CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

RISULTATI AUTOPSIA – Pensionato morto in casa: il rottweiler non lo ha aggredito

Non sarebbe stato un tentativo di aggressione del suo rottweiler, piuttosto un tentativo del cane di “svegliare” il padrone dopo che si era sentito male. I primi responsi dell’autopia, chiesta dalla procura di Como sul corpo di Cesare Poratti, l’uomo di 85 anni di Lurago d’Erba trovato morto settimana scorsa a casa, sono in netta controtendenza rispetto all’ipotesi iniziale di una aggressione violenta del cane. Secondo l’esame compiuto da Giovanni Scola, infatti, il pensionato si sarebbe sentito male cadendo a terra in casa e perdendo conoscenza. Da qui il successivo intervento del cane, che era con lui in casa, che potrebbe avere morso l’uomo quasi per cercare di “svegliarlo” da quella situazione. Il rottweiler, di proprietà del figlio di Angelo, carabiniere in servizio al Nucleo cinofilo di Casatenovo, è stato preso in consegna dalla Asl come prevede la prassi in casi simili. L’animale viveva a casa con il pensionato poi trovato morto venerdì sera a Lurago, via Bettolino,.