CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Libri, viaggi e musica: appuntamenti culturali in provincia

Più informazioni su

Molti appuntamenti culturali nei prossimi giorni su tutto il territorio provinciale. Ne abbiamo selezionati  alcuni che ci sembrano molto interessanti:

biblio inverigo gen2016 1

Biblioteca Comunale di Inverigo

Rassegna LA SCRITTURA DEL REGISTA
Ciclo di di sei incontri di dialogo tra cinema e letteratura.

Esistono molti modi con cui adattare un’opera letteraria per il cinema, e attraversano tutto lo spettro del possibile, dalla fedeltà assoluta sino al tradimento: in qualche caso più fortunato si può provare ad aprire la ‘scatola magica’ cercando di vederne all’opera qualche meccanismo.
Vi invitiamo ad avventurarvi con noi in questo mondo attraverso dodici incontri che vanno da gennaio e giugno 2016. Le nostre sagge guide in questo impervio viaggio saranno Ivano Gobbato, già protagonista di incontri letterari in molti luoghi di cultura della Brianza, e Alessandro Ronchi, giornalista, critico d’arte e studioso di cultura visiva.

SHINING

I° inconcontro
venerdì 22 gennaio, ore 21:
visione del film Shining di Stanley Kubrick con presentazione e commento di Alessandro Ronchi, studioso di cultura visiva.
INGRESSO CON TESSERA OLOCRICENIC CINECIRCOLO (costo € 3, vale per tutte le proiezioni di Olocricenic fino al 31/10/16)

Il programma completo della rassegna libro&film in biblioteca

biblio inverigo gen2016

 

biblio inverigo gen2016 2

Oratorio San Michele Cantù

L’ANGOLO dell’AVVENTURA presenta LA MIA AFRICA” – Raid Safari nell’Africa Australe dell’Ovest.  

Proiezione e racconto di Marco Briolini Viaggiatore e coordinatore di Viaggi Avventure Nel Mondo

Dal tuono delle Cascate Vittoria, attraverso Botswana e Namibia fino al Capo di Buona Speranza in Sud Africa. Il grande respiro dell’Africa Australe dell’Ovest, con i suoi Parchi Nazionali e il delta dell’Okawango dove ancora la natura regna selvaggia e sovrana. La bellezza senza tempo dell’etnia Himba. Dalle dune dorate del Namib Desert fino al verdeggiante Sud Africa con le sue coste tempestose alla ricerca del nostro passato e del nostro futuro.

VENERDI’ 22 gennaio 2016

Oratorio San Michele ,Via Andina 4, Cantù (CO)

Ore 21:00 – Ingresso Libero

biblio inverigo gen 2016 Meridionali-al-Nord

Biblioteca Comunale di Merone

Sabato 23 gennaio; ore 21

Presentazione del TESTO

MERIDIONALI AL NORD
Migrazioni interne e società italiana dal dopoguerra ad oggi

di Nazareno Panichella
Gabriele Ballarino (Dipartimento di scienze sociali e politiche dell’Università degli Studi di Milano) dialogherà con l’autore Nazareno Panichella sulla migrazione interna che ha vissuto il nostro paese, tema indagato nel testo Meridionali al Nord Migrazioni interne e società italiana dal dopoguerra ad oggi edito per i tipi della bolognese il Mulino.
Gli spostamenti dal Sud verso il Nord sono stati uno dei fenomeni più importanti nella storia recente del nostro paese. Nonostante la questione meridionale sia tornata al centro del dibattito pubblico e scientifico, sappiamo ancora poco sugli esiti a lungo termine di questa imponente migrazione interna. Il libro esamina i destini dei meridionali trasferitisi al Nord, in termini di percorsi occupazionali, mobilità sociale, carriere educative dei figli. La società italiana è stata capace di gestire uno spostamento di popolazione senza precedenti e di integrare, nel giro di due generazioni, milioni di emigrati meridionali? Cosa si può imparare dalla «vecchia» migrazione interna per governare le nuove migrazioni da altri paesi? 
Nazareno Panichella è ricercatore presso il Dipartimento di Scienze sociali e politiche dell’Università di Milano, dove dove insegna Sociologia Economica e Statistica per le scienze sociali.

biblio inverigo gen2016 3

Arci Xanadù / Spazio Gloria

SABATO 23 GENNAIO ore 21.30 

TRIBUTO A FABRIZIO DE ANDRE’– decima edizione! 

