CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Shakespeare e l’amore nella prossima stagione del Teatro Sociale (FOTO)

Più informazioni su

presentazione sociale3

Numerosa la platea accorsa in Piazza Verdi a Como nella serata  di questo mercoledì di metà giugno per la presentazione della  Stagione Notte 2015/2016 del Teatro Sociale cittadino che prende ispirazione dalla frase “In Esso tu sei il mio Tutto” tratta da un sonetto di Shakespeare: (Perchè l’intero universo io chiamo Nulla salvo te, mia rosa; in esso tu sei il mio Tutto).

A fare gli onori di casa Barbara Minghetti  Presidente  Aslico , Luigi Cavadini Assessore alla Cultura del Comune di Como, e numerosi rappresentanti del mondo Istituzionale e Culturale comasco.

“Una stagione molto importante con moltissimi artisti che siamo contenti di aver portato a Como”- ha sottolineato la direttrice Barbara Minghetti-, parole cui si è aggiunta la soddisfazione del Presidente Società dei palchettisti  Francesco Peronese “ In questi anni è stato fatto un salto sia qualitativo che quantitativo . Il nostro progetto è in fase di espansione, siamo orgogliosi di questa condivisione di progetti, non esiste più differenza tra Aslico e Società dei Palchettisti, siamo un unicum”– ha concluso Peronese.

Una Stagione interamente dedicata all’Amore, un sentimento che universalizza con il suo portato il divenire di ogni emozione.

‘L’amore è un sentimento intenso e profondo di affetto, simpatia e adesione, rivolto verso una persona, un animale, un oggetto o verso un concetto, un ideale. Oppure, può venire definito sotto un altro punto di vista, un impulso dei nostri sensi che ci spinge verso l’altro. In questo preciso momento storico, dove è sempre più evidente la difficoltà in cui si trova il genere umano, vorremmo declinarlo come il desiderio e la volontà di dare, di avvicinarsi agli altri e condividere.

Utilizzando la definizione più ampia che conosciamo, e ben riassunta nel sottotitolo firmato William Shakespeare, la prossima stagione del Teatro  si preannuncia ricca di stimoli per riflettere, sorridere ed amarE.

presentazione sociale ws

Molte le proposte dedicate al grande drammaturgo e poeta inglese, in occasione del 400° anniversario dalla morte. Dal recital Sogno di una notte di mezza estate che vede sul palco Giancarlo Giannini all’originale Hamlet Travestie, riscrittura burlesque settecentesca di John Poole per arrivare a La Dodicesima Notte proposta con la regia di Carlo Cecchi. Non mancherà una divertente versione dell’intera opera shakespeariana in novanta minuti affidata al duo comico Alessandro Benvenuti-Nino Formicola. Per la prima volta in cartellone, anche uno spettacolo in lingua, Shakespeare’s women, della compagnia Tev.

Shakespeare sarà protagonista anche della stagione famiglie con La Tempesta, uno spettacolo di burattini della tradizione firmato Dario Tognocchi.Tanti stili, tanti modi di affrontare i testi del Bardo ma non solo..

Ad aprire la stagione d’opera, all’insegna di grandi firme registiche, il 24 settembre, sarà Le nozze di Figaro, una delle più famose opere di Mozart che prosegue la trilogia mozartiana iniziata lo scorso anno con Don Giovanni. A dirigere l’orchestra l’eclettico Stefano Montanari, per la regia di Mario Martone, reduce dal recente successo alla Scala.  Il cartellone lirico prosegue con una co-produzione internazionale con diversi teatri francesi: Don Pasquale nella visione di Andrea Cigni e sotto la direzione musicale di Christopher Franklin. Il 26 novembre sarà poi la volta di Un ballo in maschera, titolo verdiano tanto amato dal pubblico che vedrà sul podio il m.o Pietro Mianiti. La regia, è affidata al giovane e talentuoso Nicola Berloffa. Una prima assoluta per il Sociale che non ha mai visto in scena La scala di seta, farsa comica di Rossini mai rappresentata nel nostro teatro. Anche in questo caso, degna di nota è la regia firmata da Damiano Michieletto, regista di fama internazionale ora impegnato a Salisburgo. Alla guida de I Pomeriggi Musicali, il m.o Francesco Ommasini. Chiude il cartellone operistico La Bohème di Puccini che vedrà tornare sul nostro palcoscenico due volti noti al pubblico: il direttore Gianpaolo Bisanti e il regista Leo Muscato.

