CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Presentazioni librarie a Como e Menaggio

Più informazioni su

Un giovedì di attività nelle librerie di Como. Sia la Ubik che Feltrinelli ospitano presentazioni librarie.
Alle 18 VALERIO VARESI presenta LO STATO DI EBBREZZA (Frassinelli) alla Ubik di piazza San Fedele. Il giallista torinese, questa volta, si spinge fra politica, industria e finanza, per raccontare la parabola di un uomo che si trova a dover fare i conti con se stesso e con l’anima più nera del nostro Pese.
ubik lo stato di ebbrezza

“Lo stato di ebbrezza” è un “viaggio al termine della notte” nell’Italia degli ultimi vent’anni. Domenico Nanni è un uomo che sta facendo i conti con se stesso. A sessant’anni anni, si guarda indietro e quello che vede è l’immagine di chi non si è fatto scrupoli ad arraffare tutto ciò che poteva, senza nulla in cui credere se non successo, potere, denaro.Presto orfano di padre,  cresciuto da una madre che ha sgobbato per potergli garantire un’istruzione, negli anni Sessanta Domenico sposa gli ideali rivoluzionari, forse più per il desiderio di essere come gli altri che per convinzione. Giornalista di nera a L’Avvenire, per un po’ se ne sta a guardare, ma ben presto inizia a cedere alle lusinghe di chi ha capito che non si vince più con le idee ma con la prepotenza. Con gli anni Ottanta inizia il gran ballo, e molti pensano a riempirsi la pancia, con buona pace di sogni e utopie. Nanni è uno di quelli. Con l’ascesa del Partito Socialista e la vittoria di una politica del bengodi, salta sul carro del vincitore e si reinventa come pierre, perché “se la fame non c’è, bisogna ingolosire”. Un teatrante che vende idee ammantandole d’oro. Si sporca le mani con la politica, l’industria, la finanza, e così attraversa gli ultimi quarant’anni della storia italiana. E la sua parabola diventa metafora di quella del nostro Paese. Fino a uno sconvolgente rigurgito di coscienza che regala al lettore uno sguardo affilato e spietato su una Grande Bellezza che ci ha lasciati con un gran carico di immondizia.

Dialoga con l’autore la giornalista Katia Trinca

Spazio alla poesia presso la Feltrinelli. Alessandro Quattrone torna in libreria con una raccolta che ancora una volta racconta la vita, senza indugiare troppo nell’autocompiacimento o nell’introspezione, si intitola “L’ombra di chi passa” (Puntoacapo editrice), e l’autore la presenterà alle 18 con gli interventi del professore Vincenzo Guarracino e del Direttore editoriale Mauro Ferrari.

feltrinelli alessandro-quattrone-Lombra-di-chi-passa

Il mondo che si delinea in L’ombra di chi passa è limitato a un territorio circoscritto, popolato di oggetti, di piante, di animali, soprattutto di insetti, riconoscibili e familiari. La zanzara, la mosca, la cimice, la formica, il passero sembrano costringere autore e lettore a limitare lo sguardo agli immediati dintorni, si pongono come un freno perché il passo non ardisca verso paesaggi insoliti. Eppure i versi svoltano presto verso verità inaspettate, soluzioni penetranti e impreviste. Il conosciuto serve da ancora che tenga al riparo da possibili scivolamenti, si propone come una prospettiva agognata, ma in effetti irrealizzabile, come è detto già nella lirica che apre il volume: «Sapessimo imitare la saggezza / delle cose ferme al loro posto / da mesi o da decenni, / noi anime in continuo movimento / senza una terra né un giardino / dove obbedire muti alle stagioni, / sapessimo restare immobili / come quadri appesi alle pareti, / con i nostri colori che chiedono solo / di avere una forma e una cornice».

 

 

Alessandro Quattrone ha esordito nel 1984 con la raccolta Interrogare la pioggia, che si avvaleva della prefazione di Maria Luisa Spaziani. Nel corso della sua carriera letteraria l’autore ha pubblicato cinque libri di poesia, ottenendo numerosi riconoscimenti, tra cui il prestigioso Premio Internazionale Eugenio Montale nel 1994. Quattrone, tra le opere pubblicate, annovera anche un romanzo, Ai bordi del diluvio (2002) e diversi volumi di classici della poesia, di cui ha curato la traduzione e la presentazione.

Anche sabato 31 ottobre segnaliamo una serata letteraria preceduta dal  tributo storico a Lucio Minicio Exorato, illustre personaggio lariano vissuto nel I° secolo d.c., che fu alla corte dell’Imperatore Tito Flavio Vespasiano e che partecipò alle Guerre Giudaiche,  a cura del Classicista Alessandro Cerioli. Alle ore 18.00, presso la Sala della Musica del Grand Hotel Victoria di Menaggio.
Seguirà, dalle ore 19.00, la presentazione letteraria del saggio “L’inverno della Repubblica” (Mondadori), incentrato sulla figura di Lucio Sergio Catilina e della sua congiura. Ospiti della serata gli autori Prof. Marco Sartori e Prof. Massimo Bocchiola.
libri inverno repubblica
La congiura di Catilina, la rivolta che nell’autunno del 63 a.C. avrebbe dovuto decapitare i vertici della Repubblica romana, si è imposta nei secoli come “la madre di tutte le congiure”. Ricostruendo l’intera vicenda, Massimo Bocchiola e Marco Sartori propongono come chiave di lettura la crisi delle istituzioni repubblicane, che si consumerà definitivamente di lì a poco con il primo triumvirato e poi con la dittatura di Cesare. Intorno a Catilina s’intrecciano, infatti, i destini dei principali personaggi del tempo: Cicerone, console nell’anno della congiura, l’antagonista di Catilina, il “difensore della Repubblica”, non estraneo però a compromessi e ambiguità; Pompeo, il “convitato di pietra” con cui tutti sanno di dover presto fare i conti, impegnato nelle trionfali campagne in Oriente; Crasso, tenace tessitore di trame grazie alle sue ricchezze; Cesare, già in odore di vittoria, abile nel defilarsi da iniziative acerbe o velleitarie; Catone, risoluto e intransigente contro i rivoltosi, ostile a ogni atto di clemenza. Ma al centro della scena resta comunque lui, Catilina, uomo degli eccessi e delle contraddizioni, nel fisico come nella personalità. Ossessionato dal potere, oscilla “fra una realtà sovversiva e un sogno istituzionale”, intraprendendo la rivolta armata solo dopo il fallimento del progetto di farsi eleggere console.
Il dopo presentazione sarà caratterizzato dal consueto Aperitivo con l’Autore, a partire dalle ore 20.30. Il costo della serata sarà di € 38 (libro e aperitivo inclusi). Info & Prenotazioni al numero +39 0344 32003 o al contatto e-mail info@grandhotelvictoria.it

 

 

 

Più informazioni su