CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

LakeComo Festival per la prima volta ad Albavilla con un concerto di Riemer e Sacchi

Venerdì 2 ottobre alle ore 21.00 il calendario del LakeComo Festival prevede una tappa nell’erbese. Per la prima volta il Teatro della Rosa di Albavilla ospiterà questa manifestazione con il concerto di Klaus-Peter Riemer al Flauto e Floraleda Sacchi all’Arpa. Il concerto è stato realizzato in collaborazione con il Comune di Albavilla.

www

Klaus-Peter Riemer

Klaus-Peter Riemer docente di flauto presso la Staatlichen Hochschule für Musik Rheinland, è stato solista con i Düsseldorfer Symphonikern, la Gürzenich Orchester di Colonia e il Bach Society Orchestra di Bonn. Ha suonato sotto la direzione di direttori quali Jean Martinon, Eugen Szenkar, Horst Stein, Marek Janowski e Günther Wich. Si è esibito come solista in Europa: La Scala di Milano e Sala Verdi, Konzerthaus di Vienna (Schubert Hall), il Bach Museum di Lipsia e in numerose trasmissioni radiofoniche della Bayerischen Rundfunk, MDR Lipsia, Deutschlandfunk/Deutschlandradio Colonia, WDR di Colonia, Radio Hilversum, ORF Studio Vienna, BBC Londra e il Sender Freies Berlino. Alcuni compositori hanno scritto brani per Riemer: “Incontri” per flauto e arpa di Jürg Baur (prima 11 Novembre 2001 presso il Goethe Museum Dusseldorf), “Solo für Flöte” di Ulrich Leyendecker, “Flöte Umide” di Yojiro Minami. Riemer si esibisce regolarmente in festival internazionali e prestigiose serie di concerti.

Floraleda Sacchi ha inciso per le principali major discografiche (Decca, Philips e Deutsche Grammophon) oltre che per Tactus, Brilliant Classics e Amadeus Arte. Floraleda ha suonato in importanti sale, tra cui: Carnegie Hall-Weill Recital Hall e Palazzo delle Nazioni Unite (New York), Gewandhaus-Mendelssohn Saal (Lipsia), Konzerthaus-Kleiner Saal (Berlino), Auditorium Binyanei Hauma (Gerusalemme), Sala Verdi (Milano), Matsuo Hall (Tokyo), Prefectural Hall Alti (Kyoto), Salle Varèse (Lione), Gasteig (Monaco), Concerts de la Croix Rouge (Ginevra), Gessler Hall (Vancouver), CBC-Glenn Gould Studio (Toronto), River Concert Series (Washington), Società del Quartetto Milano, Festival Musica no Museo (Rio de Janeiro), Auditorium della Conciliazione (Roma), ecc. E’ stata solista con numerose orchestre (Filarmonica Toscanini, Neubrandenburger Philharmonie, Camerata Portuguesa…) ed è recentemente apparsa come solista con l’OGI per il Concerto di Natale trasmesso su RAI 3. Ha composto le musiche di scena, che esegue dal vivo con Ottavia Piccolo, per il monologo “Donna non rieducabile”. Lo spettacolo è stato trasformato da RAI 2 in un film presentato alla 66° Biennale del Cinema di Venezia.

Klaus-Peter Riemer (Flauto)
Floraleda Sacchi (Arpa)
Venerdì 2 ottobre ore 21.00
Teatro della Rosa via Patrizi 6
22031 Albavilla CO
PROGRAMMA

Chr. W. Gluck (1714-1789): “Reigen seliger Geister“ da “Orpheus und Eurydike“
J.S. Bach (1685-1750): “Air“ BWV 156
J.B. Krumpholtz (1745-1790): Sonate für Flöte und Harfe F-Dur, Opus 8, Nr. 5 (Allegro, Romanze, Tempo di minuetto)
K.-P. Riemer (1944):  “Vogelrufe“ per flauto solo
Maurice Ravel (1875-1935): Pavane pour une infante défunte
Jules Massenet (1842-1912): Méditation da Thais
Arvo Pärt: Spiegel im Spiegel
Gaetano Donizetti (1797-1848): Sonata (Larghetto, Allegro Gallenberg)
Alphonse Hasselmans (1845-1912): Gitana Op. 21 per arpa
Gioachino Rossini (1792-1868): Andante con variazioni sul tema “Di Tanti Palpiti”

La location è il teatro della Rosa che ha riaperto i battenti il 20 aprile 2013. Nato cinquant’anni fa come parte dell’oratorio di Albavilla e luogo di svago per i ragazzi, il cinema-teatro deve il suo nome alla Madonna della Rosa, oggetto di venerazione secolare di Albavilla.

www

Teatro della Rosa

Chiuso nel 2009, e dopo un attento restauro durato tre anni, il Cinema Teatro è oggi in piena attività con i suoi 254 posti a sedere, un grande schermo per la programmazione cinematografica, ma anche camerini e un’ottima acustica della sala ottima per la programmazione teatrale e musicale.

Il restauro è stato realizzato da un pool di tecnici coordinato dall’architetto Paola Calafiore Masciadri unitamente all’architetto Ombretta Corti e nel foyer è esposta un’opera di Walter Pozzato che ritrae un “Arlecchino”, un trittico pittorico realizzato con colori acrilici.

Per Info:

http://www.cineteatrodellarosa.it/