CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

All’esame di guida con cellulare ed auricolare: DENUNCIATO PER TRUFFA!

Decisamente abile nel riuscire a superare l’esame di guida (teoria) anche se con l’italiano se la cava non bene. Ma abile nel nascondere sotto la maglietta uno smartphone  con il quale è riuscito a trasmettere le domande ad un complice che poi, tramite auricolare, gli ha suggerito le risposte esatte. Il tutto è avvenuto mercoledì alla Motorizzazione civile di Camerlata durante lo svolgimento degli esami teorici per il conseguimento della patente di guida. Un Funzionario aveva notato che un candidato questo cittadino del Pakistan, classe 83, al momento dell’ingresso aveva mostrato grosse difficoltà di comprensione della lingua italiana, ma poi stava svolgendo il test con ottimi risultati. E così, insospettito dall’anomalia, decideva di chiedere l’intervento della Polizia di Stato per controllare che lo stesso non avesse utilizzato mezzi fraudolenti per superare l’esame.

E così è stato: gli operatori della Polizia Stradale, subito in posto, lo hanno fermato e controllato. Ed hanno constatato che il pakistano aveva sostenuto questo esame  con un aiuto esterno, avendo lo stesso occultato sotto la maglietta strumentazione elettronica ricetrasmittente, materiale posto sotto sequestro. In particolare è stato ricostruito che lo stesso tramite uno smart-phone che fungeva da videocamera e che risultava fissato con adesivo al corpo, inviava le immagini ricevendo risposta telefonica a mezzo di un microfono occultato nelle orecchie. Alla fine, portato in Questura, è stato denunciato per truffa, per redazione degli atti è stato inoltre indispensabile avere un interprete non comprendendo lo stesso la lingua italiana. Difficile, dunque, che potesse capire domande per l’esame di guida….

questura insegna