CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Si alza il sipario dell’undicesima edizione del Festival del cinema italiano di Como (intervista)

I primi dieci anni  di questa manifestazione sono stati festeggiati l’anno scorso con un’edizione importante; ora il Festival del cinema italiano di Como prosegue il suo cammino sempre sotto il segno dell’altissima qualità delle pellicole proposte.

festival

Quest’undicesima edizione, che si svolgerà dal 30 gennaio al 7 febbraio al cinema Astra, è legata come non mai al nostro territorio: questo sia da un punto di vista del programma che dal punto di vista del sostegno alla manifestazione. Oltre all’aiuto garantito dallo “storico” sostenitore, il Settore Cultura della Provincia di Como, presente fin dalla prima edizione datata 2005, prosegue e si consolida la collaborazione con la Fondazione Comasca entro il progetto “Non uno di meno”, aumenta contributo degli istituti con la BCC di Alzate Brianza, la BCC di Cantù e la Fondazione Gruppo Credito Valtellinese. Si rinnovano il patrocinio del Comune di Como e l’apporto offerto dall’Hotel Terminus e l’azienda Lechler. L’edizione di quest’anno vede anche originarsi una collaborazione con Parolario che curerà l’appuntamento col “cinema scritto” questa sera, venerdì 29 gennaio alle ore 18.00 alla Feltrinelli.

Il Festival del cinema italiano di Como è cresciuto negli anni ed è apprezzato molto anche dagli addetti del settore per la massiccia presenza di pubblico, caldo, affezionato e competente, che accoglie con entusiasmo sia la filmografia proposta che i documentari programmati.

Matilde Gioli

Matilde Gioli

Tanti gli ospiti, come negli anni passati. Per fare alcuni nomi, si possono citare Marco D’Amore, Alessio Boni, Alessandro Tiberi e Paolo Cevoli. Come ogni Festival che si rispetti non manca la Madrina, che quest’anno sarà la bellissima Matilde Gioli, che ricordiamo per film, tra gli altri, come “Solo per il weekend” e “Belli di Papà” a fianco di Diego Abatantuono.

Ospite internazionale, sabato 6 febbraio, sarà Hadas Yaron, premiata con la Coppa Volpi come miglior interprete femminile al Festival di Venezia del 2012 per il film “La sposa promessa”, candidato all’Oscar come miglior film straniero. Hadas Yaron è interprete de “La felicità è un sistema complesso” di Gianni Zanasi, film che chiuderà la rassegna.

Tante le proposte  in questo Festival : si va dalle commedie ai film sperimentali, dai film impegnati ai documentari. Tutti con un unico comune denominatore: l’ elevata qualità che sta alla base di tutte le opere. La location sarà al cinema Astra, che da molti anni ospita il Festival, ed è ormai diventato parte integrante dallo stesso.

 

Il costo della tessera per l’intero festival è di 20€, si potrà acquistare presso il cinema Astra durante il festival o in prevendita nelle seguenti date:
Mercoledì 27 dalle 15.00 alle 17.00 e dalle 20.30 alle 21.30.
Giovedì 28 e Venerdì 29 dalle 20.30 alle 21.30.
Sabato 30 dalle 15.00 alle 18.00.

Qui di seguito l’intervista che Paolo Lipari, direttore artistico del Festival del cinema italiano di Como, ha rilasciato a Lorenzo Canali.

[su_frame]

IL CINEMA ITALIANO FESTIVAL A COMO 2016 – Intervista a Paolo Lipari by Lorenzo Canali on Mixcloud

[/su_frame]

QUESTO IL PROGRAMMA COMPLETO

festival cinema como