CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

CONTEMPLAZIONI. Mostra postuma di Mario D’Anna al Broletto

Più informazioni su

Inaugurata ieri al Salone del Broletto, proprio dove si tenne nel 1983 una delle più importanti rassegne dell’artista, una mostra antologica delle opere di Mario D’Anna (1933-2009) pittore nato a Rovigo, ma vissuto a Como per buona parte della sua vita.
La rassegna, realizzata con il sostegno del Comune di Como, si tiene a sei anni dalla sua scomparsa
avvenuta a Roma. Ad inaugurare la mostra il critico d’arte Alberto Longatti e l’assessore alla Cultura del Comune di Como Luigi Cavadini che della mostra del 1983 fu curatore e autore del testo in catalogo.
La mostra, che ha per titolo CONTEMPLAZIONI, è quindi un omaggio agli oltre quarant’anni vissuti a Como, dove D’Anna gestì la galleria d’arte l’Arco, e si pone come una retrospettiva che documenta tutte le fasi delal sua ricerca, comprese le opere realizzate negli ultimi anni e quindi poco note ai comaschi, frutto di quella
fase contemplativa che ha concluso il percorso artistico e spirituale del maestro. Nelle sue opere ha saputo
filtrare con personale creatività il cubismo, il futurismo e il l’espressionismo.
Mario D’Anna ha portato nel suo lavoro una indagine forte e sofferta dello spirito umano, indagato sotto il profilo antropologico e spirituale. Fortemente sollecitato da tutti gli elementi naturali ha dedicato buona parte della sua vita al loro studio ed approfondimento. Da qui la passione per la paleontologia, le scienze naturali, l’alchimia, temi esplorati nelle  sue opere
MARIO D’ANNA – Pittore, scultore ed incisore.

Mario-D'anna-2007

Ha studiato a Milano e a Como ove ha operato fino al 1996. Nel 1997 si trasferisce a Roma.
Nel 1964 entra a far parte del Gruppo di artisti che gravita attorno alla Galleria di “Corso Venezia” di Milano, interessato e coinvolto nella coltivazione della tendenza rivolta al neo figurativo e al recupero dell’immagine.
Ha fatto parte del gruppo ”7 Brianza” e del “7 Italia”esponendo in collettive di gruppo e a titolo personale.
Negli anni 67/70 inizia una vivace attività legata all’arte calcografica e vengono edite diverse cartelle di acqueforti e acquetinte:
Cartella di 5 acqueforti: Mario D’Anna (edita con il patrocinio del Museo di Castelvecchio); Immagini Lariane ( stampatoreSciardelli – Milano – 5 acqueforti di di L. Binaghi – M: D’Anna –A. Galli – M. Radice – E. Riva), Humana (Stampatore Sciardelli – Milano 5 acqueforti di M. D’Anna), Forme  (stampatore Navarra – Como – 5 acquetinte di M.D’Anna) – “M. D’Anna” e “D’Anna 66″ (edizione Ginesi – Arte Nuova Oggi – Jesi)- “’D’Anna” Ed. la Nuovo Foglio Macerata – “5 Acqueforti di D’Anna” ed. del Cappello Verona.
Dal 1978
è docente di tecniche pittoriche e cromatologia presso l’Istituto Superiore di restauro “Leone Leoni” diretto da Aldo Galli. Quando Galli viene colpito da malattia incurabile, volge la funzione di vicario, poi alla scomparsa del maestro assume la Direzione dell’istituto che viene intitolato al “Maestro Aldo Galli”. Nel 1989 si dimette e rinuncia definitivamente all’insegnamento.
Ha partecipato a diverse rassegne di ex Libris, fa parte della cartella edita dalla BNEL per il Congresso internazionale a Frederikshavn – 24/28 Agosto 1988 in Danimarca.
La sua personale di acquarelli dal titolo “Slana” è stata itinerante dalla fine del 1988 in una serie di mostre nei maggiori centri jugoslavi (a cura di Ante Zemliar.)
Partecipa ancora ad alcuni concorsi ed ottiene nel 1991 un premio alla “Rassega nazionale dell’acquarello”- Fondazione Durini, nel 1992 un premio alla “Rassegna internazionale del disegno Segantini”, e nel 1993 un ulteriore premio alla “Rassegna internazionale di pittura e scultura Bice Bugatti”.
Nel 2003 viene incaricato all’organizzazione del Concorso ex – libristico Giubileo 2000 presso il Comune di Pescara curando il volume presentato al Santo Padre Giovanni Paolo II.
E’ stato titolare della rubrica d’arte del mensile “Il Punto”, socio della “Bianco e Nero ex Libris, Segretario della “Biennale di Veleso” e della Associazione delle Belle Arti della Provincia di Como.
Dal 2006 due suoi encausti, intitolati GOLGOTA e RESURREZIONE sono esposti al Museo Storico artistico TESORO DI SAN PIETRO IN VATICANO nella sezione dedicata all’arte contemporanea.
Sono state allestite oltre 100 mostre personali in Italia e all’estero. Presente, con spazi personalizzati e su invito, in 30 rassegne internazionali.
Sono stati pubblicati oltre 350 fra articoli, testi critici su stampa italiana ed estera, oltre a recensioni e presentazioni sui principali quotidiani, periodici e riviste specializzate.

MARIO D’ANNA. CONTEMPLAZIONI
Date: 12 settembre – 4 ottobre 2015

Sede: Palazzo del Broletto – Como
Orari: Mar-Ven 10.00-12.30. Sab-Dom 11.00-18.00. Lun chiuso
Ingresso mostra: libero

Con il supporto di: Comune di Como, Assessorato alla Cultura

 

Più informazioni su