CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

DERBY AMARO, FOTO – Una Vitasnella sottotono a Varese: arriva la sconfitta

Una Vitasnela partita bene, ma poi smarritasi nel corso della partita. E Varese non fa sconti: suo il derby di oggi a Masnago 79 -66. Brianzoli non così brillanti come sette giorni fa in casa con Pesaro. Questa sera in campo senza tifosi.

LA CRONACA

varese cantù basket masnago

La bomba di Wayns, a due minuti dalla fine, uccide la rimonta brianzola e consegna il derby a Varese. Un match dominato sotto le plance dalla Openjobsmetis, a Cantù non bastano il capitano Abass, 19 punti e 6 rimbalzi, e un positivo JaJuan Johnson, 14 punti e 8 rimbalzi.  L’americano escluso della serata è Ross, in favore del recuperato Bergrenn. Parte subito bene l’Acqua Vitasnella, un vivo Tessitori promosso in quintetto sgomita in aria e fissa il primo allungo sull’8 a 2. Time out Varese e Rihard Kuksis ricuce il mini distacco sull’11 a 12. Brad Heslip si mette al lavoro e punisce una buona difesa con una tripla allo scadere dei 24. Una Openjobmetis imprecisa ai tiri liberi si riporta sotto grazie a Mouhammad Faye, i rimbalzi offensivi (impressionante il dato a fine quarto: 12 a 2 in loro favore) e una generosa difesa canturina e chiude il quarto indietro di una lunghezza, 20 a 21. Da segnalare lo striscione degli Arditi, gli ultras varesini: «Non c’è derby senza rivali», una contestazione alla decisione presa dall’Osservatorio di vietare la trasferta ai supporter avversari.

Il secondo quarto ha un padrone unico e indiscusso: i biancorossi mettono subito la freccia, tolgono il tiro dall’arco all’ Acqua Vitasnella e, complice un tecnico di un negativo Walter Hodge, si portano sul 45 a 30. Si conclude il parziale sul 45 a 34, con un’impressionante 26 a 14 a rimbalzo. La ripresa comincia sulla falsa riga della prima metà gara, e Bazarevich costretto a chiamare time out dopo 4 minuti sul 51- 37. Sterilità offensiva da ambo le parti, l’Acqua Vitasnella resta in linea di galleggiamento grazie al capitano Abass. Dopo un mini parziale di 4 -0 firmato JaJuan Johnson e Jakub Wojciechovski, è Moretti a chiamare il time out. Immediatamente, i prealpini si riportano subito sopra di 15. La terza sirena, dopo due palle perse di Walter Hodge e una schiacciata di Abass (verificata all’instant replay), fissa il punteggio sul 64 a 52.

Nell’ultima frazione, l’Acqua Vitasnella cresce in intensità: il capitano e Johnson ci credono, una tripla di Heslip punisce gli errori al tiro di Varese e porta il punteggio sul 68 a 62. Cantù si porta a quattro punti ma alcuni errori e una tripla di Wayns uccidono le speranze. Il punteggio finale dice 79 a 66, il PalaWhirlpool in festa rivolge il famoso “cata su” al settore vuoto dei supporter brianzoli. Abass e Johnson i biancoblù migliori, mentre fra i padroni di casa risaltano i 19 di un redivivo Wayns e i 10 di Ferrero.

OPENJOBMETIS VARESE 79

ACQUA VITASNELLA CANTU’ 66

(20 – 21, 45 – 34, 64 – 52)

OPENJOBMETIS VARESE: Davies 8, Faye 8, Wayns 19, Varanauskas 5, Molinaro n.e., Cavaliero 3, Campani 5, Kangur 9, Rossi n.e., Ferrero 10, Pietrini n.e., Kuksiks 12. All. Moretti.

ACQUA VITASNELLA CANTU’: Berggren, Abass 19, Heslip 13, Zugno n.e., Wojciechowski 6, Cesana, Johnson 14, Tessitori 4, Hasbrouck, Hodge 10. All. Bazarevich.

 

Arbitri: Paternicò, Baldini, Caiazza.