CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

FIBA EUROPE CUP – La FoxTown non resta gelata in Siberia: sconfitta di misura (CRONACA E FOTO)

Pari in tutto. Punti in classifica e differenza canestri. Si decide tutto nelle prossime due gare che la FoxTown giocherà entrambe a Cucciago, contro Tartu e Chalon. Oggi pomeriggio, in Siberia – dopo una trasferta molto lunga e impegnativa – brianzoli superati di tre lunghezze dall’Enisey Krasnoyarsk (94-91) nella gar di ritorno del secondo turno di Fiba Europe Cup. Una tripla in contropiede sulla sirena di Ukic consente a Cantù di “pareggiare” la differenza canestri nello scontro diretto con i russi. E dire che ancora a 15” dal termine, i siberiani erano avanti di 9 punti. Poi la rimonta e la sconfitta di misura. All’andata Cantù si era imposta di tre lunghezze. Dunque, tutto in parità.

Per Cantù, 26 punti di Abass, 15 di Heslip e Fesenko, 14 di Johnson. E proprio il capitano è stato ancora una volta grande protagonista della sfida in terra siberiana. Il momento clou della sfida nel secondo tempo: russi con un parziale di 9-0 con la FoxTown troppo poco reattiva in difesa. Ora per i ragazzi di Bazarevich un altrettanto impegnativo viaggio di ritorno verso Cantù. Rientro solo domani in serata.

BC Enisey – FoxTown Cantù 94-91 (Ukic 9, Abass 26, Heslip 15, Wojciechowski 2, Johnson 14, Tessitori 2, Fesenko 15, Hodge 8)

 IL COMMENTO DI ABASS
abass contro squadra siberia
Il capitano della FoxTown, Abass Awudu, commenta così la sconfitta a Krasnoyarsk: “Purtroppo quella di questa sera è stata una gara a senso unico per i nostri avversari. Siamo tornati a contatto almeno quattro o cinque volte, ma non siamo mai riusciti a mettere la testa avanti. Ogni volta che arrivavamo a tre o quattro punti di distanza, i russi segnavamo una bomba e scappavano via. Credo sia evidente che questa sconfitta è legata alla nostra brutta prestazione difensiva. Abbiamo concesso troppi canestri facili, anche sui tagli, per colpa di nostre disattenzioni. Abbiamo subito ben 50 punti nei primi due quarti e questo ci ha penalizzato”.