CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Tra jazz e nuove musiche, sette serate in Canton Ticino

Più informazioni su

Sette serate da ottobre a dicembre realizzate in collaborazione con il Centro culturale Chiasso, l’associazione Jazzy Jams, la Città di Lugano e con il sostegno di Migros Ticino Percento Culturale. Scalda i motori la prima parte di “Tra jazz e nuove musiche”, la nuova edizione della rassegna che la Rete Due dell Radio della Svizzera italiana organizza sin dagli anni Ottanta. Il debutto del ciclo è previsto giovedì 8 ottobre, alle 21, al music club Jazz in Bess a Lugano Besso con protagonista il collettivo The Outer String guidato dal trombettista svizzero Werner Hasler. 222222222222222

Si prosegue venerdì 16 ottobre all’auditorio Rsi Stelio Molo con Ohad Talmor e l’Euroradio Jazz Orchestra nella sua versione 2015: uno spettacolo commissionato appositamente dalla Srg Ssr in collaborazione con l’Uer nell’ambito degli annuali workshop promossi per valorizzare giovani talenti provenienti da tutta Europa nel campo del jazz orchestrale e per big band.

1111111111111

Particolarmente atteso l’appuntamento di lunedì 2 novembre al cinemateatro di Chiasso: il batterista Jack DeJohnette, titolare del trio di Keith Jarrett, sarà accompagnato dal figlio di John Coltrane, Ravi, al sassofono, e da Matt Garrison al basso, pure lui figlio d’arte. Tre sere dopo, nuovo cambio di sede – si andrà allo Studio Foce di Lugano, alle  21 – per ascoltare il gruppo del pianista Jason Moran, che proporrà un omaggio a un suo storico predecessore, Fats Waller.

Giovedì 26 novembre saranno allo Studio 2 Rsi di Besso due diverse formazioni nell’ambito di una nuova “Ecm Session”, legata alla celeberrima casa discografica omonima che da anni presenta in catalogo registrazioni effettuate proprio negli studi della Rsi: protagonisti della serata il Colin Vallon Trio e l’Elina Duni Quartet (di cui lo stesso pianista, titolare del trio, fa parte). Sarà una serata che privilegia la riflessione, la calma, i colori pastello del pianista romando, accompagnati nella seconda parte dalla voce dell’albanese Duni, trasferitasi a Ginevra a 11 anni.

44444444444

Venerdì 4 dicembre l’Auditorio Rsi ospiterà il grande maestro tunisino dell’oud (liuto arabo) Anouar Brahem con il suo quartetto, accompagnato per l’occasione anche dall’Orchestra della Svizzera italiana diretta da Antonello Manacorda. Verrà proposto dal vivo il più recente album del musicista tunisino, “Souvenance”, del 2014, registrato proprio a Besso nella stessa formazione.

A parte i primi due (in differita domenica 11 e 18 ottobre, alle  21, in “Concerto Jazz”), i concerti verranno trasmessi in diretta sulle onde di Rete Due e sul sito rsi.ch/retedue. Live streaming inoltre per l’appuntamento con l’Euroradio Jazz Orchestra (rsi.ch/live-streaming)

Tutte le informazioni sui concerti e sulle prevendite dei biglietti sul sito rsi.ch/jazz.

jazz nuove musiche 2015

 

Più informazioni su