CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

“Volti Profanati”: la violenza sulle donne spiegata agli uomini di domani

Più informazioni su

Con il seminario “Volti profanati – la violenza sessuale sulle donne in una lettura multidisciplinare” organizzato da L.U.de.S. martedì 9 febbraio nell’Aula magna dell’Ateneo (via dei Faggi 4, quartiere La Sguancia) a Lugano, a partire dalle 9,30, si affronta un tema di grande attualità e di estrema complessità, in un incontro aperto a tutti, giovani e futuri studenti, esperti del settore, ma anche liberi cittadini desiderosi di farsi un’opinione.

L’incontro è di fatto il primo atto pubblico del nuovo Corso di Laurea in Scienze Criminologiche Investigative e della Sicurezza che prenderà l’avvio con l’Anno Accademico 2016/2017. Come di consueto, in L.U.de.S. la formazione è sempre accompagnata da uno sguardo più ampio alla materia: ogni forma di scambio culturale e di esperienza didattica è vista come elemento utile allo sviluppo dell’autonomia e della responsabilità dello studente. Lo scopo finale dell’istruzione, nello spirito del fondatore di L.U.de.S Paolo Sotgiu, è arricchire positivamente l’esperienza umana dei propri studenti per formare individui completi.

Questo approccio, caratteristico di L.U.de.S, si riflette in un programma capace di affrontare i molteplici aspetti della violenza sessuale: c’è quello del recupero psicologico e medico dopo il trauma; si affrontano i meccanismi emozionali che fanno scattare la violenza, sia in una coppia, sia in modo compulsivo da parte di sconosciuti, analizzando ad esempio il comportamento dei sex offender, chi compie atti di violenza sessuale in modo programmato sulle sue vittime. Un argomento delicato in un dibattito aperto in cui è difficile distinguere un fenomeno criminale da una patologia eventualmente curabile. Un altro aspetto particolarmente brutale della violenza sessuale che verrà trattato al seminario è quello, radicato nella storia, dello stupro di guerra, documentato praticamente in ogni conflitto e ancora drammaticamente attuale come testimoniano i tanti casi di violenza sessuale registrati nel conflitto siriano.

La violenza sessuale sulle donne è sempre ingiustificabile in tutte le culture e circostanze, ma non è una sola, nasce da pensieri e contesti diversiafferma Manuela Di Martino, Presidente di L.U.de.S.Capire come si origina e in che modo si esercita è sicuramente il modo migliore per affrontarla, specie per una realtà didattica che ha il compito di dare ai giovani professionisti di domani gli strumenti per contrastare comportamenti devianti e criminali”.

Grazie alla lunga storia dell’Istituto, fondato nel 1999, e alla fitta rete di contatti accademici in tutto il mondo, il Seminario ospiterà l’intervento di personalità di fama internazionale provenienti dalle più diverse esperienze: psicologi, giuristi, filosofi, criminologi.

Volti profanati – programma 

– Fabio Gabrielli, Filosofo, Preside Facoltà di Scienze Umane: “L’altro come Volto che ci eccede”

– Giacomo Caristi, Avvocato: “Lo stupro di guerra”

– Fabiola Furnari, Magistrato: “La violenza sessuale quando la vittima è donna: stato dell’arte alla luce degli ultimi interventi normativi”

– Kim Noci, Ginecologo: “Accoglienza e gestione della donna violentata: il punto di vista ginecologico”

– Dialma Guida, Ostetrica: “Il cuore violentato: il perineo emozionale”

– Marino D’amore, Ricercatore in Criminologia: “La violenza sulle donne tra cultura sociale e comunicazione”

– Andrea Carta, Psicologo-psicoterapeuta: “L’elaborazione del trauma nella violenza sessuale: elementi di psicotraumatologia”

– Fabrizio Quattrini, Psicologo-psicoterapeuta-sessuologo: “Anatomia del male. Sex Offender e violenza di genere

Moderatore della giornata sarà Alfredo De Filippo, Avvocato, Coordinatore del Corso di Laurea in Scienze Criminologiche, Investigative e della Sicurezza.

 

Volti profanati la violenza sessuale sulle donne in una lettura multidisciplinare

9 febbraio 2016, ore 9.30 Aula Magna L.U.de.S.

via dei Faggi, 4 – Quartiere La Sguancia – Lugano Pazzallo – Tel. +4191 985 28 30 – www.uniludes.ch

Ingresso libero

 

ludes-4

 

 Cos’è il Corso di Laurea in Scienze Criminologiche, Investigative e della Sicurezza.

Il Corso di Laurea, triennale, preparerà professionisti in grado di affrontare in modo scientifico quella che è stata definita l’emergenza globale del terzo millennio: la sicurezza. Per farlo si avvale di strumenti concettuali di natura psicologica, antropologica, giuridica e di tecniche investigative aggiornate.  Senza tralasciare le adeguate competenze nelle metodiche riguardanti la sicurezza e la prevenzione della criminalità.

La L.U.de.S. si propone di favorire lo studio inerente lo scambio di informazione tra gli Stati e le varie organizzazioni per la sicurezza, di internazionalizzare le conoscenze criminologiche, mediante l’analisi e la comparazione dei vari sistemi penali degli Stati appartenenti all’Unione Europea iniziando da quello italiano, più prossimo, storicamente e geograficamente, sia alla Confederazione Elvetica sia a Malta, nuova sede principale dell’Istituto. L’attuale offerta formativa si rivolge, pertanto e segnatamente, agli studenti italiani.

Il laureato sarà in possesso di una approfondita conoscenza, tanto teorica quanto applicativa, di diversi ambiti delle discipline criminologiche, vittimologiche e della sicurezza. Sarà chiamato a gestire la sicurezza sia in contesti nazionali che stranieri, nell’organizzazione di grandi eventi, nella sicurezza dei siti industriali, negli aeroporti, nei porti e nei centri strategici delle vie di comunicazione.

Inoltre, avrà le competenze per gestire, “proteggere” e mettere in sicurezza dati sensibili di imprese pubbliche e private; collaborare con le organizzazioni statali per la difesa, l’investigazione e la sicurezza, sviluppando capacità e competenze per interagire tra le Forze armate, le Forze di polizia e la società civile.

 

 

Più informazioni su