CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Cantù: i dettagli della discoteca abusiva per i minori (GUARDA LE FOTO)

Una discoteca abusiva, a pochi passi dalla piazza principale di Cantù, dove venivano somministrati alcolici a minorenni. Blitz nella notte tra sabato e domenica in un capannone sfitto di via Cesare Cantù (traversa di via Fossano a pochi metri da piazza Garibaldi) delle forze dell’ordine. I dettagli dell’operazione denominata “cambiare musica” sono stati presentati questa mattina in occasione di una conferenza stampa con il comandante della Polizia locale e gli amministratori cittadini

Sono 172 le persone identificate e di queste 165 minorenni (44 con meno di 16 anni) a cui venivano somministrati alcolici nonostante i divieti. Dieci settimane di indagini da parte della polizia locale di Cantù con due ufficiali e 14 agenti coinvolti, appartenenti a due Unità Operative: Pronto Intervento attraverso il nucleo radiomobile e Tutela del Cittadino e del Territorio attraverso i nuclei di Polizia Giudiziaria e Tutela del Consumatore.

Durante le settimane di indagine, grazie anche ad alcune testimonianze dirette, o informazioni attraverso i social network, i vigili sono riusciti a verificare la reale esistenza di una discoteca abusiva nel capannone di via Cesare Cantù. All’interno del capannone sfitto venivano organizzate serate a tema come Capodanno party, feste di carnelvale, Black and white party e Fluo party. Tutti eventi promossi attraverso la pagina Facebook della discoteca.

ECCO FOTO E SPIEGAZIONI FORNITE OGGI DALLA POLIZIA LOCALE DURANTE LA CONFERENZA STAMPA

cambiare musica a cantu’

Una vera e propria attività di intrattenimento che prevedeva la presenza di un addetto alla cassa, uno al guardaroba, tre responsabili per la sicurezza e tre persone al bancone che somministravano alcolici anche a minorenni, nonostante i divieti. L’entrata senza consumazione era di 5 euro, 10 euro con consumazione e le consumazioni successive potevano costare da 1 a 5 euro.

Durante il blitz di sabato notte, al quale hanno preso parte un ufficiale e 8 agenti, sono state controllate 172 persone di cui il 95% minorenni. 44  le persone sottoposte al test per l’accertamento dell’assunzione di alcolici, con 6 giovani di circa 16 anni in evidente stato di alterazione psicofisica risultati positivi all’accertamento con etilometro. Nove le persone destinatarie di verbale. Al momento due le persone che rischiano la denuncia e tra le ipotesi di reato l’apertura abusiva del locale, la somministrazione di alcolici a minorenni, ma anche alcune violazioni amministrative come l’attività senza autorizzazione e la presenza di personale per la security non abilitato.