CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

DIRIGENTE E PRIMARIO – Truffa su interventi chirurgici a Gravedona: due indagati

L’ipotesi della Procura di Como è di una grossa truffa ai danni di Asl e Regione Lombardia per il rimborso di interventi chirurgici effettuati all’ospedale Moriggia Pelascini di Gravedona. Ipotesi di oltre 400.000 euro che sarebbero finite nelle casse della struttura che gestisce l’ospedale tramite la “compiacenza” di un primario, quello di neurochirurgia. E così in queste ore finiscono formalmente nel registri degli indagati della Procura di Como Carla Nanni, 70enne legale rappresentante della società Italia Hospital (che gestisce il Moriggia Pelascini) e il primario milanese di neurochirurgia Diego Spagnoli, 55 anni. Entrambi, come detto, sospettati di truffa ai danni di Asl e Regione. I due avrebbero sistemato alcuni documenti per avere un numero maggiore di rimborsi. Accertamenti svolti dalla Guardia di Finanza. ora saranno i due – dirigente e primario – a dimostrare che tutti gli interventi fatti sono stati nella norma e senza “forzature”

cocaina

Da quanto si è appreso, le richieste di rimborso inviate all’Asl di Como dall’unità operativa di neurochirurgia del Moriggia Pelascini sarebbero state volutamente alterate, con l’indicazione di prestazioni differenti rispetto a quelle effettivamente fatte per poter avere rimborsi maggiori. Cambiando il numero di codici delle varie prestazioni. Ma la direzione della struttura di Gravedona respinge con fermezza questa ipotesi della truffa e si dice pronta a spiegare ogni cosa nelle sedi competenti.