Orchestrina Suonatore Jones – Legnano
Fab Ensemble – Venezia
Anklebiters – San Vittore Olona
Umarelles – Milano
Filippo Andreani – Como
Roberto Durkovic & Fantasisti del Metrò – Pavia
Gianfranco D’Adda & Elena Lago Set – Legnano
Con la partecipazione di: Walter Pistarini – www.viadelcampo.com

Ingresso riservato ai soci Arci 12 € 

Prevedite on line disponibili scrivendo a: prenotazionigloria@gmail.com

 

biblio inverigo gen2016 4

 

Biblioteca Comunale di Inverigo

mercoledì 27 gennaio 2016 | ore 21

GIORNATA DELLA MEMORIA 2016
IVANO GOBBATO presenta

13,04

tratto da Le benevole di Jonathan Littell

 

Ivano Gobbato, già protagonista di incontri letterari in molti luoghi di cultura della Brianza, è ormai un ospite fisso presso la biblioteca comunale di Inverigo.
L’incontro di mercoledì 27 gennaio sarà basato su Le benevole dello scrittore franco-americano Jonathan Littell, pubblicato nel 2006 per i tipi della torinese Einaudi.Introduzione:
“Io ho varcato le cupe frontiere, e tutto quel male è entrato nella mia vita. Nulla di tutto ciò potrà mai essere riparato, mai. Nemmeno le parole servono a qualcosa, scompaiono come l’acqua nella sabbia. Ma sono un uomo come gli altri, sono un uomo come voi. E anche se vorrete credere che non siamo affatto fratelli, e mi direte che non volte starmi a sentire… beh, fratelli umani, lasciate che vi racconti com’è andata”.Trama [fonte: IBS.it]
Maximilian Aue dirige una fabbrica di merletti nel Nord della Francia, la guerra è ormai lontana. È nato in Alsazia da madre francese: parla così bene la lingua materna che non ha avuto difficoltà a nascondere, durante il caos del dopoguerra, il suo passato da ufficiale delle SS. Racconta la sua storia senza alcun rimorso. Infanzia in Francia, studi di diritto e di economia politica in Germania: il giovane Maximilian è intelligente, colto, omosessuale (in lui l’omosessualità si lega all’incesto, all’amore morboso per la sorella). Sorpreso in un luogo compromettente, viene salvato da un giovane SS che lo prende sotto la sua protezione: Max entra nelle SS anche perché è affascinato dall’ideologia nazista. Dopo essere stato a Parigi, passa sul fronte orientale: in qualità di ufficiale redige rapporti per i vertici del Reich sull’avanzare della campagna di Russia. Ferito alla testa a Stalingrado, si salva per miracolo e diventa un eroe nazionale. In seguito lavora a stretto contatto con Himmler per riorganizzare i campi di concentramento, e viene spedito a cercare in Ungheria manodopera per le industrie belliche. A Berlino si dedica alla scherma e al nuoto; assiste ai concerti diretti da Karajan e Furtwängler; ha una sterile storia sentimentale con una donna. Dopo un tentativo di fuga in Pomerania, ritorna nella capitale e vive il crepuscolo del nazismo. Un affresco epico e tragico, che fa rivivere la tragedia della seconda guerra mondiale dal punto di vista ripugnante dei carnefici.

Ingresso libero fino ad esaurimento posti

 

Più informazioni su