La stagione concertistica si apre il 15 ottobre con la Nona Sinfonia, uno dei più grandi capolavori di Beethoven. Le voci di Federica Lombardi, Cecilia Bernini, Ugo Tarquini e Vincenzo Nizzardo, tutti emersi dal Concorso AsLiCo saranno dirette dal m.o Lorenzo Passerini ed accompagnate dall’Orchestra Vivaldi. Ancora Beethoven, il 15 gennaio, ma questa volta per pianoforte ed orchestra. Sul podio Alexander Lonquich e I Pomeriggi Musicali di Milano e il 16 marzo con la Settima eseguita dall’Orchestra Haydn di Bolzano. Un duo di sicuro interesse sarà poi di scena il 27 febbraio. Sir Antonio Pappano, considerato oggi il più grande direttore al mondo, e Luigi Piovano propongono un concerto per violoncello e pianoforte da non perdere. Chiude la sinfonica il recital violino e pianoforte della carismatica Hilary Hahn che vanta una carriera internazionale.

presentazione sociale qualcuno-volò-sul-nido-del-cuculo

Per la grande prosa il cartellone è un susseguirsi di proposte che spaziano da Qualcuno volo sul nido del cuculo tratto dall’omonimo romanzo di Ken Kesey e firmato da Alessandro Gassmann, a La Dodicesima Notte di e con Carlo Cecchi, passando per Il Berretto a Sonagli di Valter Malosti.

Non mancano certo occasioni per ridere a teatro. Oltre a Shakespeare in 90 minuti, anche due volti noti della comicità quali Maurizio Lastrico e Virginia Raffaele e la parodia della “musica alta” affidata a PaGAGnini.

Spazio alla solidarietà con due appuntamenti di Teatro

per gli Altri. Oltre al consueto appuntamento gospel a favore dell’Azienda Ospedaliera Sant’Anna, quest’anno in programma anche il recital del tenore Marco Berti a favore di Cometa.

Di rilievo anche le produzioni per i Circuiti Teatrali Lombardi che raggruppano le proposte di prosa più sperimentale. Dalla prima nazionale di Per una stella, proposto In occasione del Centenario della Prima Guerra Mondiale ad Attaccante nato, tratto dall’omonimo romanzo di Stefano Borgonovo, grande calciatore prematuramente scomparso. Sempre tratto da un celebre romanzo, anche se di tutt’altro genere, Terra matta, lo spettacolo da “portarsi a casa”. La proposta di e con Stefano Panzeri, proposta nel sottopalco del Teatro sarà infatti esportabile anche a casa propria.

presentazione sociale4

E poi ancora, il ritorno dei grandi musical quali Grease, Rocky Horror e Cabaret, una brillante commedia musicale con le Sorelle Marinetti. Per i grandi nomi della musica internazionale già annunciato l’arrivo, per la prima volta a Como, di Esperanza  Spalding in concerto. La cantante e bassista statunitense dalla splendida voce jazz ha vinto il Grammy Award nel 2011 come miglior artista esordiente. Proprio in questi giorni sta per uscire il suo quinto album intitolato Emily’s D+ Evolution.

La stagione del Teatro Sociale di Como, promossa in collaborazione con Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Regione Lombardia, Assessorato Cultura, Identità ed Autonomie, Comune di Como, con il sostegno della Società dei Palchettisti e di Fondazione Cariplo, è tutto questo e non solo.

Da segnalare, infine, molte collaborazioni con associazioni, club e istituzioni del territorio grazie alle quali ci saranno concerti da camera, incontri, presentazioni, cinema e molto altro ancora segno del consolidato rapporto tra la città e il suo territorio.’

Stefania Ferro

 

Il calendario completo su www.teatrosocialecomo.it.

Più informazioni su