CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Com’è viva la città, “Com’è vivo Gaber”: al Sociale il video racconto del Signor G

“Com’è bella la città com’è grande la città, com’è viva la città com’è allegra la città” cantava Giorgio Gaber  nel 1969. Da queste strofe è stata estrapolata la frase che titola la mostra visitabile a Villa Olmo “Com’è Viva la Città – Art & The City 1913 – 2014”. E proprio al Signor G, nell’ambito di Fuoridimostra, verrà dedicata una serata martedì 27 ottobre alle ore 21.00 presso il Foyer del Teatro Sociale a Como: “Com’è vivo Gaber” video/racconto di Alessio Brunialti e Maurizio Pratelli.

gaber

“Con sarcasmo e ironia, con amarezza e sentimento, le canzoni di Gaber disegnano più ancora che un Paese, l’uomo che lo vive. Debole, fragile, meschino, spesso incapace di vero amore, il quadro dipinto all’interno del suo lungo percorso è spietato e al tempo stesso sempre ricco di umanità. Fino alla fine. Basti pensare al suo ultimo atto discografico, La mia generazione ha perso, in cui Gaber seleziona molti brani noti – Come Si può, Destra Sinistra, Qualcuno era comunista, Canzone dell’appartenenza – salutandoci con le sue provocazioni e senza mai dimenticare cosa ci tiene in vita: “Il desiderio è la cosa più importante che nasce misteriosamente, è il vago crescere di un turbamento che viene dall’istinto, è il primo impulso per conoscere e capire, è la radice di una pianta delicata che se sai coltivare ti tiene in vita”.
Un’illogica allegria, per citarlo, che ci riempie di gioia ogni volta che incontriamo la sua arte, fatta sì di testi meravigliosi, ma resa totale dalla sua mimica facciale e corporea, senza la quale tutto questo non avrebbe avuto la stessa forza. Teatro-canzone, appunto” (Maurizio Pratelli)

Com’è vivo Gaber
video racconto di Alessio Brunialti e Maurizio Pratelli

Martedì 27 ottobre ore 21.00
Foyer del Teatro Sociale
Piazza Verdi, Como

Ingresso libero

[su_youtube url=”https://www.youtube.com/watch?v=gdjMhkgEePA”]