CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Ingegneria, una delle migliori scelte degli universitari italiani

Più informazioni su

Ingegneria, una delle migliori scelte degli universitari italiani.

È ancora vero che la laurea in ingegneria è tra quelle meglio in grado di assicurare opportunità lavorative, in tempi brevi?

Assolutamente sì, e lo confermano i dati ufficiali in materia. Chi si è laureato in ingegneria infatti risulta essere occupato ad un anno dalla laurea nel 76% dei casi contro la media del 56% di tutti i laureati italiani. Se poi si va a guardare la situazione a tre ed a cinque anni dalla laurea è possibile vedere che il tasso di occupazione finale degli ingegneri è del 91 e del 96% contro un media nazionale dei laureati che è rispettivamente del 73 e dell86%.

Al momento, e ci si riferisce ai dati congelati alla fine del 2015, il corso di laurea che sembra meglio interpretare le esigenze del mercato del lavoro è quello in ingegneria meccanica. Si tratta di un corso di laurea molto selettivo in cui le nozioni relative alle scienze matematiche ed alla fisica, si arricchiscono con lo studio delle dinamiche industriali e della progettazione meccanica (ed industriale).

Ingegneria meccanica è una di quelle lauree dove si consiglia vivamente di non mancare alcuna lezione, poiché è uno di quegli indirizzi da non affrontare da soli. A tutti coloro i quali hanno già iniziato a lavorare o non possono recarsi in sede per seguire le lezioni, ma sono comunque interessati a conseguire una laurea in ingegneria meccanica, si consiglia di visionare le offerte di università come la Niccolò Cusano in quanto danno la possibilità di seguire le lezioni direttamente da casa, e, quindi, ridurre a zero il rischio di rimanere indietro.

Ora la domanda che ci si potrebbe porre è quale sia la reale efficacia di un percorso di formazione ingegneristico in ambito industriale e meccanico paragonato a quella offerta da altri indirizzi ingegneristici.

Per comprendere fino in fondo i termini della questione e rispondere alla domanda di cui sopra può essere utile far riferimento ad alcuni dati nazionali. In particolare ci si riferisce in questo caso al totale delle assunzioni degli ingegneri nel corso dello scorso anno. Ebbene, se da un lato si conferma il momento d’oro dei laureati in ingegneria per i quali le assunzioni su base nazionale sono passate dalle 18 mila del 2014 alle 23 mila del 2015, dall’altro va sottolineato che di questi ultimi 23 mila quasi 5 mila sono stati ingegneri specializzati in ambito meccanico ed industriale.

Le industrie metalmeccaniche, nonostante il boom dell’ information technology, continuano infatti ad essere la prima fonte di lavoro per gli ingegneri; si stima infatti che nel corso dello scorso anno ne abbiamo assunti quasi 8 mila, ovvero oltre un terzo del totale poc’anzi visto delle assunzioni complessive di ingegneri su base nazionale.

Più informazioni su