CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

FIBA EUROPE CUP- FoxTown scivola in Austria ed è seconda nel girone

Gara combattuta in Austria per la FoxTown Cantù, ultima del girone di qualificazione di Fiba Europe Cup. Alla fine la spuntano i padroni di casa dell’Ece Bulls Kapfenberg che passano il turno come primi in girone, brianzoli secondi e promossi pure loro. Anche questa sera uno scatenato Walter Hodge porta punti e sostanza al fortino canturino, ma sul parquet austriaco il migliore realizzatore è Brad Heslip, la guardia canadese che mette assieme 28 punti. Non bastano, ma prestazione da applausi la sua. E dire che in questi giorni le voci di un possibile “taglio” hanno toccato anche lui. Questa, sul campo, la migliore risposta di Brad.

Grande al solito Brad Heslip

Grande al solito Brad Heslip

ECE BULLS KAPFENBERG  95

FOXTOWN CANTU’  91

(27- 32, 55- 51, 71- 70)

FOXTOWN CANTU’: Berggren 4, Abass 8, Heslip 28, Ross 2, Zugno 1, Wojciechowski 10, Johnson 13, Tessitori, Hasbrouck 5, Hodge 20. All. Corbani.

ECE BULLS: Ray 14, Ahmetbasic, Kramer 14, Moschik ne, Stegnjaic 12, Greimeister 2, Shaw 24, Schrittwieser ne, Holton 22, Woschank 7, Primosch ne. All. Schrittwieser.

 

IL COMMENTO DI COACH CORBANI

 

coach corbani“Ovviamente c’è grande rammarico. Noi vogliamo vincere ogni partita che giochiamo e ci abbiamo provato fino all’ultimo minuto. Volevamo chiudere il girone al primo posto dopo aver ribaltato la differenza canestri con le altre due formazioni. Obiettivamente però è stata una prestazione pasticciata. Non è mancata la volontà dei giocatori ma, sinceramente, dobbiamo chiuderci in palestra e cercare di capire che tipo di squadra vogliamo diventare. Abbiamo un play nuovo con caratteristiche assolutamente differenti dal precedente e abbiamo un lungo da inserire che dovrà prendere il posto di uno dei nostri giocatori. Dobbiamo quindi compiere degli adeguamenti in attacco e in difesa. Nelle ultime partite prima di questi cambiamenti – ha spiegato l’allenatore della Pallacanestro Cantù – avevamo raggiunto con il lavoro un’identità offensiva e difensiva, pur senza essere eccellenti. Oggi questo gruppo dI ragazzi continua ad allenarsi con impegno però oggettivamente ci manca il tempo in palestra. Abbiamo bisogno di un paio di settimane di allenamento per diventare più forti”.