra sera  alle ore 21, il Teatro Sociale cittadino ospiterà un  Concerto di Gala che vedrà protagonista  la Milano Chamber Orchestra diretta dal M° Hakan Sensoy che accompagnerà diversi solisti.

La Milano Chamber Orchestra è una realtà che, proprio come Como Classica, guarda oltre i luoghi comuni della musica classica. Il suo obiettivo principale è quello di avvicinare il pubblico con un approccio più fresco e più aperto, soprattutto attraverso la scelta del programma, incentrato principalmente sul repertorio d’archi. Ha al proprio attivo numerosi concerti e partecipazioni a importanti festival tra i quali il LongLake Festival di Lugano, con la violoncellista Christine Walevska diretti da Christian Bellisario, il Chamber Music Fest di Durazzo, per gli Amici della Musica al Castello Sforzesco di Milano con Francesco De Angelis (konzertmeister del Teatro alla Scala). Si è esibita in diverse occasioni per EXPO Milano 2015 e presso la sala “G. Verdi” del Conservatorio di Milano. Oltre al repertorio per archi si esibisce sovente anche in formazione sinfonica diretta da Michele Spotti e Marco Seco. L’orchestra è costituita da 20 elementi, tutti diplomati nei conservatori italiani ed esteri con il massimo dei voti.

Il sodalizio della serata vedrà la Milano Chamber  Orchestra   accompagnare in primis il violinista Davide Alogna, che è anche il direttore artistico della Stagione, e  la flautista Jae-A Yoo, artista Sony Classical che ha calcato i più grandi palcoscenici di tutto il mondo, che eseguirà le celebri Quattro Stagioni di Vivaldi in una originale versione per flauto.

Il programma , oltre  alle Quattro Stagioni, prevede “Holberg Suite” op.40 di Edvard Grieg, il Concerto per violino in la minore BWV 1041 e il Concerto per due violini in re minore BWV 1043 di Johann Sebastian Bach.

Hakan Sensoy

Direttore e violinista solista riconosciuto a livello internazionale, ha iniziato lo studio del violino al Conservatorio Nazionale di Istanbul come bambino prodigio. Si è esibito da solista nelle principali sale da concerto in Europa e negli Stati Uniti, tra cui l’Auditorium del Museo Louvre di Parigi, la Carnegie Hall e il Lincoln Center a New York. Viene regolarmente invitato in occasione di importanti festival in Italia, Francia, Grecia, Olanda, Svizzera, Svezia, Inghilterra, Repubblica Ceca, Messico, Venezuela, Singapore. Ha iniziato gli studi di direzione all’età di 16 anni e dopo il diploma ha diretto alcuni tra i solisti più importanti, come Shlomo Mintz, Raphael Walfisch, Fazil Say e Cihat Askin. In qualità di direttore ha lavorato anche con Terence Blanced, The Bee Gees, Dreamtone, George Dalaras e Iris Mavraki’s Neverland. Hakan Sensoy è fondatore e direttore artistico della Istanbul Chamber Orchestra e della Filarmonia Istanbul ed è professore di violino presso il Conservatorio di Stato di Istanbul.

 

Jae-A Yoo, flauto

Nata a Seoul, Corea, si è diplomata a Parigi come allieva di Claude Lefebvre presso il CNR, dove ha vinto il Primo Premio all’unanimità. A 17 anni è stata ammessa al Conservatoire National Superieur de Musique de Paris. Jae-A Yoo ha preso parte a diverse masterclasses di importanti flautisti quali Julien Beaudiment, Michel Moragues, Felix Renggli, sir James Galway, Emily Beynone e Samuel Cole. Ha suonato da solista con la Royal Symphony Orchestra of Seoul, la Seoul Ars orchestra e la Czech Pilsen Orchestra alla Smetana Hall di Praga. Si è esibita da solista con numerosi ensemble e ha avuto l’onore di lavorare insieme a importanti direttori quali Charles Dutoit, Rafael Frühbeck de Burgos, Daniel Harding e Valery Gergiev. Jae-A ha ottenuto il primo premio al concorso Bellan in Francia e al Concorso dell’Associazione Nazionale del Flauto in Corea. È stata premiata anche al Concorso internazionale Giovani Talenti de “Festival de Musique des Jeunes Interpretes” e nel 2015 ha vinto il Concorso “Gheorghe Dima” in Romania. Il suo debutto discografico è stato per l’etichetta Sony con le Quattro Stagioni di Vivaldi.

 

Davide Alogna, violino.

È considerato uno dei giovani violinisti italiani più interessanti e talentuosi della sua generazione. Giuliano Carmignola ha definito Davide “un grandissimo talento” premiandolo con un “diploma d’onore” per la sua interpretazione di Mozart. Tiene regolarmente concerti in Europa, Sud America, Asia e si è esibito nelle sale più prestigiose quali Berliner Philarmonie, Smetana Hall di Praga, Salle Cortot Parigi, Herculesaalle e Gasteig di Monaco, Palau de Bellas Artes a Città del Messico. Ha registrato 7 cd da solista ed è inoltre docente di violino al Conservatorio “F.Cilea” di Reggio Calabria e professore all’IMEP di Bruxelles. Il Comune di Milano gli ha conferito il “Premio all’eccellenza nella Musica 2010” e nel 2009 gli è stato affidato uno Stradivari (1717, “Ex Heifetz”) per diversi concerti per la Rai e per il Consiglio dei Ministri. Ad aprile 2016 si esibirà in Giappone alla Suntory Hall di Tokyo con l’arpista Motoko Tanaka e a giugno salirà sul prestigioso palcoscenico della sala Stern nella Carnegie Hall di New York.

Ricordiamo che l’ingresso è gratuito ma riservato ai soci che sottoscriveranno la tessera annuale al costo di 20 euro.

In occasione di questo concerto sarà possibile sottoscrivere la tessera presso la biglietteria del Teatro Sociale di Como: dal 29 febbraio al 4 marzo si potranno ritirare i moduli per l’iscrizione (martedì e giovedì dalle 10 alle 14, mercoledì dalle 16 alle 20) e durante la giornata di sabato 5 marzo sarà possibile consegnare i moduli compilati e ricevere la tessera associativa (dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 18).

È possibile associarsi a Como Classica anche prima dell’inizio degli altri concerti della stagione; per ulteriori informazioni su come e dove è possibile sottoscrivere la tessera scrivere a comoclassica@gmail.com.

 

Il prossimo appuntamento con Como Classica si terrà giovedì 17 marzo alle 18 in un luogo speciale, la sede di Espansione Tv (via Sant’Abbondio 4, Como): un incontro tra parole e musica durante il quale il chitarrista Giulio Tampalini presenterà il libro sul suo percorso professionale e di vita “Finalmente ho perso tutto” (Infinito edizioni, 2015).

Più informazioni su