CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Carlo Gabardini da Camera Caffè a Parolario (INTERVISTA E OSPITI DI OGGI)

Più informazioni su

In veste di scrittore questa sera ospite della rassegna culturale “Parolario” a Villa Olmo sarà presente Carlo Gabardini per la presentazione del suo libro “Fossi in te io insisterei. Lettere a mio padre sulla vita ancora da vivere” (Mondadori, 2015).
Un libro in cui l’autore invita ad esprimere se stessi senza filtri in un’esistenza talvolta “imbrigliata” in schemi imposti o relativizzati da una vita che scorre senza che ci si accorga che forse la vita che si sta vivendo non corrisponde a quella che si sente nel profondo della propria emotività.
Una lettera intensa ed in cui sono racchiusi i tasselli che compongono un universo emotivo , in cui tematiche spesso non rivelate , riemergono in tutta la loro intensità. Perché è giusto che sia così, è giusto che la vita scorra nella maniera più naturale possibile, in cui filtri e paletti decadano e la libertà emerga in tutta la sua forza, la libertà innanzitutto di essere se stessi “senza avere paura di uscire allo scoperto per rivelare chi siamo e che cosa vogliamo”.
Gabardini è anche autore oltre che scrittore, attore, ma anche personaggio televisivo (veste i panni del personaggio“Olmo” in Camera Cafè) .

Di seguito il podcast dell’intervista con l’autore che questa sera dialogherà con il giornalista Alessio Brunialti alle ore 20.30 nella splendida cornice di Villa Olmo.
Stefania Ferro

Giro di boa per Parolario:  la giornata di oggi vedrà a Villa Olmo Andrea Scanzi per presentare il suo ultimo libro “La vita è un ballo fuori tempo” (Rizzoli), che racconta la storia di un paese inventato in cui, però, le vicende italiane sono bene riconoscibili. Carlo Gabardini, invece, parlerà del suo libro d’esordio “Fossi in te io insisterei” (Mondadori), una franca e coraggiosa lettera al padre sul suo coming-out, mentre Stefano Callegaro, vincitore della quarta edizione di Masterchef Italia, presenterà il suo primo libro di ricette. Gli appuntamenti con la filosofia vedranno poi protagonista, sempre a Villa Olmo, Alfredo Tomasetta e il suo volume “Persone umane” (Carocci), una critica alle proposte dei filosofi analitici che nel tempo si sono interrogati su cosa siano le persone umane.

A Villa del Grumello saranno ospiti la coppia Giovanni Cocco – Amneris Magella, che presenterà il giallo “Omicidio alla stazione centrale” (Guanda) e Andrea Di Gregorio e Margherita Coldesina con un reading tratto dal libro “Cuore” di Edmondo De Amicis dal titolo “A Cuore aperto. La versione di Franti”.

A Villa Sucota/FAR si terranno gli incontri con Letizia Muratori, che presenterà il suo ultimo romanzo, e con Giuliana Pelli Grandini e il suo “Desolina”, cortometraggio che trae spunto da uno dei racconti scaturiti dal lavoro che conduce alla Casa dei ciechi di Lugano. Infine si terrà il ciclo di letture che vedrà alternarsi le voci di Michele Amadò e Gilberto Isella, per poi chiudersi con la proiezione di “Villa Saluzzo Serra: la latenza del visibile” di Adriano Kestenholz.

A Villa Bernasconi a Cernobbio, invece, avrà luogo l’incontro “verde” che vedrà protagonisti Margherita Lombardi, Alice Pasin, Jacopo Vezzani e il loro libro “Il buon giardino selvaggio” (Maggioli).

Per la rassegna cinematografica che chiude, come sempre, le giornate di Parolario, ci sarà la proiezione del film “Il piacere” di Max Ophüls.

 

Seguono nel dettaglio tutti gli appuntamenti di oggi :

 

Il pomeriggio di Parolario si apre alle 17.00, a Villa Olmo, con l’incontro di filosofia che vedrà come protagonista Alfredo Tomasetta e il suo libro “Persone umane” (Carocci, 2015), un’introduzione critica alle principali teorie proposte dai filosofi analitici per dare una risposta alla questione su che cosa siano le persone umane.

Alfredo Tomasetta dialoga con Chiara Milani.

Sempre alla stessa ora, ma a Villa Sucota/FAR, ci sarà la proiezione del documentario di Giuliana Pelli Grandini, “Desolina” (20’), che trae spunto da uno dei racconti scaturiti dal lavoro sulla memoria e il sogno che lei stessa conduce da qualche anno alla Casa dei ciechi di Lugano con un gruppo di persone cieche, ipovedenti e vedenti, tra cui Raffaella Agazzi, che sarà presente per parlare della sua esperienza.

