CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Anche a Como l’11 settembre la marcia delle donne e degli uomini scalzi

Più informazioni su

Anche a Como la marcia delle donne e degli uomini scalzi. “Un cammino di civiltà – come spiegano i promotori – l’inizio di un percorso di cambiamento che chiede a tutti gli uomini e le donne del mondo globale di capire che non è in alcun modo accettabile fermare e respingere chi è vittima di ingiustizie militari, religiose o economiche che siano. Non è pensabile fermare chi scappa dalle ingiustizie, al contrario aiutarli significa lottare contro quelle ingiustizie”.

L’11 settembre, con ritrovo alle 20.30 in piazza San Fedele, questa marcia simbolica a piedi scalzi per sostenere le persone che scappano dalle guerre e che chiedono asilo e accoglienza. Un’iniziativa nata a Venezia e sposata da altre città italiane e tra queste Como, che ha già trovato l’adesione di associazioni, sindacati, forze politiche, persone (prime adesioni: ACLI, ARCI, Emergency, Libera, Donne in nero, Isola che c’è – rete di economia solidale, CGIL, CISL dei laghi, UIL, Sinistra Ecologia Libertà, PacoSel, Possibile – Comitato comasco Margherita Hack, PD Città di Como, Altra Europa con Tsipras, Associazione Kibarè, Coordinamento comasco per la pace, ASUSER Provinciale, Women in White Society, Giovani Democratici circolo di Como, Associazione in viaggio di Menaggio – Piano terra, PSI di Como, FGS di Como, Alternativa di Fino Mornasco, LGBT di Como, Occupy Como, Language Tandem Como, Associazione Rose di Damasco di Asso Onlus, Il Sole Onlus, ANOLF, Associazione artistica Orizzonti inclinati, IPSIA Como (Istituto Pace Sviluppo Innovazione ACLI), prc, fiom, I Bambini di Ornella, Giovani Democratici della provincia di Como).

Alcune indicazioni per la marcia delle donne e degli uomini scalzi di Como:
– ritrovo in Piazza San Fedele alle ore 20.30 di tutte le donne, le bambine, gli uomini e i bambini che vogliono partecipare;
– prima di partire per una marcia lenta e scalza verrà letto l’appello nazionale e l’elenco delle forze che hanno aderito a livello locale; verrà distribuito copia dell’appello, Luisa Seveso farà un breve intervento per presentare i numeri dei profughi in provincia di Como; verranno date le indicazioni della marcia, chi lo vorrà potrà attaccare sul vestito il foglio con le impronte dei piedi scalzi; chiediamo ad ognuno di mettere sul desktop del proprio telefono il logo della marcia (i piedi scalzi);
– la marcia seguirà via Vittorio Emanuele, arriverà al teatro sociale, farà il giro del Duomo e arriverà in Piazza Duomo; durante il percorso ognuno leggerà liberamente un brano, un testo che affronta i problemi dei profughi o la biografia di chi è morto nella speranza di una nuova vita, affinché le voci diverse di umanità e di solidarietà superino il muro di silenzio degli indifferenti e l’acredine dei razzisti;
– in Piazza Duomo vi saranno due interventi di testimonianza e la lettura dell’appello nazionale.

Più informazioni su