CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

La “generazione disagio” sul palco del Teatro San Teodoro

Più informazioni su

Sei un precario? Uno stagista non retribuito? Un disagiato della generazione dei 30enni senza fisso lavoro? Allora sappi che venerdì 11 dicembre potrai andare a teatro pagando solo metà del biglietto (7.50 euro, anziché 15)!
Ti stai chiedendo come farai a dimostrare la tua condizione di disagiato/precario? Semplice: invia sulla pagina Facebook del teatro San Teodoro  una fotografia che esprima il tuo profondo disagio e ti verrà riservato un biglietto!

stasera mi butto Generazione Disagio_web

 

Venerdì 11 dicembre alle h 21 va in scena al Teatro Comunale San Teodoro di Cantù “Dopodiché stasera mi butto” di Generazione Disagio, spettacolo vincitore del Festival Teatro Off di ARTIFICIO – Centro Culturale Urbano Diffuso, un progetto che si ispira al modello di Kilowatt Festival, fondato sulla scelta degli spettacoli da parte di una giuria popolare di non-adetti-ai-lavori, i “Visionari”, che per mesi, dopo il lavoro e nel tempo libero, si sono dati appuntamento nelle case comasche per guardare e votare gli spettacoli candidati.

Lo sappiamo che la vita è dura, che c’è crisi, che c’è lo spread – proclamano apertamente gli attori, all’inizio dello spettacolo – E allora? Dopodichè? Cosa vogliamo fare? Un nuovo partito che entra in Parlamento?!? La rivoluzione? Morire per difendere un albero in Turchia? No! E allora cosa ci rimane? Il suicidio? 

Sì, ma per ridere, ovviamente. Ed, effettivamente, in DOPODICHE’ STASERA MI BUTTO si ride. Moltissimo.

STASERA-MI-BUTTO-UD_Nico-P

Lo spettacolo, che altro non è se non un cinico e spassoso gioco dell’oca che mira all’annullamento, affrontando le tematiche della precarietà e del suicidio in chiave cinica e ironica. Ecco che, allora, argomenti quali il disagio generazionale, la crisi e la voglia di cambiamento vengono trattati con un gioco di ribaltamento paradossale: anziché essere esortato a  lottare per una prospettiva migliore, il pubblico viene invitato a scaricare tutti i propri problemi su un attore, un giocatore-pedina e che si contenderà con gli altri la possibilità di arrivare per primo alla casella finale: quella del “suicidio”.

Varie prove e imprevisti fanno avanzare o indietreggiare, nel corso dello spettacolo, i personaggi su un tabellone, anche grazie all’aiuto del pubblico dal vivo.

DOPODICHE’ STASERA MI BUTTO  è molto più che una rappresentazione teatrale: è un viaggio delirante e parossistico, che mira molto al coinvolgimento del pubblico e  usa quel tocco di ironia che, forse, è proprio ciò che manca nelle nostre vite.

 

Teatro Comunale San Teodoro di Cantù

via Corbetta, 7

“DOPODICHÉ STASERA MI BUTTO”

venerdì 11 dicembre ore 21 

di e con Enrico Pittaluga, Graziano Sirressi, Alessandro Bruni Ocaña, Luca Mammoli

regista e co-autore Riccardo Pippa

consulenza scene e costumi Margherita Baldoni

luci Lorenzo Carlucci

disegni Duccio Mantellassi e Niccolò Masini

produzione Proxima Res

Vincitore del Festival Teatro Off 2015 di Progetto Artificio

Record di incassi e presenze di pubblico al TORINO FRINGE FESTIVAL 2014

Spettacolo vincitore del concorso GIOVANI REALTA’ DEL TEATRO 2013

Menzione speciale della giuria al premio SCINTILLE 2013 di asti teatro 35

Menzione speciale della giuria al premio nazionale INTRANSITO – teatro Akropolis 2013.

SOTTOTITOLATO IN INGLESE | ENGLISH SUBTITLES

 

COSTO DEL BIGLIETTO

Intero                                                15 €

Ridotto                                              13 €

 

SPECIALE RIDUZIONE PER UNDER 30 PRECARI E DISOCCUPATI 

Ad ingolosire il piatto di questa serata, che si preannuncia davvero frizzante, sarà la sfida dj set che verrà proposta nel bar-foyer del teatro al termine dello spettacolo: i trentenni comaschi e canturini si affronteranno infatti a suon di revival  per decretare chi sarà il più disagiato tra i disagiati.

Paola M.

 

 

 

Più informazioni su