CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Marco Belcastro presenta l’album “Voglio una cosa dirti” a Cantù

Più informazioni su

Presentare un nuovo disco proprio nella settimana di Sanremo? Marco Belcastro può, anche se con il festival della canzone italiana ha poco a che fare. Non per snobbismo, ma il mondo musicale di Belcastro si muove in altre direzioni. Questa sera il musicista comasco sarà sul palco del Teatro San Teodoro di Cantù alle 20.30 con il folto gruppo di strumentisti che lo ha accompagnato nella realizzazione di “Voglio una cosa dirti “  l’ultimo album, anzi progetto come lo definisce Belcastro, nato dall’ispirazione di un testo poetico biblico: il Cantico dei Cantici nella traduzione del gesuita spagnolo Alonso Shockel.

marco belcastro2

L’occasione dell’incontro con il Cantico era stata la collaborazione musicale ad uno spettacolo teatrale che l’attrice Cristina Calì voleva dedicare al misticismo femminile. “Lo spettacolo è rimasto per adesso un progetto – dice Belcastro – ma le parole del Cantico, da lì ad un anno, divennero dodici canzoni: la musica aveva rivestito nuovamente, come in origine, le parole”. Negli ultimi due anni Marco Belcastro assieme a Simone Mauri al clarinetto basso, i Dissoi Logoi Alberto Morelli (percussioni, sanza e ance etniche) e Franco Parravicini (chitarra e corde etniche), Clara Zucchetti (voce, vibrafono e percussioni), hanno modellato le cantate coinvolgendo, di volta in volta, altri musicisti, cori amatoriali e non, su molti palchi live, fino a quando, lo scorso dicembre, i docici brani sono stai incisi nel cd che verrà presentato a Cantù con un vero e proprio concerto.

Teatro San Teodoro – via Corbetta 7 CANTU’

Giovedì 11 febbraio 2016, alle ore 21,

VOGLIO UNA COSA DIRTI
Il Cantico dei Cantici

con
Marco Belcastro: voce, chitarra, organetto diatonico
Simone Mauri: clarinetto basso
Alberto Morelli: armonium, percussioni, voce, kanjira,
sonagli, flauto bansuri, piffero, duduk, salterio, conchiglia
Franco Parravicini: arrangiamento, chitarra acustica,
chitarra portoghese, chitarra elettrica, saz
(chitarra saracena ), adungo ( arpetta africana ), basso
Clara Zucchetti: voce, percussioni, tamburo a cornice,
vibrafono.
Interverranno anche Barbara Seppi, Girolamo Pugliesi e Piero Mazzoli.

INGRESSO A OFFERTA LIBERA

 

Marco Belcastro 

Dopo la maturità scientifica ed aver studiato per anni chitarra classica, si dedica allo studio del pianoforte conseguendone il diploma presso il conservatorio di Verona nel 1990.

Si perfeziona in ‘Metodo Funzionale della Voce’ di Gisela Rohmert con gli insegnanti dell’istituto di Lichtenberg tra cui Gisela Romhert, Ruth Weimer e Martin Landzettel e si specializza in ‘Funzionalità vocale’ con Maria Silvia Roveri presso il centro di funzionalità vocale ‘Nova Cantica’ di S.Giustina (Belluno).

Approfondisce lo studio del canto indiano presso il conservatorio di Vicenza  e, a Benares (India), con il cantante Dhrupad Ritwik Sanyal.

Si diploma alla Civica Scuola di Animazione Pedagogica e Sociale di MIlano.

Si specializza nello studio dell’organetto diatonico con Vincenzo Caglioti

Negli anni 90 è leader con Vittorio Liberti del gruppo The MuRo

Conduce seminari e corsi individuali di Funzionalità Vocale.

Suona e canta in varie formazione dove propone repertori che vanno dalla canzone d’autore a musiche e canzoni di sua composizione e della tradizione popolare.

Collabora con la cooperativa ‘Progetto 98’ di Busto Arsizio come esperto vocale per la rieducazione al suono ed alla voce di persone colpite da traumi cerebrali o ictus.       

Ha collaborato come docente con la scuola NovaCantica di S.Giustina (Bl) diretta da Maria Silvia Roveri.

Collabora come cantante, musicista e compositore con l’attore Roberto Anglisani e con varie compagnie teatrali italiane.

Incide i cd “Farfalle gialle” (in collaborazione con Simone Mauri), “Melquìades Emporio” (con il quartetto ‘Melquìades’) e SoloVolo (con M.Antonietta Puggioni) con musiche di sua composizione.

(da www.marcobelcasro.it)

Più informazioni su