CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

A Como in aumento i furti in casa e le truffe agli anziani (VIDEO E FOTO)

Più informazioni su

A Como diminuiscono le denunce di furto in generale, anche se si registra un lieve aumento di furti nelle abitazioni private e negli esercizi commerciali. In calo le rapine a danno di banche o istituti di credito, mentre restano invariate quelle negli uffici postali e esercizi commerciali, nonché le estorsioni e le truffe informatiche. In crescita anche i casi di truffe che vedono come vittime privilegiate gli anziani.

Dati emersi in occasione delle celebrazioni per il 163° anniversario della Polizia di Stato. “Questo dato relativo alle truffe ai danni degli anziani – ha spiegato il questore Michelangelo Barbato, in occasione del suo discorso davanti a autorità civili e militari – ci impone di profondere maggior impegno ed una sempre più sinergica e mirata azione per la tutela delle categorie ed individui più indifesi e vulnerabili”.

Nel suo discorso il questore ha voluto sottolineare l’impegno degli agenti: “Proficua ed intensa  l’attività di contrasto e prevenzione della criminalità in genere – ha aggiunto Barbato – sono stati 1.200 i controlli disposti sulle persone sottoposte a misure alternative alla detenzione disposte dall’Autorità Giudiziaria, sono stati applicati e notificati 17 avvisi orali, 267 rimpatri con fogli di via obbligatori, 3 sorveglianze speciali. Alla luce delle normative antistalking, sono 13 gli ammonimenti adottati nei confronti di altrettanti persecutori e 29 i Daspo emessi a carico di altrettanti tifosi ultrà”. Sono stati 3.700 gli interventi degli agenti a seguito di segnalazioni pervenute al Nue 112 con l’arresto di 117 persone in flagranza di reato.

163° anniversario fondazione della Polizia di Stato (Foto Fkd).

163° anniversario fondazione della Polizia di Stato (Foto Fkd).

Diminuiscono i furti che sono passati da 11.803 a 11.348, ma aumentano quelli delle abitazioni (da 3.683 nel 2014 a 3.801 nel 2015). Per quanto riguarda l’attività di contrasto alla criminalità nei primi mesi dell’anno sono state 208 le persone arrestate, 74 i provvedimenti restrittivi emessi dall’autorità giudiziaria, 1.143 le persone denunciate, 11 i chilogrammi di stupefacenti sequestrati e 99 le armi sequestrate.

Passando alle infrazioni al codice della strada 5.270 quelle riscontrate con 241 patenti ritirate. 115 le contravvenzioni per guida in stato di ebbrezza, 10 sotto l’effetto di sostanze stupefacenti (1.316 i conducenti sottoposti a controllo con etilometro). “L’odierna manifestazione cade in un periodo difficile per la vita del nostro Paese, in cui alle difficoltà presenti si associano timori per le prospettive future. Anche per tali motivi, questa cerimonia non vuole assumere intenti autocelebrativi, bensì costituire una testimonianza di presenza costante e di impegno e contestualmente essere una occasione per rinsaldare gli stretti rapporti tra la nostra istituzione e la comunità a difesa della quale essa è chiamata ad operare – ha spiegato Barbato -.Dirigo la Questura di Como ormai da oltre tre anni e mi reputo molto fortunato di svolgere il mio servizio in questa Provincia così ricca di storia, di arte e di cultura”. Sono 720 le truffe e frodi informatiche scoperte con 42 delitti informatici.

Al termine dei discorsi ufficiali il questore e il prefetto Bruno Corda hanno premiato i poliziotti che si sono distinti in particolari operazioni.

Più informazioni su