CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Regina in tilt, il sindaco Guerra chiede al Prefetto nuovi interventi (LEGGI)

“Esprimo la più forte preoccupazione e allarme per il proseguo della stagione estiva e rappresento l’assoluta necessità di attivazione, oltre all’ordinanza di limitazione del traffico già da tempo prontamente adottata, di ulteriori interventi in grado di prevenire il più possibile ingorghi e blocchi quale quello verificatosi ieri”. E’ quanto scrive in una lettera il Sindaco di Tremezzina, Mauro Guerra inviata oggi al Prefetto di Como e, per conoscenza, a tutte le istituzioni interessate, dopo il verificarsi, ieri, dell’ennesimo blocco della Statale 340 Regina nel tratto Colonno-Tremezzina in concomitanza con l’arrivo della bella stagione, ma anche con la giornata di festa in Svizzera per l’Ascensione

Al fine di evitare il riproporsi di “una condizione di assoluta insostenibilità per la popolazione e per tutti gli utenti della strada – si legge nel comunicato – oltre ad un programma che integri con l’ausilio di altre forze l’attività svolta dalla Polizia locale della Tremezzina e dei Comuni convenzionati, ritengo indispensabile la pronta attivazione di un servizio di movieri che, collocati nei punti di maggiore difficoltà, possano svolgere una continua opera di fluidificazione del traffico”. A tale proposito il primo cittadino di Tremezzina preannuncia anche di stare lavorando ad una prossima strategia “che intendiamo sottoporre a tutti gli enti e le autorità competenti e interessate” per risolvere una condizione viabilistica divenuta ormai da anni inaccettabile”.

“Questa situazione – conclude Guerra – da un lato non può che confermare l’assoluta necessità che vada avanti l’iter per la realizzazione della variante della Tremezzina; dall’altro ribadisce comunque l’altrettanto assoluta necessità di porre in essere interventi e misure che da subito, in attesa della realizzazione della variante, consentano condizioni di sostenibilità e vivibilità”. Da qui la richiesta di Guerra al Prefetto Corda di svolgere, come è già avvenuto in passato, “una funzione di coordinamento e regia per definire e promuovere tali interventi”.