CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

25 lavoratori in nero scoperti dalla Finanza: ECCO TUTTO IL DETTAGLIO

25 lavoratori in nero scoperti dalla Finanza – Nei primi mesi del 2015, la Guardia di Finanza di Olgiate Comasco ha intensificato l’attività di contrasto al lavoro nero, effettuando ispezioni nella zona dell’olgiatese e della bassa comasca, che ha permesso di scoprire 16 lavoratori completamente “in nero” e 9 impiegati irregolarmente. Diversi i settori interessati, ecco il dettaglio:

Il caso più eclatante rilevato presso un “Call Center” dove sono stati sorpresi, intenti a svolgere attività lavorativa, nr. 10 operatori, risultati tutti impiegati “in nero”, in assenza delle previste comunicazioni al Centro per l’Impiego e senza l’obbligatoria copertura previdenziale e assicurativa; irrogate sanzioni per 42.000 euro.
Presso due aziende manifatturiere operanti nel settore del commercio e lavorazione di gomma e plastica, invece, è stato scoperto un sistema di interposizione fittizia, basato su falsi contratti d’appalto, volto a mascherare l’impiego illecito di nr. 9 lavoratori, i quali operavano alle effettive dipendenze delle aziende ma risultavano formalmente assunti nel tempo da varie “cooperative di lavoro” risultate tutte irregolari, con sede nelle Province di Torino e Varese. I rappresentanti legali delle società manifatturiere e delle cooperative, per un totale di 7 persone, sono stati denunciati per violazione della cd. Legge Biagi, e della normativa penale tributaria riguardante l’emissione ed utilizzo di false fatture.

Il dispositivo di contrasto delle Fiamme Gialle ha interessato anche settori più specialistici, quali studi odontoiatrici, trasporti su strada e club sportivi. Anche in questi settori, l’attività ispettiva ha consentito di far emergere dal sommerso 5 lavoratori impiegati in nero. Nel campo dell’edilizia, invece, non è sfuggita ai militari la scoperta di un lavoratore che, oltre ad essere impiegato completamente in “nero”, percepiva anche l’indennità di disoccupazione erogata dall’INPS. E’ stato denunciato alla locale Procura per truffa aggravata ai danni dello Stato, per aver percepito, indebitamente, per un periodo di otto mesi, una indennità di oltre 7.000,00 Euro; segnalata la violazione all’INPS per il recupero dell’indennità erogata ed inoltrata la denuncia per danno erariale alla Procura Regionale della Corte dei Conti.