CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

CHI ERA LA VITTIMA (FOTO) – L’architetto che girava il mondo: amava lusso e bello

Carugo sotto choc per la brutale uccisione, ieri sera, di Alfio Molteni, architetto di 58 anni, uno che girava il mondo e che amava il lusso ed il bello. E’ quello che dicono di lui i suoi stretti collaboratori alla Molteni Alfio Vittorio interiors e industrial design di Mariano, dove ha lavorato fino a ieri. Poi, nel ritorno a casa, il brutale agguato (vedi precedente lancio) e la morte. Ammazzato in quello che sembra un brutale regolamento di conti. Eppure la carriera e la storia professionale di Molteni, architetto che era spesso in viaggio, dicono tutt’altro. Ora saranno i carabinieri a provare a scavare anche nei rapporti professionali e non degli ultimi tempi per fare piena luce sul delitto.

alfio molteni lavoro

Nasce a Carate nel 1957. Si diploma arredatore presso l’Istituto Statale d’Arte di Cantù e si laurea nella Facoltà di Architettura presso il Politecnico di Milano. Inizia il cammino professionale fondando lo studio Modulor, e successivamente nel 1986 preferisce esprimere da solo la sua creatività collaborando con le più importanti aziende del settore arredo del lusso per le quali realizza importanti lavori.

Dal 1998 opera in tutto il mondo come Interior Design e Industrial Design, realizzando importanti progetti di contract e collezioni di arredo, dove esprime la sua idea di Design, “dove l’uomo identifica nell’arredo e nell’ambiente che lo circonda il proprio stile di vita: emozionale e razionale, estetico e comunicativo, in sintonia con il suo stile personale.  Nello studio di Mariano Comense, non a caso nel cuore della Brianza capitale mondiale del mobile, Alfio Molteni con i collaboratori, ha fatto crescere la sua attività di progettazione realizzando in tutto il mondo ville, alberghi, uffici, curandone l’immagine, l’arredamento e il design project.