CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Como come Glastonbury? Marker e Como Concerti lanciano il WOW MUSIC FESTIVAL

Più informazioni su

Annunciato in pompa magna in conferenza stampa giovedì scorso  nella location che lo ospiterà, i giardini a lago, il Wow Music Festival rischia di essere l’evento principale dell’estate comasca per i più giovani, in chiusura di una stagione in cui l’offerta di intrattenimento è stata di sicuro fra le più interessanti degli ultimi anni.

Anche Como a settembre avrà il suo Festival, sulla falsa riga dei più incensati e celebrati delle grandi città europee, Glastonbury, Pukkelpop, o rimanendo coi piedi per e in terra italiana, come lo Spring Attitude di Roma. Una proposta di intrattenimento a 360°: al centro artisti indie-rock ed elettronici di fama internazionale; attorno street food, incontri con autori, workshop, dirette radio, interviste.
Tre venerdì in cui comaschi e turisti potranno godersi un pomeriggio e una sera di grande divertimento.

Magatti Giovanni“WOW nasce dall’idea che anche Como possa ospitare un festival musicale per giovani.” le parole di Giovanni Magatti, Membro fondatore di Como Concerti, l’associazione che insieme a Marker ha ideato l’evento “ Troppo spesso ci siamo sentiti dire da amici milanesi “ma che ci venite a fare a milano d’estate?”. Stufi di rispondere che a Como non c’è niente abbiamo unito le forze di chi già proponeva musica dal vivo a Como e grazie al supporto del Comune abbiamo pensato a una tre giorni di musica dal vivo in una delle location più belle d’Italia.”
Una scelta ambiziosa, innovativa e azzardata potrebbe sembrare così, quella fatta delle due associazioni promotrici dell’evento, in considerazione del passato “poco movimentato” di questa nostra bella città. Ma i presupposti per un cambiamento ci sono e Magatti li ha già avvertiti: “Quest’anno sarà l’anno zero e capiremo quanto i comaschi ci supporteranno in questa pazza idea. Ma non partiremo certo soft: location unica, band strafighe, street food, incontri con gli autori, dirette radio sono solo alcune delle cose che faranno gridare WOW a chi verrà a trovarci!”

maxi-schermo
Anche la scelta della location, i giardini a lago, non è certo stata lasciata al caso, WOW Music Festival intende recuperare il disegno urbanistico realizzato negli anni ’20 da tanti architetti comaschi e che individuava nelle numerose architetture dell’area che va dal Monumento ai Caduti fino all’Hangar Aero Club, quella “Cittadella dello Sport” che andava a caratterizzare la zona a lago come il polo urbano destinato allo svago e all’intrattenimento.
Montini“I giovani si riappropriano e valorizzano degli spazi che non normalmente non sono sfruttati al cento per cento della propria potenzialità” dichiara Matteo Montini, uno dei direttori artistici dell’evento insieme a Leopoldo Bianchi “Lo scenario del Tempio Voltiano (che già ha ospitato eventi di grande richiamo quest’anno, uno su tutti il djset dei bresciani e internazionali Aucan) verrà valorizzato da un allestimento leggero, ecosostenibile.”
Quanto alla scelta degli artisti che si alterneranno sul palco l’unico nome annunciato è per ora quello del duo minimal tech Ninos Du Brasil, veneti, misteriosi e discretamente famosi per i propri live ritmici e scatenati. “Como Concerti e Marker si sono uniti anche nella scelta della line up mischiando artisti Indie Rock e di musica Elettronica, di calibro nazionale e internazionale, con una sorpresona Hip Hop per l’ultima sera…ma non posso dire di più.”
WOW vuole stupire, vuole uscire ‘all’improvviso’, non solo con il progetto del Festival, ma anche con i suoi contenuti. Per questa ragione gli headliner, così come tutti gli artisti che saliranno sul palco di WOW, saranno annunciati progressivamente avvicinandosi alle date della rassegna. All’improvviso; per sorprendere e per far diventare Como un luogo all’avanguardia nella geografica musicale italiana.
Ninos Du Brasil, duo electro minimal tech

Il programma:
– Venerdì 4 la line up è composta da 3 band di genere sperimentale che si cimenteranno in live set, producendo differenti sonorità (elettro-pop-rock) suonando dal vivo strumenti, percussioni e computer;
–  Venerdì 11 la line up è composta da 4 DJ e Producer tra i più acclamati della scena elettronica;
–  Venerdì 18 la line up è composta da 3 band che spaziano dal rap, alla black music, all’indie rock.
Ulteriori info sul sito http://www.wow-festival.it

A fine settembre tireremo le somme, e, fatte le dovute proporzioni, ci chiederemo: Como come Glastonbury? Forse no…non ancora.

il gruppo al lavoro per WOW

il gruppo al lavoro per WOW

.

Più informazioni su