CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Tari: la giunta comasca approva le tariffe per il 2015 (IL DETTAGLIO)

Più informazioni su

A seguito dell’approvazione da parte del consiglio comunale del piano finanziario del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti, la giunta ha provveduto a deliberare le nuove tariffe della Tari per le utenze domestiche e non domestiche. La proposta di delibera dovrà ora essere approvata dal consiglio comunale. Alla base del calcolo c’è il piano finanziario del servizio di raccolta e smaltimento rifiuti che per il 2015 ammonta a 13.556.000,00 e che, da normativa, deve essere integralmente coperto dalla tariffa. La tariffa è composta da una quota fissa e una quota variabile.

UTENZE DOMESTICHE

Numero componenti nucleo familiare Tariffa                                                               quota fissa                                      (€/mq./anno) Tariffa                                                            quota variabile                                   (€/anno)
1 0,780809 42,350616
2 0,917450 84,701232
3 1,024812 105,876540
4 1,112653 137,639502
5 1,200494 169,402464
6 o più 1,268815 195,871600

 

UTENZE NON DOMESTICHE

N. Attività tariffa quota fissa               (€/mq/anno) tariffa quota variabile    (€/mq/anno) TOTALE TARIFFA    (€/mq./anno)
1 Associazioni, biblioteche, caserme, scuole non paritarie 1,019324 0,898859 1,918183
2 Cinematografi, teatri 0,698426 0,614254 1,312680
3 Autorimesse, magazzini senza alcuna vendita diretta 1,057077 0,931620 1,988697
4 Campeggi, distributori carburanti, impianti sportivi 1,547863 1,377978 2,925841
5 Stabilimenti balneari 0,962695 0,851766 1,814461
6 Autosaloni, esposizioni 0,811684 0,720725 1,532409
7 Alberghi con ristorante 2,680445 2,385356 5,065801
8 Alberghi senza ristorante 1,925390 1,703533 3,628923
9 Case di cura e riposo, carceri 2,133030 1,885762 4,018792
10 Ospedali 2,227412 1,981995 4,209407
11 Uffici, agenzie, studi professionali 2,453929 2,174462 4,628391
12 Banche ed istituti di credito 1,094830 0,976665 2,071495
13 Negozi abbigliamento, calzature, librerie, cartolerie, ferramenta e altri negozi di beni durevoli 2,265165 2,016803 4,281968
14 Edicole, farmacie, tabaccai, plurilicenza 2,755951 2,442687 5,198638
15 Negozi particolari quali antiquariato, cappelli, filatelia, ombrelli, tappeti, tende e tessuti 1,359099 1,201892 2,560991
16 Banchi di mercato beni durevoli 2,718198 2,403784 5,121982
17 Barbiere, estetista, parrucchiere 2,435052 2,158082 4,593134
18 Attività artigianali tipo botteghe: elettricista, fabbro, falegname, idraulico 1,755503 1,560207 3,315710
19 Autofficina, carrozzeria, elettrauto 2,359547 2,098704 4,458251
20 Attività industriali con capannoni di produzione 1,095285 1,223474 2,318759
21 Attività artigianali di produzione beni specifici 1,547863 1,373883 2,921746
22 Ristoranti, trattorie, osterie, pizzerie, pub 13,628746 12,121297 25,750043
23 Mense, birrerie, hamburgherie 11,193693 9,952977 21,146670
24 Bar, caffè, pasticceria 9,192796 8,169590 17,362386
25 Generi alimentari: macellerie, pane e pasta, salumi e formaggi, supermercati 4,511454 4,015179 8,526633
26 Plurilicenze alimentari e miste 3,926286 3,480778 7,407064
27 Fiori e piante, ortofrutta, pescherie, pizza al taglio 16,554584 14,717548 31,272132
28 Ipermercati di generi misti 3,622492 4,048927 7,671419
29 Banchi di mercato genere alimentari 9,343807 8,312916 17,656723
30 Discoteche, night-club, sale giochi 2,793704 2,481589 5,275293
31 Scuole pubbliche non statali e scuole paritarie 0,453033 0,403360 0,856393
31 Aree scoperte per la sosta a pagamento degli autoveicoli 0,490785 0,429978 0,920763

 

Per le  utenze “NON DOMESTICHE” soggette a tariffa giornaliera, la tariffa è determinata in base alla corrispondente tariffa annuale del tributo, rapportata a giorno e maggiorata del 50%. La giunta ha confermato l’esenzione dal pagamento per le utenze con un Isee (indicatore della situazione economica equivalente) non superiore a 5mila euro.  Il termine per il pagamento della prima rata della Tari (il conteggio di quanto dovuto viene effettuato dal Comune e gli avvisi di pagamento vengono poi inviati direttamente a casa con allegati i modelli F24 per effettuare i pagamenti) sarà il 30 settembre 2015, mentre per la seconda rata sarà il 16 novembre 2015. Sull’importo della (Tari) si applica il tributo provinciale per l’esercizio delle funzioni ambientali (articolo 19 del Decreto Legislativo 30 dicembre 1992 n. 504) in misura pari all’aliquota del 5% deliberata dall’Amministrazione Provinciale di Como.

 

Più informazioni su