CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

SANT’ANNA 2014 – Oltre 100 pazienti operati per tumori della testa e del collo (IL VIDEO)

I tumori maligni della testa e del collo, in particolare del cavo orale, delle vie aero-digestive superiori (Vads) e della laringe, rappresentano il 10% dei tumori dell’uomo e il 4% dei tumori della donna, con una incidenza di circa 50 nuovi casi all’anno ogni 100.000 abitanti. Nell’ambito di questi tumori nell’Azienda Ospedaliera Sant’Anna sono stati operati 104 pazienti nel 2014 nel settore maxillo-facciale e otorino e sono state effettuate 21 ricostruzioni microchirurgiche maxillo-facciali.

A sostengo delle persone che devono affrontare questo tipo di malattia, spesso invalidante anche sotto l’aspetto psicologico, è nata un’associazione. E’ la onlus “Tra capo e collo”, presentata stamattina e presieduta da Dorian Cosentino, ex direttore dell’Unità Operativa di Radioterapia dell’azienda comasca nonché primario emerito. L’associazione si occupa proprio del sostegno dei pazienti affetti da tumori che interessano naso, labbra, lingua, cavo orale, ghiandole salivari, laringe e faringe.

Le parole del presidente dell’associazione Dorian Cosentino:

“Tra Capo e Collo” nasce come naturale evoluzione del lavoro multidisciplinare svolto da anni al Sant’Anna da Chirurgia Maxillo-facciale, Radioterapia e Otorinolaringoiatria e, in particolare, dall’attività del Gruppo operativo interdisciplinare permanente “Head and Neck Cancer Unit”, creato nel 2012, istituito ufficialmente nel 2013 e coordinato da ottobre 2013 da Paolo Ronchi, primario di Chirurgia Maxillo-facciale. Nel Goip sono inserite le unità operative di Chirugia Maxillo-Facciale, Otorinolaringoiatria, Radioterapia, Oncologia, Diagnostica per Immagini, Medicina Nucleare e Anatomia Patologica.

Le parole del primario Paolo Ronchi:

 

Obiettivi

La onlus si prefigge di fornire assistenza socio-sanitaria ai pazienti affetti da malattia oncologica del distretto testa e collo e ai loro familiari. L’intento è quello di creare una rete solidale multidisciplinare che si occupi di tutti gli aspetti che caratterizzano l’intero periodo di malattia, nel soddisfacimento dei bisogni assistenziali, sociali, psicologici e spirituali. Altro obiettivo dell’associazione è favorire il reclutamento, l’aggiornamento e la crescita culturale dei componenti del gruppo, nonché la diffusione, attraverso diversi canali, dell’attività del gruppo stesso e dei risultati via via raggiunti. Ovviamente, hanno spiegato i soci, “tutto ciò comporta la disponibilità di risorse che né l’Azienda Ospedaliera né il Servizio Sanitario Regionale sono in grado di fornire. Ecco perché saranno organizzati eventi, culturali e non solo, per la raccolta fondi”.

Componenti: Presidente Onorario dell’associazione, costituita nel gennaio del 2015, è stato nominato Riccardo Spinelli, primario emerito di Otorinolaringoiatria del Sant’Anna. Il consiglio direttivo composto è dal presidente Dorian Cosentino, dai vicepresidenti Paolo Ronchi e Giordano Molteni (primario di Otorinolaringoiatria) e da Carla Longhi (primario Cure Palliative – Hospice), dal segretario Stefano Valsecchi (chirurgo maxillo-facciale), Ernestina Bianchi (radioterapista), Cesare Maria Figini (assistente sociale), Anna Berna (psicologa), Augusta Magnani (logopedista), Marilena Pirola (caposala della Degenza Chirurgica 2), Serenella Luigia Manghina (fisioterapista) e Alessandro Arrighi (commercialista, libero professionista), persone che hanno messo a disposizione le proprie competenze per seguire tutti gli aspetti che riguardano l’assistenza dei pazienti.

Durante la conferenza stampa la Onlus ha presentato il primo evento per incontrare associati e sostenitori e raccogliere fondi. Si tratta di un torneo di golf in programma il 14 ottobre al Golf Club Villa d’Este, a Montorfano (Co), a partire dalle ore 15, con la partecipazione di numerosi amici ed esponenti del Rotary e con il coinvolgimento dell’ANDI (Associazione Nazionale Dentisti Italiani) di Como e Lecco.

La manifestazione inizierà con la gara “Tra capo e collo” Formula Louisiana a due o quattro giocatori e partenza Shot Gun della competizione su campo da nove buche. Seguirà, alle 18, il ritrovo in Club House, la premiazione, la presentazione dell’associazione e poi la cena, a carico dall’associazione, nella sala ristorante del Circolo. Per info e contatti: www.tracapoecollo.com, email: associazione@tracapoecollo.com.

Fondamentale la prevenzione. Fumo, alcool, cattiva igiene orale, protesi dentarie traumatizzanti e virus del papilloma, che si contrae con rapporti sessuali orali non protetti, ma anche l’eccessiva esposizione al sole e una dieta povera di frutta e verdura sono le cause che possono provocare lesioni che, nel tempo, possono evolvere in tumori. Una diagnosi precoce, attraverso metodiche semplici e non invasive, è fondamentale per impostare una terapia corretta ed efficace. Il campanello d’allarme deve scattare quando si riscontrano tumefazioni ed escrescenze, lesioni bianche o rossastre e ferite che non si rimarginano spontaneamente. Queste possono essere la manifestazione di lesioni pre-tumorali o, peggio, tumorali.

“La prevenzione e la promozione di corretti stili di vita sono molto importanti – spiega Ronchi – così come la sensibilizzazione della promozione della diagnosi precoce, effettuabile con semplici visite di controllo, in modo da intervenire tempestivamente utilizzando una chirurgia conservativa, evitare trattamenti demolitivi con conseguenze invalidanti, ridurre i costi di terapie e riabilitazione e aumentare fino all’80% la sopravvivenza libera da malattia”.

“Tornare a casa”

L’incontro di stamattina è stata anche l’occasione  per illustrare i contenuti della brochure “Tornare a casa”, una guida redatta per i pazienti dell’area Maxillofacciale – Otorino che hanno subito interventi demolitivo-ricostruttivi, messa a punto dal Gruppo Operativo Interdipartimentale Permanente Head and Neck Cancer Unit dell’Ao Sant’Anna.

Il volumetto si articola in cinque capitoli che trattano temi quali l’alimentazione, con consigli e ricette adatte ai pazienti operati, il ruolo del Servizio Sociale Ospedaliero, la riabilitazione e i relativi esercizi, le funzioni deglutitorie e fonoarticolatorie e l’igiene orale. La brochure viene consegnata ai pazienti prima della dimissione dall’ospedale.