CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Droga: tre arresti in poche ore. Sette chili di hashish a Tavernerio (FOTO)

Droga: tre arresti – I carabinieri della Compagnia di Como, nell’ambito di un servizio coordinato svolto unitamente ai militari di Cantù per prevenire i furti in abitazione e lo spaccio di sostanze stupefacenti, hanno arrestato tre persone in queste ore ritenute responsabili di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.

IL DETTAGLIO – HASHISH A TAVERNERIO

hashish sequestrato carabinieriIn particolare, i carabinieri del Nucleo Operativo di Como hanno fermato un’autovettura Opel Corsa che da Cantù si dirigeva a forte velocità verso Como, sulla quale hanno trovato un cittadino albanese del 1973, già noto alle forze dell’ordine con 2 kg di hashish divisi in panetti da 500 grammi l’uno, debitamente occultati sui sedili posteriori dell’autovettura. La successiva perquisizione domiciliare nella sua abitazione di Tavernerio ha consentito di rinvenire ulteriori 5 kg della medesima sostanza, oltre a circa 50 gr di Marijuana già predisposta in apposite dosi e pronta ad essere spacciata e vario materiale per il confezionamento.

IL DETTAGLIO – HASHISH AD ERBA

carabinieri erba edificio abbandonato

I carabinieri di Brunate, invece, unitamente ai colleghi di Erba, hanno arrestato due 21enni senza avoro, residenti uno ad Erba e l’altro ad Orsenigo, i quali dopo essere stati fermati ad Erba, rispettivamente in via Comana ed in via Cesare Battisti, sottoposti a perquisizione personale sono stati trovati in possesso, complessivamente:

– il primo, di grammi 35 di Marijuana già confezionata in appositi involucri in cellophane, pronta per essere spacciata, nonché 70 euro presumibilmente provento di attività illecita

– il secondo, di 60 grammi di Marijuana e due piante della medesima sostanza alte circa 25 centimetri l’una (dovrà rispondere anche del reato di coltivazione e produzione).

In particolare, il primo dei due, era stato notato in atteggiamento sospetto dai carabinieri di Brunate mentre controllavano – nel pomeriggio – un’area dismessa di Erba, di proprietà dell’ENEL, solitamente rifugio di senza tetto. I militari hanno deciso di seguirne i movimenti e il ragazzo è stato osservato mentre cedeva dosi ad una ragazza minorenne di Erba (classe 1998) e ad un 21enne di Erba, entrambi segnalati alla Prefettura come assuntori di sostanze stupefacenti.

Gli arrestati sono stati tutti portati in carcere, al Bassone, in attesa dell’interrogatorio di convalida