 

Alle 17.45, sempre a Villa Sucota/FAR, si terrà il reading a due voci “La casa delle Muse”  tratto dai libri di Michele Amadò, “Nient’altro che cinque minuti” (Edizioni Opera Nuova, 2014), e di Gilberto Isella, “Caro aberrante fiore” (Edizioni Opera Nuova, 2013), al quale seguirà la proiezione di “Villa Saluzzo Serra: la latenza del visibile” di Adriano Kestenholz, un’evocazione poetica delle atmosfere di Villa Saluzzo Serra, sede della Galleria d’Arte Moderna di Genova.

In collaborazione con Piazzaparola.

 

A Villa Olmo, alle 18.15, sarà poi ospite Andrea Scanzi con “La vita è un ballo fuori tempo” (Rizzoli, 2015) il suo l’ultimo libro che, tra amarezza e poesia, mette in scena la satira esilarante di un Paese inventato, le cui vicende sono, in realtà, fin troppo riconoscibili in quelle italiane.

Andrea Scanzi dialoga con Maurizio Pratelli.

 

Tornando a Villa Scuota/FAR, alle 18.30 ci sarà Letizia Muratori con “Animali domestici” (Adelphi, 2015), suo ultimo romanzo, in cui scrive la storia di un’orfana che racconta la propria vita di ex randagia spaventata e indocile.

Letizia Muratori dialoga con Katia Trinca Colonel. Introduce Ornella Gambarotto.

In collaborazione con il Comitato per la Promozione dell’Imprenditoria Femminile CCIAA di Como.

 

Alle 18.45, a Villa Bernasconi, Cernobbio, sarà la volta di uno degli incontri “verdi” di Parolario: Margherita Lombardi, insieme a Alice Pasin e Jacopo Vezzani, parlerà del libro “Il buon giardino selvaggio” (Maggioli, 2014), un manualetto filosofico-tecnico per giardinieri, ortisti e progettisti.

In collaborazione con Orticolario.

 

La sede di Villa del Grumello, alle 19.00, ospiterà la coppia Giovanni Cocco e Amneris Magella che presenteranno il loro ultimo romanzo “Omicidio alla stazione centrale” (Guanda, 2015), un giallo ambientato tra il lago di Como e Milano.

Giovanni Cocco e Amnersi Magella dialogano con Paolo Bianchi.

 

Alle 19.30, a Villa Olmo, ci sarà poi Stefano Callegaro, vincitore dell’ultima edizione di Masterchef Italia, che parlerà del suo primo libro “Alla ricerca del gusto” (Rizzoli, 2015), una raccolta di 60 ricette genuine ma raffinate, semplici da realizzare ma sorprendenti da assaggiare.

Stefano Callegaro dialoga con Davide Cantoni.

 

A seguire, sempre a Villa Olmo, alle 20.30, sarà ospite Carlo Gabardini con il suo esordio “Fossi in te io insisterei. Lettere a mio padre sulla vita ancora da vivere” (Mondadori, 2015), una franca e coraggiosa lettera al padre, scomparso qualche anno fa, a cui lui era legatissimo. Il libro è un racconto intimo e coraggioso, ironico e struggente, in cui è impossibile non riconoscersi perché, come scrive Carlo Gabardini, il coming-out non è un’esclusiva degli omosessuali, ma di tutti. Perché “venir fuori”, mostrarsi per chi si è realmente, urlare cosa si desidera per la propria esistenza, non concerne solo la sfera sessuale, riguarda il nostro senso di stare al mondo.

Carlo Gabardini dialoga con Alessio Brunialti.

 

Alla stessa ora ma a Villa del Grumello, ci saranno Andrea Di Gregorio e Margherita Coldesina con un reading tratto dal libro “Cuore” di Edmondo De Amicis dal titolo “A Cuore aperto. La versione di Franti”, un modo per mostrare come questo romanzo non abbia ancora finito di insegnare qualcosa ai ragazzi di oggi.

In collaborazione con Comocuore.

 

Alle 22.00 a Villa Olmo, infine, per la rassegna cinematografica “Il bello del cinema”, ci sarà la proiezione de “Il piacere” di Max Ophüls tratto da Arthur Schnitzler. Il film è diviso in tre episodi di importanza e lunghezze diverse, che hanno come filo conduttore la voce di un narratore che li racconta.

Presenta Mario Bianchi.

Tutti gli incontri di Parolario sono a ingresso libero.

Per tutto il periodo di Parolario presso Villa Olmo sono operativi un Infopoint, presso cui si possono ottenere tutte le informazioni relative alla manifestazione, e un Bookshop – curato dalla libreria Feltrinelli di Como – dove saranno in vendita i libri presentati a Parolario.

Più informazioni su