CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Promozione turistica: Como punta ai social con una nuova piattaforma (VIDEO)

Più informazioni su

Una piattaforma integrata che unisce un profilo facebook dedicato, un sito web di appoggio e un canale YouTube.  Entra nel vivo un progetto che punta sul social media per la promozione turistica di Como e del suo territorio. Il progetto, che prevede un investimento di 150mila euro, è frutto della collaborazione tra l’Ente Bilaterale del Turismo della Provincia di Como  che, attraverso i propri fondi, ha avviato lo studio condividendo poi il lavoro con gli imprenditori associati al sistema Confcommercio e con l’università dell’Insubria e in particolare con gli studenti dei corsi di laurea in scienze del turismo, scienze della mediazione interlinguistica e interculturale, offrendo ai giovani un’opportunità di lavoro attraverso la valorizzazzione di uno strumento innovativo.

Alla presentazione di www.visitlakecomoitaly.com presenti Ivan Garganigo, presidente Ente Bilaterale del Turismo della provincia di Como, Roberto Cassani, presidente dell’associazione albergatori, Graziano Monetti, direttore di Confcommercio, ma anche Roberta Minazzi e Paola Baseotto, ricercatrici dell’Insubria.

“Si tratta di un’iniziativa innovativa che consente di dare risalto e interesse a Como – spiega Garganigo – ma anche un’opportunità di lavoro ai giovani”.

La vetrina online, esclusivamente in lingua inglese, è uno strumento di promozione attivo per raggiungere il potenziale ospite della destinazione lago di Como. Cosa visitare, dove alloggiare, ma anche dove fare acquisti e molto altro, tutto racchiuso in un’unica piattaforma che sfrutta il mondo “social”.

“Non solo una vetrina promozionale – spiegano le realtà coinvolte – ma uno strumento per creare connessioni di collaborazione e anche di business. Si identifica come una start up votata al turismo con tanto di business plan e strategie aziendali, con un piglio dinamico e uno staff di giovani con il compito di promuovere l’ospitalità”.

 

Più informazioni su