CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

PROCURA AL LAVORO – Autopsia già fatta, ora le indagini sulla Clio distrutta (FOTO)

Autopsia e indagini sulla Clio distrutta dalle fiamme – Dopo il dolore, è il momento dei dubbi e delle domande. Ma anche delle verifiche e delle analisi. Per prima cosa la causa della morte di pilota e navigatore svizzeri, deceduti domenica a Carlazzo nella terza edizione del Barelli Ronde. La Procura di Como ha aperto un’inchiesta sulla morte di Stefano Campana, 38 anni, e Roberto Munz, 21 anni, sulla Renault Clio distrutta dalle fiamme durante. Al momento il fascicolo è per omicidio colposo contro ignoti. Il pubblico ministero di turno ha disposto l’autopsia sul corpo dei due piloti. Esame già fatto e nulla osta concesso ai familiari per il funerale che si svolgerà in questi giorni.

Da quanto si è appreso, l’autopdia non avrebbe chiarito granchè sulle cause del decesso dei due concorrenti del rally. Al momento nessuna conferma su una perizia sull’automobile per capire se tutti i dispositivi di sicurezza erano in ordine, come l’impianto antincendio dell’abitacolo.