CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Sant’Anna: in crescita i pazienti al pronto soccorso, da ottobre nuovo macchinario (VIDEO E FOTO)

Più informazioni su

Il trasloco nella Palazzina Uffici, l’acquisizione di un angiografo digitale per l’Elettrofisiologia del Sant’Anna, l’avvio del cantiere per l’adeguamento antincendio di via Napoleona. Per l’azienda ospedaliera comasca i prossimi mesi si preannunciano ricchi di progetti, come sottolineato stamattina dal direttore generale Marco Onofri in occasione della tradizionale festa per la patrona dell’ospedale e dell’azienda svoltasi nel presidio di San Fermo della Battaglia.

La costruzione dell’edificio, che ospiterà circa 150 dipendenti del settore amministrativo, attualmente a Como, la direzione e altri uffici ora all’interno dell’ospedale, è terminata. Sono, infatti in corso le rifiniture, i cablaggi e i lavori di impiantistica. Il trasloco è previsto entro il mese di ottobre. La Palazzina Uffici, la cui realizzazione è stata affidata alla Ingegner Leopoldo Castelli SpA, occupa complessivamente una superficie lorda di pavimento di 3.900,00 mq, di cui: 1.050 mq al piano terra, 950 mq ai piani primo, secondo, terzo.

La destinazione d’uso ai diversi piani dell’edificio prevede al piano terra l’Auditorium da 288 posti e servizi annessi, archivi, locale impianti e guardiola, ai piani primo e secondo uffici amministrativi con affluenza di pubblico, al terzo uffici dirigenziali. Lo stabile è dotato di un piano tecnico per lo spogliatoio per i Vigili del Fuoco, locale schiumogeno e locale tecnico contenente l’Unità di Trattamento Aria e un piano di copertura con eliporto e locale gestione emergenze, collegato all’ospedale con ascensori dedicati e un corridoio che consente un percorso coperto verso il Pronto Soccorso. L’investimento per la realizzazione della Palazzina Uffici è stato pari a 9 milioni di euro.

L’andamento aziendale

Il direttore generale Marco Onofri ha messo in evidenza nel corso dell’incontro nello Spazio Eventi l’andamento aziendale. Ecco i dati di attività 2014 e le principali tendenze emerse nel primo semestre 2015, in particolare per l’ospedale Sant’Anna.

 

Ospedale Sant’Anna – 2014

Pronto Soccorso: 72mila accessi

Ricoveri: 21.849

Interventi chirurgici: 10.084

Prestazioni ambulatoriali (comprese quelle erogate in regime di Pronto Soccorso): 785.311

Bimbi nati: 1976

Per quanto concerne il Pronto Soccorso, sono aumentati gli accessi nei primi sei mesi del 2015 (36.747) rispetto al primo semestre 2014 (36.378). I ricoveri da Ps sono aumentati dell’1.5% e viene confermato il trend di incremento della complessità dei casi trattati. I codici gialli, infatti, sono passati dai 7.186 del primo semestre 2014 ai 7.482 dello stesso periodo del 2015. I rossi sono aumentati da 723 a 787.

Sul fronte dei ricoveri emerge la performance del nuovo reparto di Riabilitazione neurologica, aperto lo scorso dicembre, che ha già seguito 149 pazienti. Un’attività che ha fatto incrementare nel primo semestre 2015 i pazienti dell’U.O. di Neurologia del 25% circa (dai 248 ai 309).

In generale, si conferma l’aumento della complessità dei casi trattati nel settore chirurgico, con un aumento di quelli in regime di urgenza e di emergenza.

 

Potenziamento tecnologico

Per l’ospedale Sant’Anna, poi, è tempo di nuove tecnologie. Partiranno i primi di agosto i lavori per l’installazione nel Quartiere Angiografico di un nuovo angiografo digitale per l’Elettrofisiologia, di cui è responsabile il cardiologo Gianluca Botto. L’acquisizione della nuova apparecchiatura, un modello di ultima generazione, ha comportato una spesa di 339.220 euro di cui 297.700 per l’apparecchiatura e il resto per lavori edili, impiantistici e sicurezza.

I lavori per l’installazione inizieranno la prima settimana di agosto, mentre i collaudi sono previsti a metà settembre e l’operatività della macchina i primi di ottobre.

L’Ao comasca ha in corso, sempre per il Sant’Anna, l’acquisizione di un altro angiografo digitale, quest’ultimo per l’Emodinamica, di cui è responsabile il cardiologo Mario Galli.

Da ricordare che nella Senologia del Poliambulatorio di via Napoleona è da qualche settimana operativo un nuovo mammografo che esegue esami in 3D.

Via Napoleona, a settembre i lavori per l’antincendio

Sono già in corso nel Poliambulatorio di via Napoleona a Como i primi sopralluoghi per l’apertura del cantiere nel Monoblocco che prevede la realizzazione di una serie di adeguamenti generali per la prevenzione incendi e il rifacimento del manto di copertura.

Il progetto prevede, tra l’altro, la costruzione di 3 scale antincendio esterne (altezza 25 m. circa), nella parte posteriore dell’edificio, il rifacimento della guaina di copertura del tetto per una superficie di circa 1200 mq., il rifacimento dei corridoi interni (pavimenti, controsoffitti, pareti), la costruzione di nuova riserva idrica antincendio interrata, l’installazione di nuova rete idrica antincendio per l’alimentazione degli idranti, l’installazione di un impianto di rilevazione e allarme incendi nei corridoi, il rifacimento delle dorsali di distribuzione dell’energia elettrica.
L’importo dell’appalto è di circa 2milioni 970 mila euro, iva esclusa.
Il tempo previsto dal contratto per l’esecuzione dei lavori, affidati a ATI Sandrini Costruzioni S.R.L. con sede legale a Trento (capogruppo) e Almar Elettrotecnic S.R.L. con sede in Como (mandante), è di 300 giorni.

 

Premiazioni

Al termine dell’incontro è stato consegnato un encomio all’ex primario del Laboratorio Analisi Gianni Giana, andato in pensione il mese scorso dopo 31 anni di servizio in azienda, e sono stati premiati i vincitori della mostra-concorso “Nutrire la vita”, organizzata in collaborazione con il Circolo Cultura e Arte e patrocinata da Expo 2015.

Per la mostra i vincitori selezionati sono: la scultrice Elena Bianchi e i pittori Anna Catalano, Daniela Antoniali e Antonio Frigerio.

Encomio all'ex primario Gianni Giana

Encomio all’ex primario Gianni Giana

Più informazioni su