CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

“Una vita da social”: a Como la campagna itinerante della polizia (ECCO DOVE)

Domani, giovedì 5 novembre, approda a Como la campagna educativa itinerante realizzata dalla polizia di Stato e dal ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca nell’ambito del progetto Generazioni Connesse del Safer Internet Center Italia, sulla sensibilizzazione e prevenzione dei rischi e pericoli della Rete.
In piazza Cavour, dalle ore 09:00, sarà presente il “truck” tematico che ospiterà studenti del territorio per brevi incontri esplicativi sui pericoli legati al “vita da social”.
I social network infatti sono ormai divenuti uno strumento di comunicazione del tutto integrato nella quotidianità dei teenager. La stessa polizia, quotidianamente, interagisce con i cittadini attraverso le pagine Facebook
dell’Agente Lisa e della Polizia di Stato, nonché con il profilo Twitter istituzionale.
Ciò che preoccupa sempre di più è il fenomeno del cyberbullismo: circa 2 ragazzi su 3 ritengono che episodi di questo tipo siano in aumento. La metà di loro ha avuto esperienza diretta o indiretta di avvenimenti di bullismo online ecco perché quattro giovani su cinque accoglierebbero con favore incontri con esperti per educare ragazzi e genitori all’uso responsabile e sicuro dei social, proprio ciò che la campagna “UNA VITA DA
SOCIAL” sposa e promuove.
Il progetto che raccoglie il contributo della Questura e delle Specialità della Provincia (Polizia Stradale, Polizia di Frontiera, Polizia Postale e Polizia Ferroviaria) è stato riconosciuto dalla Commissione Europea, come una delle migliori “best practices“ in Europa.
Le due edizioni precedenti hanno raccolto un grande consenso ed ha visto scendere in campo unite associazioni, aziende e società civile per un solo grande obiettivo: ”fare in modo che i gravissimi episodi di cronaca culminati con il suicidio di alcuni adolescenti ed il dilagante fenomeno del cyberbullismo e di tutte le varie forme di prevaricazione connesse ad un uso distorto delle tecnologie, siano fermate”.
Nel corso della mattinata saranno ospiti dell’evento diverse personalità del mondo dello spettacolo e
sportivo lariano, tra cui il Basket Cantù al suo completo.