CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

TANGENZIALE DI COMO – Gaffuri insiste con Maroni:”Serve il secondo lotto”

gaffuri800La Regione reinserisca nel Piano territoriale regionale il secondo lotto della tangenziale di Como. Lo chiede il consigliere regionale del Pd Luca Gaffuri, che domani, martedì 24 novembre, presenterà in Consiglio regionale due emendamenti che vanno proprio in questa direzione. L’occasione sarà la discussione del documento di economia e finanza regionale (DEFR), e l’emendamento, tecnicamente, è alla relativa risoluzione: in pratica, se ci sarà, come auspica il Pd, un voto favorevole dell’Aula, spetterà alla Giunta reinserire nel Piano territoriale regionale il secondo lotto della tangenziale, e dovrà farlo entro la discussione del bilancio del prossimo triennio, ovvero entro Natale. La richiesta di Gaffuri è di ripristinare il progetto definitivo che la Concessioni Autostradali Lombarde e Autostrada Pedemontana Lombarda Spa avevano presentato nel 2009 in Regione o, in subordine, almeno il progetto preliminare del 2006.

“Giusto un anno fa – ricorda Gaffuri -, proprio con l’approvazione del Defr, la Regione tolse dal Piano territoriale regionale il secondo lotto della tangenziale di Como. Non c’è quindi occasione migliore per ripristinarlo. Ci attendiamo che il voto dell’Aula sia largamente favorevole, viste le tante parole spese dallo stesso Maroni sul progetto e sul relativo finanziamento”.

Ecco il punto dove ne serve uno...

Il secondo lotto della Tangenziale di Como dovrebbe collegare il tratto iniziale/finale del primo (Camerlata, viadotto dei lavatori) con Albese con Cassano, permettendo di saltare tutta la zona di Lipomo e di andare direttamente sulla provinciale per Bergamo proprio ad Albese.