CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

‘Ndrangheta sul Lario, arrivano le condanne dal Gup di Milano (DETTAGLIO)

‘Ndrangheta sul Lario – Accuse che hanno retto in aula. E cosi’ arriva la prima sentenza per la maxi inchiesta di quasi un anno fa conclusa con un blitz in piena notte sul Lario con ben 35 arresti. Il gup di Milano Fabio Antezza ha emesso condanne, in totale circa 162 anni di reclusione nell’ambito dell’operazione ‘Insubria’, condotta dal Ros dei carabinieri e coordinato dalla Dda di Milano, che ha smantellato tre ‘locali’ della ‘ndrangheta nel Lecchese. Gli imputati sono stati processati nell’aula bunker di San Vittore con rito abbreviato. Tra loro, i presunti capi delle ‘locali’ di Cermenate, Fino Mornasco (Como) e di Calolziocorte (Lecco).

'Ndrangheta: Ros, accertati interessi in subappalti Expo

LE CONDANNE

8 anni e 10 mesi per Giuseppe Puglisi, considerato il referente di Cermenate. Una delle piu’ pesanti anche per Michelangelo Chindamo, presunto capo del locale di Fino Mornasco (cinque anni in continuazione, i Pm ne avevano chiesti 20 di cella per lui ndr), poi Antonino Mercuri di Airuno, presunto capo del locale di Calolziocorte (5 anni e 4 mesi), al suo presunto braccio destro Antonio Mandaglio di Carenno (6 anni di reclusione).