CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Bilancio positivo per i vigili di Cantù: più controlli con la tecnolgia (QUI I VIDEO)

Più informazioni su

Più controlli sulle strade, grazie anche agli straordinari degli agenti, ma anche la partecipazione agli eventi legati Expo. A questo si aggiunge anche un importante investimento in strumentazioni tecnologiche come Telelaser e iPad in dotazione alla polizia locale. Presentato questa mattina l’ultimo bilancio delle attività dal comandante della polizia locale di Cantù Vincenzo Aiello.

Tra i dati più significativi  la riduzione del numero totale degli incidenti stradali che passano da 63 a 39, grazie all’intensificazione dei controlli sui veicoli in movimento, nonostante il turnover legato alle ferie, ai quali hanno partecipato anche gli operatori impiegati prevalentemente in attività d’ufficio. Infatti dalla media di tre posti di controllo giornalieri dell’anno 2014 si è passati ai cinque dell’anno 2015, attraverso i quali si è riscontrato un aumento delle auto circolanti senza la revisione incrementate da 81 (2014) ad 84 (2015), mentre risultano in diminuzione i veicoli senza copertura assicurativa: 29 nel 2015, 36 nel 2014. Aumentano anche i punti della patente sottratti che  che passano a 1149  rispetto ai 922 del 2014.

“Per l’attività di controllo  sono state effettuate 1232,5 ore di straordinario che hanno permesso, tra l’altro, di garantire costantemente il servizio serale, dalle 19:30 alle 01:00, con una pattuglia per tre giorni a settimana -spiega Aiello – nonché tre servizi notturni (dalle 23:00 alle 04:00) con un’aliquota media di personale impiegato pari ad otto unità”.

In 19 occasioni si è utilizzato il telelaser (tredici in modalità diurna, quattro in modalità serale e due durante i controlli notturni), ed in due casi si è proceduto al ritiro della patente in quanto il conducente circolava ad una velocità di 40 Km oltre il limite (cfr. 50 km/h) consentito. Dall’inizio dell’anno sono 105 le infrazioni rilevate con lo strumento impiegato in media quattro volte a settimana. Diciassette sono stati i reati legati alla circolazione stradale di cui: otto per guida in stato d’ebbrezza, 1 per guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti e otto per guida senza patente, dato quest’ultimo quasi triplicato rispetto all’anno 2014 (cfr. 3 casi).

“L’amministrazione comunale ritiene il servizio di polizia locale un’eccellenza cittadina tanto è vero che negli ultimi due anni sono stati investiti oltre 200.000 euro per il rinnovo delle dotazioni strumentali, il miglioramento tecnologico, il parco veicolari e le uniformi – spiega l’assessore alla Sicurezza, Paolo Cattaneo – .A questo si aggiungano gli oltre 100.000 euro annui legati al nuovo contratto decentrato sottoscritto nel giugno dello scorso anno”.

Molti degli agenti sono stati già dotati di un iPad personale per poter interagire direttamente con il comando e attraverso una serie di applicazioni sono state eseguite della mappature, ad esempio per gli incidenti stradale, da utilizzare per migliorare la viabilità.

L’attività di prevenzione (intercettare i conducenti prima che salgano a bordo dei veicoli) è stata eseguita anche attraverso il controllo dei pubblici esercizi dai quali sono emerse 24 infrazioni (15 in zona centro e 9 in periferia) di cui 12 legate alla diffusione di musica oltre l’orario consentito. In due casi si è proceduto al deferimento all’Autorità Giudiziaria di soggetti che avevano aperto, in periferia,  abusivamente un luogo di pubblico spettacolo e trattenimento danzante  (ex art. 681 c.p.), due persone sanzionate per ubriachezza molesta, quattro segnalazioni alla Prefettura di Como per detenzione ad uso personale di stupefacenti, una persona arrestata per resistenza e spaccio di droga e 5 persone identificate presso il gabinetto di Polizia Scientifica della Questura di Como in quanto prive di documenti.

Il comando canturino è stato anche l’unico a partecipare ai servizi legati all’Expo. Più in generale per l’attività di tutela del consumatore, anche per quanto riguarda l’esposizione universale, sono stati rilevati nel periodo di riferimento 40 illeciti amministrativi, così suddivisi: 24 pubblici esercizi, 4 distributori di carburante, 6 esercizi commerciali, 6 operatori su area pubblica per un totale accertato di circa 30000,00 euro.

 

 

Più informazioni su