CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

SCONFITTA A LE HAVRE – La FoxTown perde in Francia, ma avanza in Europa

La FoxTown perde in Francia, ma va avanti lo stesso. Il paradosso è servito per Cantù che questa sera, sul campo del Le Havre in Francia, ha perso di misura (82-78), ma ha conquista matematicamente il passaggio al turno successivo di Fiba Europe Cup. In che posizione (prima o seconda) lo si stabilirà nell’ultimo turno in programma tra una settimana. Cantù ha anche avuto la possibilità di spuntarla nel finale con i tiri da tre di Hodge prima e di Hasbrouck poi.

Buon primo tempo di Cantù con Heslip ed Abass, supportati da un eccellente Tessitori (5 rimbalzi per lui alla fine), FoxTown avanti per larghi tratti, poi ripresa nei secondi finali. Le Havre scappa via nel secondo quarto per poi essere ripresa sul 42 pari alla sirena con un tiro da tre di Hodge. Poi ancora equilibrio tra le due formazioni. Bene Hodge per i brianzoli, anche il capitano Abass autore di una bella prova. Ma Cantù non è riuscita a centrare il successo in un finale convulso. Pere, ma va avanti in Europa. E domenica, a Cucciago, il derby di campionato contro Milano forse anche con un Johnson in più nel rooster (giocatore atteso per queste ore a Cantù per essere tesserato in tempo utile).

heslip foxtown

TABELLINO

STB LE HAVRE  82

FOXTOWN CANTU’  78

(22- 25, 42- 42, 63- 59)

FOXTOWN CANTU’: Berggren 14, Abass 13, Heslip 18, Ross 5, Zugno ne, Wojciechowski 5, Cesana, Hall, Tessitori 7, Hasbrouck 9, Hodge 7. All. Corbani.

STB LE HAVRE: Deane 4, Dugat 20, Brown 10, Vassallo 20, Bohling ne, Jean Baptiste 11, Mutuale 7, Denis ne, Lobela ne, Hill 6, Joss- Rauze ne, Barry 4. All. Drouot.

Arbitri: Coelho (Por), Hrusa (Cec), Zapolski (Pol).

 

IL COMMENTO DI CORBANI

corbani coach cantù“Abbiamo giocato per vincere. Alla fine però, quando la situazione era punto a punto e avevamo la matematica certezza di passare il turno, abbiamo pensato che fosse più pericoloso buttare via tutto. Abbiamo faticato in alcuni momenti, in altri sembravamo poter allungare, ma non siamo riusciti a chiudere i break. Abbiamo una squadra in evoluzione con un playmaker totalmente nuovo, che ha fatto un ottimo debutto a Caserta, ma che oggi ha pagato fisicamente i tre mesi di stop. Anche dal punto di vista offensivo abbiamo dovuto ovviamente introdurre alcuni cambiamenti. Siamo in una situazione particolare. Siamo in pieno campionato, dobbiamo vincere le partite e in Coppa volevamo passare il turno. Abbiamo però anche un giocatore da inserire in un ruolo delicato”.